• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Pagelle > PAGELLE E TABELLINO DI JUVENTUS-EMPOLI

PAGELLE E TABELLINO DI JUVENTUS-EMPOLI

Morata è incontenibile ma decide Mandzukic il match. Per l'Empoli buona prova offerta da Pucciarelli


Mario Mandzukic ©Getty Images
Rocco Crea (Twitter @Rocco_Crea)

02/04/2016 22:40

ECCO LE PAGELLE DI JUVENTUS-EMPOLI:

 

JUVENTUS

Buffon 6 – Vola e respinge in corner un tiro insidioso di Pucciarelli al 24’. Bello l’omaggio che lo Stadium gli regala poco prima dell’inizio del match.

Rugani 6,5 – Gioca senza mai fare fallo, ed anche con grande eleganza e sicurezza. Contro gli ex compagni dell’Empoli disputa sicuramente una delle partite migliori disputate in stagione.

Barzagli 6 – Qualche incertezza, tuttavia di poco conto, alle prime battute di gara nell’insolita posizione di centrale della difesa a tre, considerata l’assenza per squalifica di Bonucci. Poi nessun pericolo e solita buona prestazione.

Chiellini 6 – Gioca senza particolari affanni, tuttavia non è certamente il miglior Chiellini della stagione, anche perché il difensore è reduce dall’infortunio al polpaccio. Lo stesso problema che si ripresenta ad inizio ripresa, quando è costretto ad lasciare il posto a Cuadrado. Dal 62’ Cuadrado 6 – Si piazza sulla fascia destra e, con la sua velocità, spaventa subito Skorupski che difatti manca clamorosamente un’uscita coi piedi.

Lichtsteiner 6 – Botta d’esterno destro al 10’ da fuori area, bloccata da Skorupski. Ci riprova al 28’ ma l’estremo difensore empolese respinge. Si propone spesso nella prima mezz’ora, poi cala limitandosi a mantenere la posizione e a difendere.

Marchisio 7 – Solito gran lavoro sporco compiuto a ridosso della retroguardia. Sempre attento e preciso nel chiudere gli spazi e nelle tempistiche d’intervento. Prova anche lui la conclusione da fuori senza però trovare fortuna. Impossibile superarlo oggi.

Pogba 7 – Ottima la giocata no look che libera al tiro Mandzukic all’interno dell’area toscana, cosi come qualche recupero ed affondo. Lavora benissimo il pallone che poi serve morbidamente per il colpo di testa impietoso di Mandzukic. Conduce lui il gioco della Juventus nel primo tempo. Nel secondo si spegne un po’ ma sfiora il raddoppio sul finale da fuori area con un colpo da maestro.

Pereyra 4,5 – Ectoplasma in tutta la partita. L’argentino non porta palla, non si propone senza e non prova neanche ad abbassarsi per giocare ed entrare dunque in partita. La Juventus, senza troppi giri di parole, è quasi come se giocasse praticamente in dieci. Dall’81 Asamoah 6 – Nove minuti più recupero giocati bene, in cui sfiora addirittura il gol del raddoppio quando calcia a botta sicura, ma Skorupski miracola respingendo il pallone coi piedi. 

Evra 6 – Partita condotta senza eccessi, ma con il solito ordine tattico. Bene in fase difensiva, lascia l’opportunità di offendere a Lichtsteiner nel primo tempo.

Morata 7 – Spettacolare il tiro a giro con cui colpisce l’incrocio dei pali, lasciando Skorupski immobile al 23’. Il centravanti spagnolo è sempre mobile e gioca con disinvoltura, puntando spesso i difensori avversari e creando pericoli ad ogni pallone toccato. Gli manca solo il gol.

Mandzukic 6,5 – Si muove bene quando Pogba lo serve col contagiri al 15 ma, pur calciando di collo, non riesce ad angolare il tiro e Skorupski para. Trafigge Skorupski con un colpo di testa ravvicinato che regala il vantaggio ai bianconeri, ad un minuto dal termine del primo tempo. Dal 66’ Zaza 6,5 – Entra con la solita caparbietà ma viene ammonito per l’eccessiva foga dimostrata. Offre un contributo molto diverso da quello apportato da Mandzukic, perché corre tanto e pressa a perdifiato. Skorupski gli nega il gol deviando in corner la sua botta sul finale.

All. Allegri 6,5 – Buono il primo tempo della Juventus, nonostante l’Empoli non si dimostri certamente arrendevole. Nel secondo la squadra si spegne e lui si sbraccia in panchina. Deve lavorare molto con Pereyra, in particolar modo, e si arrabbia con Pogba quando il francese si intestardisce nel cercare la giocata impossibile, tuttavia succede di rado.

 

EMPOLI

Skorupski 6,5 – Respinge il tiro pericoloso di Mandzukic al quarto d’ora del primo tempo. Da rivedere le uscite, sia con le mani che con i piedi. Mostruoso nel respingere coi piedi il tiro a botta sicura da pochi centimetri di Asamoah sul finale e abile nel respingere la conclusione di prima ad opera di Zaza.

Bittante 6,5 – Miracoloso nel compiere una diagonale che, di fatto, sventa un pericoloso contropiede orchestrato da Pogba al 38’. Per il resto partita giocata bene.

Tonelli 6 – Gioca senza commettere sbavature. Con l’ingresso di Zaza il da farsi aumenta vistosamente perlomeno sotto l’aspetto atletico. Ma regge bene l’urto.

Costa 5,5 – Quando Morata lo punta sono dolori, anche se non sempre concede il duello allo spagnolo. Va in affanno quando si tratta di costruire il gioco dalle retrovie.

Mario Rui 5,5 – Perfetto fino al vantaggio della Juventus. Il portoghese non è un fulmine di guerra ma gioca sempre bene il pallone e con personalità. Sovrastato da Mandzukic in occasione del gol, la colpa più grave è quella di non aver azionato la trappola del fuorigioco al momento del cross di Pogba.

Paredes 5,5 – Soffre il dovuto in mezzo al campo contro la Juventus. Appare più in difficoltà quando si tratta di organizzare il gioco, anche perché piuttosto lento.

Buchel 5,5 – Non malissimo in fase di contenimento, tuttavia mancano le verticalizzazioni e gli inserimenti senza palla. Dal 54’ Croce 5,5 – Sempre ordinato tatticamente, avrebbe però dovuto fornire un supporto maggiore in fase offensiva. Ma non arriva.

Zielinski 5,5 – Piccola involuzione per il talentuoso centrocampista classe ’94 nelle ultime apparizioni. Anche allo Stadium si propone poco e verticalizza meno. Si dedica soltanto ai compiti di natura difensiva. Poco per mettere in difficoltà la Juventus. Prova una conclusione al 75’ che tuttavia non costituisce pericolo per Buffon.

Saponara 5,5 – Si divora la rete del possibile vantaggio a tre metri dalla porta, sugli sviluppi di un calcio d’angolo. Per il resto, la sua gara offre qualche buono spunto ed un tipo di gioco sempre concreto palla al piede. Ma l’errore iniziale gli impedisce di raggiungere la sufficienza. Esce per infortunio. Dal 60’ Piu 5 – Praticamente invisibile dal suo ingresso in campo, l’unica giocata degna di nota è il pressing su Buffon che di fatto concede un lieve sussulto ai tifosi della Juventus. Ma ci sarebbe stato bisogno di ben altro.  

Pucciarelli 6,5 – Impegna Buffon a metà del primo tempo con un tiro insidioso che il numero 1 bianconero devia in tuffo. E’ il giocatore più mobile di tutti quelli offensivi proposti da Giampaolo, perché pressa e corre bene. Migliore in campo dei suoi.

Maccarone 6 – Colpisce di testa in tuffo su assist di Bittante nel primo tempo, facendo cosi venire i brividi a Buffon. Riesce a dialogare talvolta con Pucciarelli, ma sotto porta gli manca il guizzo giusto. Dal 75’ Krunic s.v.

All. Giampaolo 6 – Buono l’atteggiamento del suo Empoli allo Stadium, lo si capisce da come la squadra gioca i tranquillità palla al piede anche quando si tratta di uscire da situazioni che potrebbero. Manca però la sfrontatezza necessaria per fare davvero male a questa Juve.

 

Arbitro: Calvarese 6 – Quando Morata viene atterrato fallosamente in area da Bittante, l’azione è già ferma per fuorigioco dello stesso spagnolo rientrato in ritardo al momento del tiro di Lichtsteiner. Millimetrica la segnalazione ma corretta, anche se il pubblico rumoreggia. Nessun errore nel prosieguo del match, anche se sul finale Zaza si lamenta non poco per la mancata concessione di un calci di rigore. La decisione di Calvarese però sembra corretta.

 

TABELLINO

JUVENTUS-EMPOLI 1-0

Juventus (3-5-2): Buffon; Rugani, Barzagli, Chiellini (dal 54’ Cuadrado); Lichtsteiner, Pogba, Marchisio, Pereyra (dall’81 Asamoah), Evra; Morata, Mandzukic (dal 66’ Zaza). A disp.: Hernanes, Neto, Sturaro, Padoin, Lemina, Romagna, Rubinho. All. Allegri.

Empoli (4-3-1-2): Skorupski; Bittante, Tonelli, Costa, Mario Rui; Paredes, Buchel (dal 54’ Croce), Zielinski, Saponara (dal 60’ Piu); Pucciarelli, Maccarone (dal 75’ Krunic). A disp.: Camporese, Diousse, Cosic, Zambelli, Maiello, Pelagotti, Pugliesi. All. Giampaolo.

Marcatori: 44’ Mandzukic (J)

Arbitro: Gianpaolo Calvarese (Sez. di Teramo)

Ammoniti: 45’ Lichtsteiner (J), 53’ Paredes (E), 67’ Zaza (J), 85’ Tonelli (E)

Espulsi: 




Commenta con Facebook