• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Fiorentina > Fiorentina, Montella: "L'esonero? L'ho saputo via mail. Poi Della Valle mi ha sempre rimbalzato"

Fiorentina, Montella: "L'esonero? L'ho saputo via mail. Poi Della Valle mi ha sempre rimbalzato"

Il tecnico della Sampdoria torna sul travagliato addio ai viola


Vincenzo Montella ©Getty Images

30/03/2016 11:47

FIORENTINA MONTELLA ESONERO / FIRENZE - Vincenzo Montella torna a Firenze, questa volta da avversario. Ed in un'intervista concessa al 'Corriere Fiorentino', il tecnico della Sampdoria torna a parlare del travagliato addio alla Fiorentina: "Una storia lunga. L'ho saputo via mail, poi mi chiamò Rogg. I motivi? Non li so. O forse sì. Avevo palesato da tempo la volontà di non continuare a quelle condizioni, per me era finito un ciclo. La società non la pensava allo stesso modo e quindi hanno fatto accasare tutte le altre squadre per poi esonerarmi. Questo il succo della questione. Hanno tolto un competitor. Sulla clausola invece sono state scritte tante storie. Personalmente la rifarei: con i dirigenti avevamo un gentlemen agreement che per me vale più di tante firme. C’era un patto per non farla rispettare qualora avessi voluto cambiare squadra, ma quell’accordo non è mai stato rispettato. Eppure un dirigente già prima dell’estate mi aveva confermato che se avessi voluto mi sarei potuto ritenere libero... Con la Samp l’accordo è successivo, lì a Firenze questa storia ve l’hanno saputa raccontare. Con Della Valle ci siamo rivisti per la partita dell’Italia al Franchi. Ho provato a chiamarlo tante volte ma sono sempre stato rimbalzato. Alla fine ho smesso, ma la voglia di chiarire resta ancora".

Montella, poi, analizza la Fiorentina di Paulo Sousa: "Un ottimo allenatore, scelta giusta. Ha una filosofia giusta e non mi stupisce che abbia fatto così bene. Non saprei dire se questa Fiorentina sia più forte della mia, di sicuro si sono goduti Bernardeschi che con me invece è stato quasi sempre infortunato. L'anno prossimo? Resto a Genova, ho un contratto. Ma senza clausola".

L.P.




Commenta con Facebook