• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Milan > Milan, Albertini: "Nessun giocatore di ora sarebbe nel 'mio' Milan"

Milan, Albertini: "Nessun giocatore di ora sarebbe nel 'mio' Milan"

L'ex centrocampista rossonero ricorda la sua esperienza sotto la guida di Sacchi


Demetrio Albertini © Getty Images

31/03/2016 19:14

MILAN ALBERTINI SACCHI / MILANO - Il Milan di Sacchi è senza dubbio una delle formazioni che ha rivoluzionato il calcio mondiale. E Demetrio Albertini è stato uno degli interpreti di quella squadra capace di vincere tutti i trofei possibili: "Sacchi mi ha preso dalla Primavera e mi ha fatto esordire in prima squadra, poi abbiamo vissuto tanti anni insieme in Nazionale", ha ricordato l’ex vicepresidente della Figc a 'ansa.it' dove ha aggiunto: "Ero un esordiente, quindi all'epoca non sapevo se fosse normale o meno, ma si faticava da matti. 

Fuori dal campo pretendeva la massima serietà: 'O fate i calciatori o i playboy'. A volte se ne usciva con simili frasi a effetto. Poi, secondo me, ci vuole sempre un certo equilibrio. Sacchi è stato maniacale, questo spesso è un pregio ma tante volte può essere un limite. Comunque ci ha portato a traguardi considerati impossibili. Ha cambiato la mentalità del nostro calcio, e per me la cosa più bella è che mi ha insegnato a fare il professionista, a essere maniacale anche adesso, come dirigente e come persona". 

L'intervista si è conclusa poi con un parallelo tra il suo Milan e quello attuale: "Tutto deve essere provato, ma obiettivamente lo sarebbero in pochi. E mi viene difficile pensare a un mio compagno di squadra di allora che sostituirei con un calciatore del Milan di oggi".

D.G.




Commenta con Facebook