• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Milan > Milan-Lazio, Mihajlovic: "L'ennesima occasione persa. Berlusconi è come gli altri presidenti"

Milan-Lazio, Mihajlovic: "L'ennesima occasione persa. Berlusconi è come gli altri presidenti"

Il tecnico rossonero ha parlato al termine del match con i biancocelesti


Mihajlovic © Getty Images
Andrea Corti (@cortionline)

20/03/2016 23:20

MILAN LAZIO MIHAJLOVIC / MILANO - Archiviato il pareggio interno con la Lazio, il tecnico del Milan Mihajlovic ha parlato ai microfoni di 'Sky Sport': "E' l'ennesima occasione persa. Potevamo prendere 2 punti a Fiorentina e Inter e non ci siamo riusciti. Abbiamo dominato la ripresa ma se non la metti dentro è difficile vincere. Rispetto alle ultime partite un impegno c'è stato. Abbiamo messo tutto il potenziale offensivo ma non siamo riusciti a fare il secondo gol. I fischi? Quando i tifosi non sono contenti fischiano, è un loro diritto".

MENEZ - "Non è un giocatore che si sacrifica moto ma in passato ha fatto la differenza. Purtroppo adesso non la sta facendo ancora, vediamo cosa succederà alla ripresa del campionato".

ALTERNATIVE - "Nelle ultime partite abbiamo regalato un tempo, oggi l'atteggiamento è stato giusto. Non abbiamo soluzioni alternative sugli esterni, non riusciamo a cambiare a partita in corso".

SOCIETA' - "Berlusconi è come tutti gli altri presidenti: parla, giudica e fa le sue considerazioni e a fine campionato decide se confermare l'allenatore. Ho un contratto per un altro anno, perciò vediamo. Se una delle due parti non sarà d'accordo interromperemo il rapporto. Loro troveranno un nuovo tecnico e anche io troverò una squadra per la prossima stagione".

LAZIO - "Per la mia carriera la Lazio è stata una delle tappe più importanti insieme alla Stella Rossa. Tornare? Tra 4-5-10 anni vediamo, non è giusto parlarne perché adesso sono concentrato sul Milan. Non so dire cosa può succedere a fine stagione".




Commenta con Facebook