• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Altro > Calcio, auguri Trapattoni: il tecnico delle interviste impossibili compie 77 anni

Calcio, auguri Trapattoni: il tecnico delle interviste impossibili compie 77 anni

Compleanno per l'ex ct: una carriera che passerà alla storia anche per le sue frasi 'celebri'


Trapattoni © Getty Images

17/03/2016 10:58

CALCIO COMPLEANNO TRAPATTONI INTERVISTE IMPOSSIBILI / ROMA - Non è un uomo qualunque: Giovanni Trapattoni compie oggi 77 anni e la redazione di Calciomercato.it ha deciso di fargli gli auguri di buon compleanno ricordando qualcuna delle sue 'interviste impossibili'. Una serie di frasi che, insieme ai successi raccolti in panchina, fanno entrare la carriera del Trap nella storia del calcio. 

E allora non si può non partire con la celebre 'non dire gatto se non ce l'hai nel sacco' che Trapattoni ha esportato anche in Irlanda, scatenando le risate dei giornalisti locali. Del resto la carriera dell'ex ct dell'Italia ha anche un lato molto internazionale: successi e frasi celebri sono approdate anche in Germania dove fanno fatica a dimenticare la mitica conferenza stampa di quando era alla guida del Bayern Monaco. Anno 1998, la squadra è in crisi e il Trap fa una sfuriata contro i suoi calciatori, prendendo di mira Thomas Strunz ("Was erlaube Strunz!!!", 'Cosa si permette questo Strunz') in una conferenza che passerà alla storia del calcio. Ma il 'Trapattonese' è arrivato anche in Austria: altra conferenza stampa e il tecnico se la prende con i giornalisti che criticano troppo il Salisburgo ("invece di fare qua qua qua perché non venite qui e dite le cose in faccia", tutto in un tedesco maccheronico)

E di frasi celebri di Trapattoni se ne trovano a volontà: "Già devo sentire tanti pareri - disse una volta - ci mancherebbe solo anche anche mia moglie mi parlasse di calcio". Oppure: "Non sono il mago Zurlì, ne ho la bacchetta magica". Mago non lo è, ma di magia in un calcio romantico che ormai non c'è più ne ha regalata tanta. 

B.D.S.




Commenta con Facebook