• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Germania > Bayern Monaco, Toni: "Lewandowski avvantaggiato rispetto a me! Ancelotti perfetto per i bavaresi"

Bayern Monaco, Toni: "Lewandowski avvantaggiato rispetto a me! Ancelotti perfetto per i bavaresi"

L'ariete dell'Hellas Verona ha commentato il record stabilito dall'attaccante polacco


Luca Toni ©Getty Images

22/03/2016 15:08

TONI BAYERN MONACO LEWANDOWSKI GUARDIOLA ANCELOTTI / MONACO DI BAVIERA (Germania) - Robert Lewandowski 'batte' Luca Toni. Il bomber polacco, infatti, è arrivato a quota 25 gol in 27 giornate, diventando il miglior marcatore straniero della storia del Bayern Monaco nell’arco di un’unica stagione. Un primato che, fino alla scorsa settimana, era dell’ariete di Modena che lo aveva stabilito nella stagione 2007-08: "Guardiola mi ha parlato di Robert e mi ha detto che è un professionista serio. È uno che lavora e vive 24 ore al giorno in funzione del Bayern. Per questo non sono arrabbiato per il fatto che mi ha scippato il record: se lo è meritato", ha spiegato l’attuale attaccante dell’Hellas Verona nella lunga intervista rilasciata alla 'Bild' dove ha aggiunto: "Per lui oggi è più facile di quanto lo fosse per me. Quando c’ero io il Bayern non era quello attuale, il club era all’inizio del percorso di crescita. Nella corsa al titolo di capocannoniere, ha il vantaggio di giocare in una squadra perfetta".

GUARDIOLA - "Io e Pep siamo amici. Ogni volta che vado a Monaco lo sento. Mi ha detto che ha deciso di andar via perché dopo tre anni ha bisogno di nuovi stimoli e ha voglia di allargare gli orizzonti. Credo che possa lasciare Monaco vincendo il triplete. Certo, ci vuole anche un po’ di fortuna, ma il precedente del 2013 fa ben sperare".

ANCELOTTI - "Non è facile migliorare questa squadra che è già a livelli altissimi. Ma Carlo ha vinto tre Champions League, ha una grandissima esperienza: è perfetto per il Bayern. Parliamo di un vincente, ha avuto successo ovunque è andato. Ed è sempre gentile con tutti: collaboratori, giocatori, giornalisti. Purtroppo non l’ho mai avuto come allenatore, ma tutti quelli con cui ho parlato lo adoravano. Perfino chi giocava poco".

D.G.




Commenta con Facebook