• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Champions league > Bayern Monaco-Juventus, Guardiola: "Assenze? Conta la loro mentalità. Invidio il loro essere 'picco

Bayern Monaco-Juventus, Guardiola: "Assenze? Conta la loro mentalità. Invidio il loro essere 'piccoli'"

Il tecnico dei bavaresi parla alla vigilia dell'ottavo di finale contro i bianconeri


Guardiola © Getty Images
Omar Parretti (@omarJHparretti)

15/03/2016 14:55

DIRETTA BAYERN MONACO JUVENTUS GUARDIOLA / MONACO DI BAVIERA (Germania) - Calciomercato.it ha seguito per voi in diretta le parole di Pep Guardiola, allenatore del Bayern Monaco, alla vigilia dello scontro di Champions League con la Juventus

Ecco le parole del tecnico spagnolo: "Questa sarà una grandissima partita e mi auguro che dopo il 2-2 dell'andata si possa fare una bella gara, concentrandosi solamente sul nostro gioco. Il pari dello scorso match non è stato male, mi sarebbe piaciuto vincere 5-0, ma non è andata così (scherza, ndr). Stamani non ci siamo allenati al massimo a causa della neve, non aveva senso rischiare i nostri ragazzi. Mai sono stato preoccupato per una partita di Champions! Sono un privilegiato a poter vivere queste emozioni a bordocampo".

TRIPLETE - "E' la stessa domanda dal primo giorno che sono qua. Ho accettato questo ruolo con tutte le sue pressioni. So che dobbiamo vincere Champions e Bundesliga, noi ci proveremo ma vediamo cosa succede già da domani: questa partita sarà una finale per entrambe le squadre".

BLACKOUT ANDATA - "Possono succedere dei ribaltamenti, è così il calcio. Abbiamo fatto le nostre analisi e adesso siamo focalizzati su domani. Tutto alle spalle".

ASSENZE JUVE - Sguardo poi alle ultime News Juventus che parlano soprattutto di assenze pesanti: "Anche se hanno degli infortunati il loro spirito certo non cambia. Fuori Dybala, ma ci sarà Morata. Stesso discorso anche per Marchisio e Chiellini, se erano forti prima lo sono anche con dei giocatori fuori. La loro mentalità è vincente al di là delle assenze".

SU CHI PUNTARE... - "Posso scegliere tra giocatori con esperienza e tra ragazzi più giovani. Punto sui veterani in queste partite? No, io penso solo alla coralità del gioco ed alla mia squadra. Vidal? Non ha paura di niente e si esprime sempre ad alti livelli. Penso sia migliorato tantissimo dalle sue prime settimane. Certamente sarà difficile dire ad alcuni dei miei di sedersi in panchina in una gara in cui tutti vorranno giocare. Amo il mio lavoro, ma odio fare queste scelte".

'INVIDIA' - "Dovrei mettermi nella testa di Allegri, ma anche se ho qualche qualità questa ancora no, non so leggere nella testa delle persone. A loro invidio la capacità di comportarsi da piccola anche se sono una società grande grande grande, li ammiro, a me non piace, ma li ammiro. Basta poco alle italiane per ammazzarti! Buffon? Un onore sfidarlo, e vale anche per gli altri grandi italiani che hanno".

CORIONI - "Quando nessuno mi voleva lui mi ha voluto. Devo solo ringraziare lui e tutta la sua famiglia, e adesso devo essere vicino a tutti loro. Penso che continuerò a tornare a Brescia. Sono felice che la squadra lo abbia omaggiato con una bella vittoria".




Commenta con Facebook