• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Milan > Milan, Barbara Berlusconi: "Il mio obiettivo è far tornare i rossoneri in finale di Champions"

Milan, Barbara Berlusconi: "Il mio obiettivo è far tornare i rossoneri in finale di Champions"

L'amministratore delegato del 'Diavolo' ha parlato degli obiettivi che sta cercando di perseguire


Barbara Berlusconi ©Getty Images

07/04/2016 14:30

MILAN BARBARA BERLUSCONI / MILANO - Tornare in maniera stabile nell'élite del calcio. Un traguardo che Barbara Berlusconi sta cercando di raggiungere attraverso l'incremento delle entrate economiche e non solo. E' stata lo stesso amministratore delegato rossonero a confermarlo: "Da quando sono entrata nelle news Milan ho cercato di dare al club nuove possibilità, modi differenti per aumentare le entrate e così di farlo tornare alla finale di Champions League - ha spiegato la figlia di Silvio ai microfoni della 'Cnn International' - Questo è il mio sogno, il sogno di mio padre, il sogno di tutto il Club". Il prestigioso canale statunitense ha dedicato uno speciale alla città di Milano inserendo il Milan, con i suoi trionfi, tra le eccellenza principali della città ed ha dato alla Berlusconi l'opportunità di esporre il proprio piano per la  rinascita del 'Diavolo'. 

L'obiettivo è chiaro: farlo tornare agli stessi livelli degli Anni '90, quando il Milan la faceva da padrone nel calciomercato ed a Milanello gravitavano giocatori del calibro di van Basten,GullitRijkaard. "Avevo solo due anni quando mio padre ha comprato il Club - ha ricordato Barbara - Sono cresciuta da milanista, ho sempre vissuto vicino ai giocatori, accanto alle ambizioni di mio padre con quel senso di voler essere vincente. Rijkaard mi strizzava le guance, al Milan c'è sempre stata un'atmosfera positiva, siamo sempre stati una grande famiglia".

Ora spetterà a lei cercare di far tornare il Milan una strapotenza mondiale. Il primo passo sarà lo stadio nuovo, intanto ha voluto omaggiare la storia del club attraverso alcune iniziative: "Con la nascita del Museo di Casa Milan - ha concluso l'ad rossonero - ho voluto creare un posto dove descrivere il Club, celebrare la squadra e i suoi successi e dare un'opportunità ai nostri tifosi di visitare il nostro quartier generale e poter ammirare la nostra storia". 

D.G.




Commenta con Facebook