• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > esclusivo > Carpi, ESCLUSIVO Benussi risponde a Bonacini: "Inadatti? Una giustificazione"

Carpi, ESCLUSIVO Benussi risponde a Bonacini: "Inadatti? Una giustificazione"

Il portiere del Vicenza risponde al numero uno degli emiliani


Francesco Benussi © Getty Images
ESCLUSIVO
Giorgio Elia

23/03/2016 15:37

CARPI POLEMICA BONACINI BENUSSI PALERMO SALVEZZA ZAMPARINI / VICENZA - "Sono andati via oltre dieci giocatori che non erano adatti al nostro calcio". Queste le parole di qualche giorno fa di Stefano Bonacini numero uno del Carpi, che aveva individuato nella rivoluzione nel mercato di gennaio uno dei motivi di ripresa della sua squadra. Tra i giocatori ceduti nella sessione di riparazione anche il portiere Francesco Benussi approdato a Vicenza. Un pensiero quello del patron del Carpi non andato giù allo stesso Benussi il quale, ai microfoni di Calciomercato.it, ha così replicato: "Noi inadatti? Un termine sinceramente poco felice. Pensare che gente come Borriello, Spolli e altri con diverse presenze in serie A possano essere inadatti per giocare a Carpi, mi suona come una giustificazione. La carta d'identità nel calcio di oggi ha il suo peso e a volte non hai la considerezione che meriteresti. Carpi è comunque una bella realtà e sono felice di quanto fatto dai miei ex compagni".

Che idea si è fatto della lotta per non retrocedere?

"Terrei fuori da questo discorso Genoa e Sampdoria. Il Palermo è invischiato in questa lotta, ma penso che la piazza possa aiutare la squadra nelle partite interne. Il Carpi è vero ha mostrato grande solidità, ma vedo i rosanero favoriti nella corsa alla salvezza".

Novellino ha paragonato Vazquez a Recoba.

"Recoba al Venezia fu fondamentale per il carisma e per i gol fatti, la maggior parte su palla inattiva. Non vedo grosse somiglianze con Vazquez, a mio avviso più mobile e con una visione di gioco migliore dell'uruguaiano. Lui, Gilardino e Sorrentino rappresentano certamente gli effettivi che più possono esser importanti per il Palermo in questo finale di stagione".

Nell'occhio del ciclone è finito Zamparini con le sue scelte...

"Di Zamparini non dimenticherò mai quanto avvenuto in una partita tra Venezia ed Empoli. Io giocavo con i veneti e nel primo tempo con la squadra sotto di due reti il patron decise di esonerare Novellino all'intervallo. Nella ripresa la squadra reagì e ribaltò il risultato e nei giorni successivi fece fronte comune per tenere sulla panchina Novellino. Zamparini è questo a volte vittima della sua istintività, ma comunque un presidente generoso e che fa stare la sua squadra sempre sul pezzo".

Nel Palermo del futuro potrebbe trovare posto il giovane Alastra...

"Intanto se fossi nei dirigenti del Palermo farei di tutto per tenere Sorrentino, un portiere che a mio avviso oggi per rendimento è alla pari di Buffon. Detto questo senza dubbio Alastra ha mostrato grandi potenzialità e crescere al fianco di Stefano e con un preparatore bravo come Sicignano potrà solo farlo migliorare con il tempo".




Commenta con Facebook