• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Pagelle > PAGELLE E TABELLINO DI ROMA-INTER

PAGELLE E TABELLINO DI ROMA-INTER

E' il momento di Perisic, Nainggolan è un gladiatore, Dzeko stecca, Eder ancora da rodare


Miranda e Dzeko © Getty Images
Lorenzo Bettoni @lorebetto

19/03/2016 22:45

ECCO LE PAGELLE DI ROMA-INTER

 

ROMA

Szczęsny 5,5 - Non sembra andare giù velocissimo sulla rete di Perisic, ma è sicuro per il resto del match, anche se l'Inter non lo impegna moltissimo.

Florenzi 5,5 - Soffre le incursioni di Perisic, l’Inter orchestra quasi tutte le ripartenze da quella parte e nella ripresa, quando per l’ennesima volta si fa trovare troppo alto, il croato lo punisce.

Manolas 5,5 - Pesante l’errore in disimpegno che di fatto regala a Brozovic il possesso del vantaggio nerazzurro.

Rüdiger 6 - Segue bene i tagli di Eder, ma è troppo impreciso nelle ripartenze. Piedi poco educati.

Digne 6 - Biabiany dalla sua parte non è tarantolato come Perisic nella fascia opposta, infatti ha più tempo per spingere. Dall’ 81’ Emerson s.v.

Pjanić 5,5 - Intervento su Medel da giallo nel primo tempo. Vertice basso nel centrocampo a tre di Spalletti, sbaglia più tocchi del solito e anche i cambi di gioco non sono fluidi.

Keita 5 -  Si prende un giallo prima della metà del primo tempo. Il cartellino lo influenza, in più fatica a correre dietro a Brozovic che organizza tutti i contropiede nerazzurri. Dal 57’ Dzeko 5 - Due palle gol poco dopo l’ingresso in campo. Prima è bravo a anticipare la difesa testando i guanti di Handa con un colpo di testa (deviato anche da una mano di Miranda), il successivo tiro da dentro l’area, però, è troppo potente e per niente preciso. Non aspettatevi un +1 al fantacalcio per il suo assist involontario a Nainggolan. Mette in apprensione la difesa nerazzurra, ma risulta poco incisivo sotto porta.

Nainggolan 6,5 -  Il cuore e i muscoli della Roma hanno la cresta gialla. A volte l’intensità del match lo priva di un po’ di fosforo, ma sul gol del pari c’è il suo marchio di fabbrica. Gladiatore.

Salah 6 - Molto attivo. Sta largo quando Perotti avanza, si accentra quando l’argentino si piazza trequartista. Gli manca l’ultimo passaggio. Occasione nel secondo tempo stoppata da un ottimo Handanovic.

Perotti 5,5 - La prima palla gol della gara è un suo destro alto. Sembrano esserci i presupposti per una super serata, ma dopo il ventesimo Perotti diventa molto impreciso e anche la Roma cala.

El Shaarawy 6 - Si coordina in un secondo chiamando Handanovic a respingere un pallone centrale. Quando ha la palla tra i piedi crea sempre qualcosa, ma questa sera anche lui non è impeccabile nell'ultimo passaggio. Dal 92’ De Rossi s.v.

All. Spalletti 6 – Parte a razzo come contro la Fiorentina, ma la difesa dell’Inter è migliore di quella viola, infatti crea solo mezze occasioni. Il pressing dei nerazzurri mette in difficoltà la squadra, che crea più palle gol con Dzeko in campo. Il punto ottenuto alla fine fa enormemente comodo.

 

INTER

Handanović 7 - Stoppa il tentativo di El Sha nel primo tempo. Il coefficiente di difficoltà si alza nella ripresa quando deve allungare la traiettoria che arriva dal contrasto aereo Miranda-Dzeko e soprattutto il tentativo a tu per tu di Salah.

D’Ambrosio 6 - Solite imprecisioni in fase d’appoggio, ma dietro è solido.

Miranda 7 - Il signore della difesa, sempre pulito ed elegante su ogni intervento, non può aspettarsi che Dzeko svirgoli un pallone davanti a lui sul quale piomba Nainggolan.

Murillo 6,5 - Anticipo chirurgico sull’incursione di Pjanic. Ci mette più ad abituarsi alla velocità di Perotti che non al fisico di Dzeko.

Nagatomo 6,5 - Salah lo sorprende con un paio di spunti nel primo tempo, poi il giapponese gli prende le misure. Salvataggio sulla linea fondamentale nella ripresa.

Brozović 7 - Orchestra con maestria le transizioni offensive dei nerazzurri, ma quando potrebbe graffiare arriva col passo lungo. Ripulisce tutti i palloni recuperati da Medel.

Medel 6,5 - Il pitbull corre dietro a tutti e picchia come un fabbro. Recupera un sacco di palloni e fa il lavoro sporco.

Biabiany 6 - Pochi spunti offensivi, ma in raddoppio c’è sempre. Dall’ 83’ Manaj s.v.

Ljajić 6 -  Qualche errore di misura quando si tratta di far arrivare l’ultimo passaggio, ma l’ex Roma fa una partita di grande applicazione aiutando spesso i due soldatini in mediana. Dall’ 86’ Felipe Melo s.v.

Perišić 7 - Molto attivo dalla parte di Florenzi, spesso gli sbuca alle spalle già nel primo tempo. Liberato da Brozovic nella ripresa mette dentro il terzo gol consecutivo in Serie A. Non disdegna nemmeno la fase difensiva. E’ il suo momento.

Éder 5 – Prima frazione nemmeno troppo negativa. Attacca spesso lo spazio, pur non calciando mai in porta. Nella ripresa, però, quando si aprono gli spazi, sembra avere la lingua un po’ ciondoloni e sparisce dai radar.

All. Mancini 6,5 – Imbriglia la Roma delle otto vittorie consecutive con una gara di corsa, concentrazione e ripartenze. L’asse croata funziona alla grande, ma Eder ancora sembra un corpo estraneo al resto della squadra.

 

Arbitro: Daniele Orsato 5 – Gestione di alcuni fischi discutibile. Pjanic nel primo tempo meritava un giallo per l’intervento su Medel. Nella ripresa c’è un rigore per la Roma (difficile da vedere live) perché Miranda anticipa di mano il tentativo aereo di Dzeko.

TABELLINO

ROMA-INTER 1-1

ROMA (4-3-3): Szczęsny; Florenzi, Manolas, Rüdiger, Digne (dall’ 82’ Emerson); Pjanić, Keita (dal 57’ Dzeko), Nainggolan; Salah, Perotti, El Shaarawy (dal 92’ De Rossi). A disp. De Sanctis, Strootman, Totti, Maicon, Iago Falque, Vainqueur, Torosidis, Ucan, Zukanovic. All. Spalletti.

INTER (4-2-3-1): Handanović; D’Ambrosio, Miranda, Murillo, Nagatomo; Brozović, Medel; Biabiany (dall’ 83’ Manaj), Ljajić (dall’ 86’ Felipe Melo), Perišić; Éder. A disp.: Carrizo, Berni, Juan Jesus, Telles, Santon, Gnoukouri. All.: Mancini.

Arbitro: Orsato di Schio.

Marcatori: 52’ Perisic (I), 84’ Nainggolan (R)

Ammoniti: 22’ Keita (R), 52’ Medel (I), 75’ Handanovic (I), 88’ Manolas (R)

Espulsi:




Commenta con Facebook