• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Estero > Panama Papers, Infantino: "Sono per la trasparenza, ben vengano le indagini"

Panama Papers, Infantino: "Sono per la trasparenza, ben vengano le indagini"

Il presidente della Fifa si dichiara pronto a collaborare. E l'Uefa tuona: "Giornata triste per il calcio e per il giornalismo"


Gianni Infantino ©Getty Images

06/04/2016 22:00

PANAMA PAPERS INFANTINO FIFA UEFA / NYON (Svizzera) - Lo scandalo 'Panama Papers' continua ad allargarsi colpendo anche il mondo del calcio, ma l'Uefa ed il presidente della Fifa, Gianni Infantino, si chiamano fuori dopo i dubbi sollevati in merito ad un contratto di diritti televisivi risalente al 2006. "Se già prima la mia determinazione di ridare al calcio la sua reputazione era forte, adesso lo è ancora di più. Quindi dico ben venga ogni indagine in questo senso. Sono per la trasparenza, e a disposizione per ogni chiarimento - ha spiegato il numero uno del massimo organo calcistico mondiale in una nota apparsa sul sito ufficiale della Fifa - E' essenziale che tutti gli elementi di questo dossier vengano divulgati, come ha fatto l'Uefa. Basandosi su questi documenti, è chiaro che tutti gli aspetti contrattuali siano stati condotti in modo corretto dall'Uefa stessa. Se mi verrà chiesto di contribuire a portare ulteriori elementi di chiarezza naturalmente sarò lieto di farlo".

La Uefa, invece, ha diramato un lungo comunicato ufficiale: "La UEFA è costernata in merito ad alcune storie circolate sui media secondo le quali sarebbe stato rilevato un comportamento improprio in relazione ad un contratto di cessione di diritti televisivi stipulato nel 2006 con una società con sede in Ecuador. Per dovere di cronaca, come è stato ripetutamente spiegato ai media, non esiste alcuna indicazione di comportamenti impropri. Le spiegazioni in questione sono state fornite ai media in maniera chiara, sensata e perfettamente trasparente. Pertanto, è davvero increscioso che, nonostante le spiegazioni fornite, alcuni media abbiano deciso di rappresentare in maniera fuorviante la questione, inducendo l'opinione pubblica a pensare o sottointendere diversamente. Per la cronaca, né la UEFA né Gianni Infantino sono mai stati contattati da alcuna autorità per quanto riguarda questo particolare contratto. Ovviamente, se la UEFA dovesse venire contattata per qualsiasi motivo, sarebbe più che felice di collaborare. Questo tentativo di macchiare la figura di Infantino e la reputazione della UEFA, in assoluta mancanza di prove, segna non solo una giornata triste per il calcio, ma anche per il giornalismo".

L.P.




Commenta con Facebook