• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > TDM - Tattica del Mercato > TATTICA DEL MERCATO - Roma, Clasie: un Xavi formato 'orange'

TATTICA DEL MERCATO - Roma, Clasie: un Xavi formato 'orange'

L'analisi di Calciomercato.it sui protagonisti del mercato: occhi puntati sul centrocampista del Southampton


Jordy Clasie ©Getty Images
Michele Furlan (Twitter: @MicheleFurlan1)

06/04/2016 17:00

CALCIOMERCATO TATTICA DEL MERCATO ROMA SOUTHAMPTON CLASIE SPALLETTI / ROMA - Il derby vinto 4-1 ha lanciato ulteriormente la Roma, rivitalizzata dalla cura di Luciano Spalletti e che ora è pronta a cingere d'assedio il secondo posto del Napoli che varrebbe l'accesso diretto alla Champions League 2016/2017. Il calciomercato Roma viaggia di pari passo con i risultati sul campo e infatti la società giallorossa è alla ricerca di un centrocampista che possa svolgere il ruolo di regista alternativo a Miralem Pjanic. La Roma sta seguendo nuovamente Jordy Clasie, centrocampista olandese del Southampton già passato sul radar giallorosso. Clasie-Roma: ritorno di fiamma, come rivelato in esclusiva da Calciomercato.it. Conosciamolo meglio attraverso la nostra rubrica 'Tattica del Mercato'.


BIOGRAFIA DI JORDY CLASIE, OBIETTIVO DELLA ROMA PER IL CENTROCAMPO

Jordy Clasie nasce ad Haarlem, nei Paesi Bassi, il 27 giugno 1991. A 9 anni entra nel settore giovanile del Feyenoord, una delle tre principali squadre del proprio paese assieme ad Ajax e Psv Eindhoven. Nel 2010/2011 viene girato in prestito all'altra squadra di Rotterdam, l'Excelsior, con cui disputa un'annata convincente che gli vale il ritorno alla base. In maglia Feyenoord conferma quanto di buono fatto vedere e diventa un fedelissimo dell'allenatore Ronald Koeman. Con la maglia biancorossa gioca 155 partite fino al 2015, quando si trasferisce in Premier League fortemente voluto proprio da Koeman che nel frattempo aveva lasciato spazio a Fred Rutten sulla panchina del club di Rotterdam. Dopo un avvio condizionato da qualche infortunio di troppo, Clasie è riuscito a guadagnarsi un posto da titolare nello scacchiere tattico dei 'Saints'.

Clasie ha vestito la maglia della Nazionale olandese sin dalla categoria under 17. Con l'under 21 ha preso parte all'Europeo del 2013, classificandosi terzo. Ha esordito con la selezione maggiore sotto la gestione di Louis van Gaal raccogliendo 15 presenze e la medaglia di bronzo al Mondiale del 2014.

 

CARATTERISTICHE TECNICO-TATTICHE DI JORDY CLASIE

Alto 1,69 per 69 kg, fisico brevilineo e compatto, destro naturale. Clasie è un centrocampista completo e moderno, ennesimo 'figlio' della grande scuola olandese. Il suo ruolo naturale è quello di regista davanti alla difesa, una posizione che ricopre in maniera moderna ovvero abbinando fosforo a buone doti fisiche e di interdizione. Dotato di visione di gioco e piede educato, è bravissimo nel trovare l'imbeccata filtrante per i compagni che si propongono. Paragonato subito ad un mostro sacro come Xavi, in Inghilterra ha mostrato anche il proprio lato da mediano grintoso, bilanciando con successo dunque il gioco propositivo a quello di contenimento: elementi che lo rendono estremamente completo. Clasie ha buona esperienza internazionale maturata con i club e anche con la nazionale olandese.

 

JORDY CLASIE E' UN GIOCATORE ADATTO ALLA ROMA?

La Roma di Luciano Spalletti sta giocando un calcio piacevole e divertente, ma ha dei limiti soprattutto per quanto riguarda i ricambi in mezzo al campo. Miralem Pjanic e Radja Nainggolan hanno bisogno di un'alternativa di livello come De Rossi, ma quest'ultimo è spesso tormentato da infortuni mentre Keita ha caratteristiche tecniche differenti. Clasie sarebbe un elemento ideale per il tipo di gioco del tecnico spagnolo che richiede verticalizzazioni e palleggio ma anche concretezza e buone doti di interdizione. Caratteristiche che l'olandese sa abbinare al meglio, portando in dote anche un buon bagaglio di esperienza internazionale. Strapparlo al Southampton, però, sarà tutt'altro che un'impresa facile dato che Ronald Koeman ne è il principale estimatore e mentore.




Commenta con Facebook