• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Italia > Italia-Spagna, Conte: "Il terrore non rovinerà la gioia del calcio. Pirlo-De Rossi? Io dico Giovinc

Italia-Spagna, Conte: "Il terrore non rovinerà la gioia del calcio. Pirlo-De Rossi? Io dico Giovinco..."

Il commissario tecnico ha parlato a circa 24 ore dalla sfida di prestigio con gli iberici


Antonio Conte © Getty Images
Omar Parretti (@omarJHparretti)

23/03/2016 20:35

ITALIA SPAGNA CONFERENZA STAMPA CONTE / UDINE - Antonio Conte ha preso la parola in conferenza stampa alla vigilia del match tra la sua Italia e la Spagna. Calciomercato.it ha seguito per voi in diretta le parole del commissario tecnico della Nazionale azzurra.

Ecco il mister: "E' già la seconda volta purtroppo che ci capita di giocare dopo degli attentati, successe anche dopo i fatti Parigi. Il livello di attenzione da parte di tutti deve salire ancora. Europei? Mi auguro che ci sia molta sicurezza e spero che non ci si abitui mai a convivere con questi eventi. Tornare in campo è la miglior risposta a chi ci vuole mettere paura, ma è logico che non si possa fare finta di niente, ed anche i ragazzi lo sanno bene e ne abbiamo parlato. Una partita di calcio è gioia e festa, non ce la faremo rovinare".

PIRLO E DE ROSSI - "I prossimi sono impegni che terrò molto in considerazione, ed infatti in queste ultime convocazioni abbiamo fatto scelte molto ampie. Dopo Spagna e Germania vedremo di avere dei responsi, specie dai nuovi arrivati, voglio vedere già in allenamento se potranno entrare nel gruppo per EURO2016. Chi non è qui adesso sarà comunque ancora tenuto in considerazione in Italia come in America, e non scordiamoci di Giovinco. E' chiaro però che ho alcune idee..."

LA PARTITA - "Non è facile prepare una gara con gente che non vedi da tantissimo tempo, ma al solito ho trovato disponibilità dai ragazzi. Gli iberici sono molto molto forti ed anche tra i favoriti dell'Europeo; per noi un banco di prova importante per avere delle risposte. Formazione? Non abbiamo potuto mettere nemmeno i teloni oggi, cos'è una presa in giro? Già avete visto... (ride, ndr)".

APPARTENENZA - "Agli Europei saremo squadra e non una selezione. I ragazzi, ripeto, sono delle 'spugne'; domani un altro step per vedere il nostro percorso fatto fino ad ora. Trovo davvero dei giocatori con entusiasmo e questo mi dà fiducia".

CHIAREZZA - "Annuncio addio prematuro? A me era stata chiesta chiarezza e io l'ho data. Mi spiace solo che alle volte si tenda solo a creare del disordine, questa è stata un'esperienza fantastica che auguro a tutti, pensavo solo di essere chiamato in causa più spesso".




Commenta con Facebook