• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Lazio > Lazio, nasce la squadra di Simone Inzaghi. Guerrieri scalpita, occasione Morrison

Lazio, nasce la squadra di Simone Inzaghi. Guerrieri scalpita, occasione Morrison

Via Pioli, l'ex tecnico della Primavera prova a far rinascere i biancocelesti


Simone Inzaghi (Calciomercato.it)

04/04/2016 23:55

LAZIO INZAGHI GUERRIERI MURGIA MORRISON/ ROMA - Finisce l'era Stefano Pioli, inizia la nuova gestione Simone Inzaghi, scelto dalla Lazio per traghettare la squadra almeno nelle ultime sette giornate giornate di campionato e provare a centrare una qualificazione in Europa League oggi più che mai lontanissima. La sua Lazio nasce a Norcia, dove i biancocelesti sono andati in ritiro dopo il ko nel derby con la Roma. Simone Inzaghi ha già aggregato al gruppo cinque giocatori della Primavera che ha guidato con ottimi risultati (due Coppe Italia e una Supercoppa in bacheca) negli ultimi anni: Matosevic, Manoni, Germoni, Murgia e Mattia. Tra questi, il candidato numero uno a trovare spazio in prima squadra è Murgia, oltre al portiere Guerrieri, già arruolato con i grandi in questa stagione. Simone Inzaghi, alla guida della Primavera laziale, ha sempre giocato un calcio offesivo, schierandosi prevalentemente con il 4-3-3 (lo stesso modulo usato da Pioli) variandolo a volte con il 4-3-1-2. Nel primo caso, spazio in attacco a Felipe Anderson con Keita che potrebbe essere proposto da prima punta atipica e Kishna che scalpita per ritrovare il campo dopo l'infortunio. I punti fermi a centrocampo saranno Biglia e Parolo, mentre per completare il reparto, Inzaghi potrebbe affidarsi all'esperienza di Stefano Mauri. Per il momento, uomini contati in difesa: nell'esordio a Palermo si rivedrà il reparto che ha fatto (tanto) male nel derby formato da Patric, Bisevac e Hoedt, mentre bisognerà capire se Lulic darà la sua disponibilità a giocare terzino sinistro al posto di Braafheid. Punto interrogativo Morrison: l'inglese non ha legato con Pioli, tecnico che lo ha praticamente ignorato per tutta la stagione. Se Simone Inzaghi avrà bisogno di un treuqartista, l'ex Manchester United può essere l'uomo giusto.

S.F.




Commenta con Facebook