• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Napoli > Calciomercato Napoli, la squalifica di Higuain apre nuovi scenari: ecco la situazione

Calciomercato Napoli, la squalifica di Higuain apre nuovi scenari: ecco la situazione

Dopo le famose 4 giornate l'argentino potrebbe sentirsi deluso dagli ostacoli per lo scudetto e riaprire un possibile addio


Gonzalo Higuain ©Getty Images
Antonio Papa (Twitter: @antoniopapapapa)

06/04/2016 12:27

CALCIOMERCATO NAPOLI HIGUAIN SQUALIFICA / NAPOLI - Le quattro giornate di Napoli. Così hanno ribattezzato nel capoluogo campano i quattro turni di squalifica inflitti a Gonzalo Higuain dopo lo 'scontro' con Irrati. Una citazione storica e 'rivoluzionaria' a testimoniare la vicinanza del pubblico al 'Pipita' dopo quella che a Napoli viene percepita come una grande ingiustizia. I tifosi sono disposti a tutto pur di coccolare il loro campione, ma potrebbe non bastare: la grande delusione provata dall'argentino dopo la sconfitta di Udine potrebbe avere serie ripercussioni anche sul calciomercato, innescando un domino - quello sì - davvero rivoluzionario. Vediamo quindi nel dettaglio gli scenari di mercato connessi al possibile addio di Higuain al Napoli e i suoi possibili sostituti in azzurro, da Aubameyang a Lukaku. 

HIGUAIN E IL NAPOLI: I POSSIBILI SVILUPPI DI MERCATO DOPO LA SQUALIFICA

A volte bastano davvero pochi attimi per mandare in frantumi mesi e mesi di sogni e speranze. Né più né meno ciò che si è visto in campo alla 'Dacia Arena' di Udine, quando Irrati ha esposto il cartellino rosso a Gonzalo Higuain. L'incredulità, la reazione rabbiosa, le lacrime. Poi uno scoramento che fa tremare i tifosi anche in chiave calciomercato Napoli. Già, perché gli avvenimenti di Udine potrebbero riaprire scenari in realtà mai chiusi del tutto, almeno finché non sarà firmato quel famoso rinnovo contrattuale, pomo della discordia della querelle a colpi di comunicati fra Aurelio De Laurentiis e Mediaset-Bargiggia. L'argentino sta benissimo in azzurro, si sente un re ed è conscio che in questa città sta facendo la storia. Ha subodorato la possibilità di assurgere a leggenda del calcio napoletano e più di ogni altra cosa voleva riportare ai suoi fan quello scudetto che manca dai tempi di Maradona. Ma le parole del fratello-agente di Higuain in radio, quelle su "quanto è difficile vincere a Napoli", tradiscono una grave insofferenza verso gli ostacoli trovati quest'anno sul cammino verso quel grande sogno. Se la sensazione di difficoltà si trasforma in sensazione di impossibilità, allora la possibilità che l'argentino non rinnovi e ceda alle lusinghe delle big europee che lo cercano (oltre al Bayern Monaco anche il Manchester United sta corteggiando fortemente l'attaccante di Sarri) diventa più concreta. 

GONZALO HIGUAIN, FRA RINNOVO CON IL NAPOLI E POSSIBILE ADDIO

E quindi riepiloghiamo un po' tutte le voci che si sono susseguite in questi mesi sul futuro dell'attaccante argentino, che naturalmente è al centro di mille rumors proprio in virtù della stagione straordinaria che sta disputando. Il primo nodo è il rinnovo contrattuale, che al di là di ogni polemica finora non è ancora arrivato. L'agente ha escluso che Higuain possa 'liberarsi' con l'articolo 17, anche per rispetto nei confronti di un club e di una città per cui stravede, ma se non si trova l'accordo per adeguamento e nuova clausola la cessione può essere comunque un'ipotesi da non escludere. Attualmente il Pipita ha una clausola rescissoria di 94 milioni di euro: club che hanno la possibilità di pagarla e portarselo via ce ne sarebbero eccome, ma è molto più probabile che le offerte non superino i 65-70 milioni. A quel punto la scelta starebbe anche al Napoli, oltre che al calciatore stesso. L'interesse dall'Inghilterra è fortissimo, addirittura oltreManica c'è chi sostiene che Higuain abbia già trovato l'accordo con il Manchester United. Ma per il momento non c'è nulla di certificato, la situazione continua ad essere sospesa e così sarà probabilmente ancora per un po', anche se il mesetto di 'inattività' potrebbe riaprire le trattative per l'eventuale rinnovo. Ipotesi comunque da tenere ancora in quota: le cifre offerte da De Laurentiis a Higuain sono davvero importanti, e visto anche il rapporto strettissimo che l'attaccante ha stretto con mister Sarri la permanenza potrebbe non essere così assurda. 

SE HIGUAIN VA VIA DA NAPOLI: ECCO I POSSIBILI SOSTITUTI

Il Napoli comunque sa che potrebbe perdere il suo gioiello, ma sa anche che in quel caso nelle casse societarie arriverebbe una valanga di milioni da poter reinvestire sul mercato. La prima spesa del Napoli potrebbe essere Davy Klaassen, l'identikit perfetto dell'uomo di fantasia che arriverà a prescindere dall'addio del 'Pipita'. Ma anche per la sua sostituzione in attacco si sono fatti tantissimi nomi. In cima alla lista che elenca tutti i possibili sostituti di Higuain al Napoli c'è Pierre Aubameyang del Borussia Dortmund, ma il gabonese è davvero in ottima compagnia. Un altro nome che si è fatto a più riprese è quello di Romelu Lukaku, che per prezzo del cartellino (circa 50 milioni) e blasone della squadra di provenienza (l'Everton) è un obiettivo sicuramente più abbordabile. In quel caso però ci sarebbe una sfida all'ultimo sangue anche sul mercato: infatti la Juventus è molto interessata a Lukaku e sta preparando un'offerta monstre per questa estate. Molto 'chiacchierata' anche la voce che vorrebbe il Napoli su Kalinic, ma il croato sembra molto più defilato anche visto il momento non felicissimo sul piano realizzativo che sta attraversando alla Fiorentina. Kalinic potrebbe essere più un 'erede' di Gabbiadini come 'vice', qualora l'italiano decidesse di andar via. Un rincalzo prezioso anche in vista della possibile qualificazione Champions, un possibile sostituto del titolarissimo: Higuain, o chi per lui.




Commenta con Facebook