• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > In evidenza > LA MOVIOLA DI CM.IT: Maxi Lopez, il fuorigioco non c’è. Hoedt-Honda è da rigore

LA MOVIOLA DI CM.IT: Maxi Lopez, il fuorigioco non c’è. Hoedt-Honda è da rigore

Rizzoli è disastroso nel derby della Mole. Tagliavento si perde un rigore per il Milan


Nicola Rizzoli ©Getty Images
Antonio Russo (Twitter @tonyrusso93)

21/03/2016 07:45

MOVIOLA 30A GIORNATA RIZZOLI TAGLIAVENTO MAXI LOPEZ JUVENTUS MILAN / TORINO – Il turno prima della sosta pasquale porta in dote una classe arbitrale davvero fuori forma. Tante, tantissime le insufficienze. La più clamorosa è quella nel derby di Torino, dove Rizzoli annulla una rete regolare ai granata e non espelle due giocatori della Juventus. Male anche Tagliavento in Milan-Lazio, dove ai rossoneri manca un penalty. Gli unici ad uscire indenni dal burrascoso weekend sono Russo, Valeri e Gervasoni, che quantomeno riescono a strappare la sufficienza.

EMPOLI-PALERMO 0-0, arbitro Massa 5,5 – Dirige una gara dai ritmi narcolettici. Nella ripresa vi sono le proteste dell’Empoli per un presunto fallo di mano in area da parte di Andelkovic, ma le immagini sembrano dare ragione all’arbitro. Spezzetta troppo il gioco e, in un’occasione, si lascia andare ad una facile ammonizione ai danni di Jajalo.

ROMA-INTER 1-1, arbitro Orsato 5 – Annulla giustamente un gol a Salah per fuorigioco. Sbaglia, invece, al 35’ quando non fischia un chiaro fallo di Keita ai danni di Brozovic. Nella ripresa, infine, lascia correre un presunto fallo di mano di Miranda. La situazione è davvero al limite, difficile da valutare.

ATALANTA-BOLOGNA 2-0, arbitro Giacomelli 5 – Alla mezzora annulla un gol a Maietta per fuorigioco, i replay danno ragione all’arbitro. L’azione che porta l’Atalanta al raddoppio è viziata da un fallo di Pinilla. Giustamente ammonisce Giaccherini per simulazione. Dubbio il rigore concesso a Gomez così come la doppia ammonizione comminata a Gastaldello. Nel complesso arbitraggio senza uniformità.

VERONA-CARPI 1-2, arbitro Russo 6 – La partita è di quelle più facili, ma lui non si lascia attrarre da inutili personalismi. Dirige il match con raziocinio senza commettere sbavature. Nessun episodio da moviola da segnalare.

FROSINONE-FIORENTINA 0-0, arbitro Valeri 6 – Al 17’ proteste in area viola per un presunto fallo di Rodriguez ai danni di Ciofani. In realtà il difensore viola prende in pieno la palla, giusto quindi non concedere il rigore. Infine, manata di Blanchard ai danni di Kalinic in area, ci poteva stare penalty e rosso per il giocatore ciociaro. Nel complesso direzione buona, macchiata da un solo errore importante.

SAMPDORIA-CHIEVO 0-1, arbitro Pairetto 5 – Appare distratto. Al 19’ Silvestre commette un fallo da rigore su Spolli, ma lui sorvola. Giusto, invece, concedere il penalty al Chievo poco dopo. Infine, a palla lontana, fallo di Fernando su Cesar ma il fischietto nichelinese non se ne accorge.

SASSUOLO-UDINESE 1-1, arbitro Di Bello 5,5 – Fa arrabbiare entrambe le squadre per una gestione poco coerente. Il Sassuolo protesta per una trattenuta di Armero ai danni di Pellegrini, ma i replay sembrano dare ragione al direttore di gara. Infine, nella ripresa, fallo al limite dell’ammonizione per Heurtaux che rischia il secondo giallo.

TORINO-JUVENTUS 1-4, arbitro Rizzoli 4,5 – Lui che è considerato il migliore arbitro italiano sbaglia praticamente tutto e appare in 'balia degli eventi'. Al 12’, a palla lontana, Glik e Lichtsteiner arrivano al contatto, ma l’arbitro non prende provvedimenti. Al 18’ non concede una giusta punizione dal limite alla Juventus e sul prosieguo dell’azione non ammonisce Bonucci per una brutta entrata da dietro ai danni di Immobile. Nella ripresa giusto il penalty concesso al Torino, ma manca la seconda ammonizione ad Alex Sandro e la conseguente espulsione. Poco dopo Bonucci trattiene vistosamente a metà campo Maxi Lopez: anche per lui sarebbe stato corretto un cartellino rosso per somma di gialli. Al 58’ Maxi Lopez pareggia i conti con un bel gol, ma Rizzoli ferma tutto per un fuorigioco che non c’è. Infine, Glik al crepuscolo della gara meriterebbe la doccia anticipata per una brutta entrata ai danni di Alex Sandro, ma il direttore di gara sorvola.

NAPOLI-GENOA 3-1, arbitro Gervasoni 6 – Dirige bene il match senza particolari sbavature. Distrazione degli assistenti nel recupero del secondo tempo, quando non gli segnalano il fuorigioco di Gabbiadini nell’azione del gol di El Kaddouri, che era quindi da annullare.

MILAN-LAZIO 1-1, arbitro Tagliavento 5 – Al 32’ rigore non fischiato al Milan per un fallo di Hoedt ai danni di Honda. Il difensore laziale non sgambetta il milanista di proposito, ma in questo caso vige la legge del danno procurato. Al 62’, invece, punizione al limite per il Milan per un fallo di Parolo ai danni di Montolivo, i replay però lasciano qualche dubbio: l’intervento, infatti, sembra in area. Infine proteste della Lazio nel finale per un fallo di mano di Zapata: in questo caso il difensore rossonero sembra avere l’arto attaccato al corpo, situazione difficile da giudicare.




Commenta con Facebook