• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Italians & Passengers > ITALIANS - Pellè incubo di Klopp. Levante: Rossi-super, ma non basta

ITALIANS - Pellè incubo di Klopp. Levante: Rossi-super, ma non basta

Le pagelle e i top/flop del fine settimana dei giocatori italiani all'estero


Giuseppe Rossi © Getty Images
Michele Furlan (Twitter: @MicheleFurlan1)

22/03/2016 17:00

ITALIANS PAGELLE GIOCATORI ITALIANI ESTERO EX STRANIERI SERIE A / ROMA - Torna su Calciomercato.it l'appuntamento settimanale con Italians: ecco le pagelle dei giocatori italiani all'estero e i top ed i flop dell'ultimo turno di campionato. Questa settimana al top troviamo nuovamente Pellè, Giovinco e Giuseppe Rossi ma anche Vincenzo Rennella e Vincenzo Grifo. Disastroso il Leeds di Antenucci, Bellusci e Silvestri. Delude anche un appagato Thiago Motta

 

ITALIANS - LE PAGELLE DEI GIOCATORI ITALIANI ALL'ESTERO

 

FABIO BORINI (Sunderland): 6 - Partita sufficiente per l'ex attaccante della Roma. Il suo Sunderland impatta 1-1 nel derby con il Newcastle. L'italiano gioca una partita di grande generosità e sacrificio e forse arriva troppo poco lucido nei pressi della porta avversaria. 

MATTEO DARMIAN (Manchester United): 6 - Sembrava non dovesse partire titolare ed invece van Gaal si è fidato di lui. L'ex Torino ha giocato una partita positiva. Bene sulla fascia destra, più incerto quando è stato costretto a giostrare a sinistra. 

ANGELO OGBONNA (West Ham): 6,5 - Oramai una certezza per Bilic. Il suo West Ham viene rimontato per ben due volte dal Chelsea ma l'ex Juventus non sfigura, anzi, gioca una gara da vero leader della linea difensiva. Più sicuro dei colleghi di reparto, sta vivendo una stagione importante.  

VITO MANNONE (Sunderland): 6 - Prova sufficiente anche per l'altro italiano dei 'Black Cats'. Mannone è una sicurezza a difesa della porta del Sunderland anche se nella partita col Newcastle non è chiamato a compiere i soliti miracoli. Non ha particolari colpe sulla rete di Mitrovic. 

GRAZIANO PELLE' (Southampton): 8 - Altra grande partita per l'ariete di Ronald Koeman nella pazza rimonta sul Liverpool. Il centravanti azzurro tiene in costante apprensione la retroguardia 'Reds': si procura un rigore (fallito da Mané) effettua due assist ben concretizzati dallo stesso attaccante africano e segna uno splendido gol che pareggia i conti. 

ALBERTO PALOSCHI (Swansea): in panchina nella partita contro l'Aston Villa.

FEDERICO MACHEDA (Nottingham Forest): 5,5 - Il suo debutto con il Nottingham Forest viene frustrato dalla sconfitta in casa del più quotato Derby County. Schierato al centro dell'attacco mostra lo spirito giusto ma l'affiatamento deve ancora crearsi ed esce di scena al minuto 70.

GABRIELE ANGELLA (Qpr): 5,5 - Poco sicuro nella trasferta col Preston North End. Né lui né Hill regalano sicurezza ad una retroguardia che traballa e che viene infilata colpevolmente in occasione della rete del pareggio dei padroni di casa.

MARCO SILVESTRI (Leeds United): 5,5 - Merita mezzo voto in più perché nel primo tempo para un calcio di rigore fondamentale. Poi crolla insieme alla squadra e ne incassa quattro, senza mostrare la solita sicurezza.

MIRCO ANTENUCCI (Leeds United): 4,5 - Di solito molto attivo e intraprendente, contro l'Huddersfield non si vede l'Antenucci 'furioso'. Troppo blando e poco voglioso di infuocare l'area avversaria, viene anche servito poco e male dai compagni. 

GIUSEPPE BELLUSCI (Leeds United): 4 - Semplicemente disastroso nel black-out che porta il suo Leeds a prendere 4 gol da una squadra oggettivamente inferiore. Sbaglia scelte e tempi di gioco, posizionamenti e gestione del pallone. Peggio di così non si poteva fare. 

FERNANDO FORESTIERI (Sheffield Wednesday): 7 - Assoluto punto di forza degli 'Owls'. Nel 3-0 col Charlton è uno dei più attivi. Sfiora la rete nel primo tempo e suggella il 2-0 con un colpo di testa su ribattuta del portiere. Regista offensivo, sta trascinando lo Sheffield già da inizio anno.

MICHAEL AGAZZI (Middlesbrough): in panchina nella partita contro l'Hull City. 

DIEGO FABBRINI (Birmingham): non convocato.

MARCO VERRATTI (Psg): infortunato. 

THIAGO MOTTA (Psg): 5,5 - L'appagamento per il titolo già raggiunto colpisce anche l'italo-brasiliano. Il regista di Laurent Blanc ci prova ma nello 0-2 patito col Monaco mostra di avere le idee appannate, anche se prova con insistenza a far girare la squadra al meglio. 

SALVATORE SIRIGU (Psg): in panchina nella partita col Monaco.

ANDREA RAGGI (Monaco): 6,5 - Schierato a destra nella sfida col Psg, inizia in maniera titubante ma poi sale in cattedra. Si propone ed è molto bravo a presidiare la propria corsia in fase difensiva. Gli avanti parigini sbattono sul suo muro, che diventa invalicabile man mano che passano i minuti. 

PAOLO DE CEGLIE (Marsiglia): in panchina nella partita contro il Rennes. 

CHRISTIAN BATTOCCHIO (Brest): 5,5 - Qualche spunto ma è troppo poco. L'italo-argentino non riesce a ispirare il suo Brest che pareggia 0-0 con la capolista Dijon. Un risultato da non disprezzare ma dall'ex under-21 ci si aspettava qualcosa di più.

LUCA MIRACOLI (Tours): non convocato. 

GIULIO DONATI (Mainz): squalificato. 

LUCA CALDIROLA (Darmstadt): 5,5 - Senza infamia e senza lode nella gara pareggiata 1-1 dal suo Darmstadt contro il Wolfsburg. Schierato terzino sinistro, è insolitamente timido nella proposizione ma anche più ordinato del solito in difesa. Lo si vede troppo poco ma non demerita in particolar modo. 

GIANLUCA CURCI (Mainz): in panchina nella partita contro il Werder Brema. 

DANIEL CALIGIURI (Wolfsburg): s.v.

FEDERICO BARBA (Stoccarda): infortunato. 

VINCENZO GRIFO (Friburgo): 7 - Il Friburgo corre spedito verso il ritorno in Bundesliga ed il merito è anche di Grifo. Nella vittoria sul Kalsruher tutto viene deciso da una sua fiammata nella ripresa: corner guadagnato ed assist per il colpo di testa di Frantz che vale tre punti d'oro. 

MARCO ANDREOLLI (Siviglia): infortunato.

DANIELE BONERA (Villarreal): in panchina nella partita contro il Barcellona. 

CRISTIANO BIRAGHI (Granada): 6 - Nella gara tra il suo Granada ed il Rayo Vallecano è costretto a chiudere spesso in difesa. Soffre ma riesce ad essere efficace, uscendo comunque con la sufficienza nonostante le due reti incassate dal club andaluso. 

CRISTIANO PICCINI (Betis Siviglia): infortunato. 

GIUSEPPE ROSSI (Levante): 7 - Non è appariscente ma risulta letale. Il suo Levante cede nel finale col Deportivo La Coruna. La squadra di Valencia però aveva raddrizzato la gara proprio grazie ad una meraviglia di 'Pepito', che sta mostrando i colpi di classe di cui è sempre stato capace. 

VINCENZO RENNELLA (Valladolid): 7,5 - Doppietta da autentico rapace d'area di rigore per l'attaccante italo-francese che sigilla la vittoria del suo Valladolid contro il Llagostera. Succede tutto nella ripresa sugli sviluppi di due differenti corner: i play-off non sono più un sogno. 

ALBERTO AQUILANI (Sporting Lisbona): 6 - Entra al 61' con la squadra in vantaggio di 5 gol. Pecca in concentrazione ma tutto sommato strappa la sufficienza. 

EZEQUIEL SCHELOTTO (Sporting Lisbona): 5,5 - La sua squadra vince 5-1 ma l'ex Inter non strappa un voto alto. Sufficiente sulla fascia destra ma poteva fare di più. Le reti arrivano quasi tutte dalla corsia opposta e il ritorno dell'Arouca nella ripresa passa dal suo lato. 

SALVATORE BOCCHETTI (Spartak Mosca): 6,5 - Senza troppi patemi. Amministra con autorevolezza la difesa del suo Spartak che rifila 4 reti all'Anzhi Makhachkala, sempre più ultimo. L'ex Milan gioca una gara convincente, come quasi tutti i compagni di squadra. 

DOMENICO CRISCITO (Zenit): s.v

STEFANO OKAKA (Anderlecht): l'Anderlecht sarà impegnato il prossimo 3/4 contro il Genk.  

DAVIDE PETRUCCI (CFR Cluj): 5 - Impalpabile nel deludente 0-0 casalingo contro il Petrolul fanalino di coda. Il numero 10 del Cluj non si inventa nulla e risulta ininfluente sulle sorti del gioco della propria squadra. Esce dopo pochi minuti dall'inizio della ripresa. 

ALEX VALENTINI (Lugano): 6 - Torna titolare e gioca una partita di buon livello nella vittoria esterna del Lugano sul Grasshoppers. Sicuro tra i pali e nelle uscite, infonde sicurezza al reparto in una giornata positiva. 

ORLANDO URBANO (Lugano): 6 - Anche il difensore scuola Juventus regala una prestazione ben diversa da quelle viste finora. Attento e concentrato, i suo sforzi (e quelli del reparto) vengono premiati dalla rete di Culina nel finale. 

MARIO PICCINOCCHI (Lugano): 6 - Poco appariscente autore di una partita sostanziosa e preziosa. La sua regia è a tratti oscura ma vitale per le trame del Lugano che regge l'urto contro una squadra tecnicamente più dotata. 

STEFANO NAPOLEONI (Basaksehir): in panchina nella partita contro il Konyaspor. 

GIANDOMENICO MESTO (Panathinaikos): 6,5 - Spinge e difende bene nel 4-0 del Panathinaikos contro l'Iraklis. Spina costante nel fianco destro della squadra avversaria, ripiega bene e mette la pezza su alcune sbavature. Si è ripreso alla grande dopo il derby.

RAFFAELE DE VITA (Ross County): in panchina nella partita contro l'Inverness. 

SEBASTIAN GIOVINCO (Toronto FC): 7 - Il suo Toronto Fc perde in casa con lo Sporting Kansas City ma la 'Formica Atomica' è il grande protagonista. Autore di un vero e proprio 'one man show', gli manca solamente il gol ma crea tantissime occasioni nitide. Sfortunato e poco assistito dai compagni. 

ANDREA PIRLO (New York City): 6,5 - Il New York City incappa nella sconfitta interna con l'Orlando ma l'ex Juventus strappa un buon voto. La squadra della 'Grande Mela' dipende dalle giocate del regista italiano che, anche se poco dinamico, risulta prezioso in ogni azione che confeziona. 

MARCO DONADEL (Montreal Impact): non convocato.

ANTONIO NOCERINO (Orlando city): 6 - L'inizio è decisamente positivo. L'ex Milan sta prendendo le misure ma in breve tempo diventerà inamovibile nela mediana dell'Orlando City, di cui sta diventando un elemento 'box to box'. Stay tuned. 

PAOLO TORNAGHI (Vancouver Whitecaps): in panchina nella partita contro i Seattle Sounders. 

FEDERICO PIOVACCARI (Western Sydney Wandererers): non convocato.

IACOPO LA ROCCA (Adelaide United): 6 - La difesa dell'Adelaide United regge nel big match con il Western Sydney Wanderers. La Rocca guida il reparto con buona sicurezza approfittando anche della scarsa vena offensiva dell'avversario. 

PABLO DANIEL OSVALDO (Boca Juniors): 4 - Impalpabile nella sconfitta del suo Boca Juniors in casa del Lanus. Schierato al centro dell'attacco, gioca una gara negativa senza lasciare il segno. Che delusione. 


ITALIANS - TOP E FLOP ITALIANI ALL'ESTERO

 

I TOP 3 DEL WEEKEND

GRAZIANO PELLE' (Southampton): 8 - Ci ha preso gusto l'ariete del Southampton. Dopo la doppietta con lo Stoke City arriva la partitona contro il Liverpool. I 'Reds', avanti di due gol, si trovano a dover fare i conti con un super Pellè. Il centravanti si procura un rigore (sbagliato da Mané), realizza due assist per lo stesso Mané e segna la rete del 2-2 con un tiro da fuori di rara bellezza. Incontenibile per qualsiasi difensore. Klopp se lo sognerà per tutta la settimana. 

VINCENZO RENNELLA (Valladolid): 7,5 - Gloria anche per Vincenzo Rennella, 27enne italiano di origine francese che ha cominciato la stagione al Betis ma ora è al Valladolid. Grazie ad una sua doppietta da rapinatore d'area contro il Llagostera il club castiglianoleonese sogna l'aggancio alla zona play-off che dista solamente due punti. Per Rennella una rivincita dopo il periodo di appannamento che lo avevo portato al salto (in basso) di categoria. 

GIUSEPPE ROSSI (Levante): 7 - Giuseppe Rossi è tornato ad essere 'Pepito'. La casacca del Levante lo sta rivitalizzando nonostante i risultati alterni del collettivo valenciano. Nella sconfitta esterna di La Coruna, l'attaccante italiano ha segnato la rete del momentaneo 1-1 con un gioiello di rara bellezza, mettendo a sedere metà difesa galiziana. La sconfitta è arrivata comunque, ma 'Pepito' può gustarsi il sapore del ritorno ad alti livelli.


I FLOP 3 DEL WEEKEND

MIRCO ANTENUCCI (Leeds): 4,5 - Solitamente in veste di salvatore della patria (con patria intesa come Leeds United), nella inaspettata sconfitta con l'Huddersfield gioca colpevolmente nei panni della comparsa. Impalpabile nella manovra offensiva e come riferimento in area, non viene assistito dai compagni e si muove troppo poco. Non è un caso se la squadra dello Yorkshire riesce a realizzare una sola rete. 

GIUSEPPE BELLUSCI (Leeds): 4 - La disfatta del Leeds in casa contro l'Huddersfield colpisce anche l'ex Catania ed Ascoli che gioca una gara disastrosa. Schierato come sempre al centro della difesa, non riesce a fronteggiare l'avanzata avversaria. Tempi e posizionamenti sono sbagliati, le giocate sono troppo spesso forzate. Dal collega di reparto Bamba arriva però poca collaborazione. 

PABLO DANIEL OSVALDO (Boca Juniors): 4 - Rientra da un infortunio ma la partita giocata in casa del Lanus è troppo brutta per essere vera. Le 'Xeneizes'cedono 2-0 contro il 'Granate' capolista. L'italo-argentino, schierato al centro dell'attacco, non riesce ad essere incisivo, anzi scompare per larghi tratti della gara. Le statistiche sono impietose: finora tre presenze e zero gol.  

 




Commenta con Facebook