• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Inter > Inter, Mancini difende Eder: con la Roma la partita della svolta?

Inter, Mancini difende Eder: con la Roma la partita della svolta?

Il tecnico si espone nei confronti dell'ex Sampdoria, ancora a secco di gol in nerazzurro


Eder ©Getty Images

18/03/2016 12:15

ROMA INTER EDER MANCINI/ ROMA - Da quando ha lasciato la Sampdoria per trasferirsi all'Inter, Martin Eder è ancora a secco di gol. Colpa di un fisiologico periodo di ambientamento in una nuova squadra e anche di una posizione più defilata in campo rispetto a quella che occupava in blucerchiato. L'attaccante italo-brasiliano, da qui alla fine della stagione si gioca la possibilità di andare agli Europei, dopo che Conte lo ha tenuto sempre in grande considerazione durante le gare di qualificazione. Finire il campionato senza gol, significherebbe per lui perdere il simbolico treno verso la Francia, un'occasione che può capitare una sola volta nella vita. In soccorso di Eder, è andato direttamente Roberto Mancini che si è esposto per lui in prima persona, condannando chi lo ha criticato: "Eder ha sepre giocato bene lavorando molto per la squadra, davvero non capisco le critiche nei suoi confronti - ha dichiarato Mancini in conferenza stampa - è vero che lo abbiamo preso per are gol, ma sono sicuro che inizierà a farli, magari a partire da domani". Fiducia incondizionata, dunque, nei confronti di Eder: Mancini ci crede, da ex attaccante, sa che basta un gol per sbloccarsi definitivamente. Con le sue parole vuole difenderlo e dargli la fiducia necessaria per riuscirci. Eder cercherà di ripagarlo già nel match in casa della Roma, dove dovrà sostituire l'infortunato Icardi e magari, giocando in una posizione più centrale, avrà davvero l'occasione di rompere il digiuno e mandare così un messaggio a Conte e a tutti i suoi detrattori.

S.F.




Commenta con Facebook