• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Pagelle > PAGELLE E TABELLINO DI INTER-TORINO

PAGELLE E TABELLINO DI INTER-TORINO

Icardi illude, Miranda risveglia tutti. Bruno Peres non convince, Belotti la ribalta


Belotti © Getty Images
Antonio Russo (Twitter @tonyrusso93)

03/04/2016 22:44

ECCO LE PAGELLE DI INTER-TORINO

 

INTER

Handanovic 6,5 – Non viene molto impegnato dalla squadra granata e si occupa solo dell’ordinaria amministrazione. Nel secondo tempo con una paratona su Belotti salva il risultato. Non può fare molto sulle reti di Molinaro e Belotti.

Santon 5 – Spinge molto su quella fascia anche se non riesce mai a mettere traversoni dal fondo. Nel secondo tempo si fa pescare fuori posizione sul gol di Molinaro. Dall’85’ Eder s.v.

Miranda 4,5 – Si rende molto pericoloso da calcio piazzato. Alla mezzora va vicinissimo al gol con un inserimento a fari spanti su un traversone dalla destra. Dorme in occasione dell’azione che porta Belotti a pochi passi da Handanovic. Sul gol di Molinaro, invece, concede decisamente troppo spazio a Maxi Lopez. Pochi minuti dopo con un entrataccia si busca la seconda ammonizione che gli costa la doccia anticipata. Pessima la sua gara.

Juan Jesus 5,5 – Gara dai due volti. Nel primo tempo mette la museruola a Maxi Lopez ed esce spesso dalla propria area palla al piede per impostare il gioco. Nella ripresa va spesso in affano sugli avversari, specie dopo l'espulsione di Miranda.

Nagatomo 5 – Rispetto a Santon si tiene più prudente, a protezione della propria area. Nella ripresa sembra voler osare di più, ma l’espulsione di Miranda cambia le sue intenzioni. Nel finale è protagonista in negativo del rigore del sorpasso granata. Ad onor del vero, l'episodio è parecchio dubbio.

Brozovic 6,5 – Rompe il gioco avversario con ripiegamenti sempre mirati e quando può si spinge in avanti per cercare fortuna. Con un inserimento si procura il rigore che porta i suoi in vantaggio.

Medel 6 – Morde le caviglie avversarie e recupera un numero imprecisato di palloni. Esce quasi sempre vincitore dai duelli a metà campo.

Ljajic 5,5 – Prova a dare pepe al match con qualche gioco di prestigio sulla trequarti. Man mano che passano i minuti si spegne e Mancini decide di fare a meno di lui. Dal 59’ Murillo 6 – Viene inserito per tamponare l’espulsione di Miranda, ma non può fare di più, la barca già sta affondando.

Palacio 6 – Prova a svariare su tutto il fronte d’attacco. Mancini lo sposta spesso facendogli ricoprire tutte e tre le posizioni sulla trequarti. Punge poco nel finale complice la doppia inferiorità numerica.

Perisic 5 - Non si accende praticamente mai e finisce per prendere solo botte dai fisici difensori granata. Gara opaca la sua.

Icardi 6,5 – Con freddezza trafigge dagli undici metri Padelli per il gol dell’1-0 nerazzurro. Di frequente arretra il proprio raggio d’azione per liberarsi dalla marcatura dei difensori granata e allargare il gioco. Dal 71’ Biabiany 5,5 – Non riesce ad essere molto incisivo e tocca pochi palloni.

All. Mancini 6,5 – La gara è di quelle spigolose, quelle prive di un padrone effettivo. I nerazzurri tengono abbastanza bene il Torino senza soffrire più di tanto i granata. I ragazzi di Mancini la sbloccano grazie ad un penalty e se la giocano bene a metà campo. Nella ripresa Miranda rovina la festa nerazzurra prima regalando troppo spazio a Molinaro, poi facendosi espellere per somma di ammonizioni. Infine, il rigore di Belotti e l'espulsione di Nagatomo mettono al tappeto l'Inter che ora si allontana ad otto lunghezze dal terzo posto.

 

TORINO

Padelli 6 – Sul rigore calciato da Icardi indovina l’angolo, ma non può fare di più, il penalty è ben indirizzato.

Bovo 6 – Spesso esce palla al piede dalla propria area e prova ad impostare il gioco dalle retrovie. Gioca nel complesso una buona gara.

Jansson 6 – Non commette sbavature e sostituisce degnamente il capitano Glik. Di testa è implacabile e non soffre più di tanto i forti attaccanti nerazzurri.

Moretti 5,5 – Con un intervento sciagurato procura il rigore che Icardi poco dopo realizza. Non impeccabile la sua prestazione.

Bruno Peres 5 – Prova a spingere su quella fascia, ma viene ben impattato da Nagatomo. Non riesce ad incidere da quel lato, gara da dimenticare per lui.

Benassi 5,5 – L’ex stella della primavera nerazzurra offre una prova opaca nel frastuono di ‘San Siro’. Non riesce mai a farsi notare dalle parti di Handanovic. Dal 79’ Farnerud s.v.

Vives 6 – Commette qualche brutto fallo e perde il personale duello con Medel. Non riesce a scandire i tempi di gioco ai granata. Dal 67’ Gazzi 6 – Con il suo ingresso il Toro trova finalmente geometrie a centrocampo, buono il suo spezzone.

Obi 5,5 – Prova qualche timido inserimento, ma finisce sempre per sbattere contro il muro nerazzurro. Non un granché la sua partita. Dal 56’ Baselli 6 – Si disimpegna bene a metà campo e riesce a contrastare Medel. Prestazione positiva la sua.

Molinaro 6,5 – Su quell’out arriva di frequente sulla trequarti, ma non riesce mai a mettere cross pericolosi al centro o ad arrivare quantomeno sul fondo. Nella ripresa con una grande penetrazione realizza la rete del pareggio.

Belotti 7 – A differenza di Maxi Lopez riesce a creare qualche grattacapo in più alla difesa dell’Inter. Fa a sportellate con la retroguardia nerazzurra e si guadagna qualche buona punizione. Nella ripresa si divora una clamorosa palla gol sparando addosso ad Handanovic. A una ventina di minuti dalla fine si procura un calcio di rigore che poco dopo realizza per il 2-1 del Torino.

Maxi Lopez 7 – Dopo l’ottima prestazione contro la Juventus delude tutti con un primo tempo scialbo. Nella ripresa, invece, entra col piglio giusta e comincia ad inventare calcio. C’è il suo zampino in entrambe le reti granata.

All. Ventura 6 – I granata soffrono le individualità nerazzurre. Il Torino non gioca una brutta partita, ma finisce per perdere i duelli a metà campo, il rigore poi completa la frittata nella prima frazione di tempo. I ragazzi di Ventura però escono dallo spogliatoio, nella ripresa, con le idee chiare e ribaltano il match con una grande prestazione.

 

Arbitro Guida 5,5 – Gestisce una gara decisamente difficile. Al 16’ Brozovic calcia verso la porta avversaria, Moretti va giù e la tocca con il braccio, calcio di rigore per l’arbitro, decisione che dai replay appare corretta. Nella ripresa, al 47’, Icardi si gira in area e va a terra, tocca la palla con la mano e il fischietto campano comanda fallo in attacco. La decisione sembra corretta. Giusta anche l'espulsione di Miranda mentre restano dubbi sul rigore concesso a Belotti che sembra cercare la gamba di Nagatomo, per l'occasione espulso. I replay lasciano molti dubbi.

 

TABELLINO

INTER-TORINO 1-2

Inter (4-2-3-1): Handanovic; Santon(dall’85’ Eder), Miranda, Juan Jesus, Nagatomo; Brozovic, Medel; Ljajic(dal 59’ Murillo), Palacio, Perisic; Icardi(dal 71’ Biabiany). A disp.: Kondogbia, Berni, Melo, Telles, Gnoukouri, D’Ambrosio, Carrizo, Jovetic. All. Mancini.

Torino (3-5-2): Padelli; Bovo, Jansson, Moretti; Bruno Peres, Benassi(dal 79’ Farnerud), Vives(dal 67’ Gazzi), Obi(dal 56’ Baselli), Molinaro; Belotti, Maxi Lopez. A disp.: Castellazzi, Maksimovic, Martinez, Zappacosta, Silva, Ichazo. All. Ventura.

Arbitro: Marco Guida di Torre Annunziata

Marcatori: 17’ Icardi (I), 55’ Molinaro (T), 73’ Belotti (T)

Ammoniti: 17’ Moretti (T), 19’ Miranda (I), 29’ Vives (T), 42’ Medel (I), 57’ Miranda (I), 82’ Bruno Peres (T), 88’ Molinaro (T), 90’ Belotti (T)

Espulsi: 57’ Miranda (I), 72’ Nagatomo (I)




Commenta con Facebook