• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Milan > Milan, tutti in discussione: Galliani punta al top player per ripartire

Milan, tutti in discussione: Galliani punta al top player per ripartire

La stagione dei rossoneri ha mostrato alcune certezze, ma palesato anche diverse lacune


Galliani © Getty Images
Daniele Gargiulo

15/03/2016 13:58

MILAN RIFONDAZIONE ROSA GALLIANI BERLUSCONI / ROMA - "La permanenza di Mihajlovic dipenderà da come andrà la stagione", firmato Silvio Berlusconi. Parole, però, che vanno a colpire anche alcuni giocatori del Milan. Le ultime settimane, infatti, hanno palesato diverse lacune: la rosa della squadra appare essere ancora troppo corta, ci sono pochi ricambi e la qualità delle riserve non è paragonabile a quella dei titolari. 

In estate sono stati fatti dei buoni investimenti che possono rappresentare una buona base per il futuro, ma il Milan - ad oggi - è ancora un cantiere aperto. Donnarumma, Romagnoli, De Sciglio, Bertolacci, Kucka, Honda, Bacca e Niang sono sicuramente i giocatori dai quali ripartire, ma gli vanno affiancati elementi in grado di fare la differenza: almeno 2-3. Tradotto: uno per reparto. 

Se i pali sono stati 'coperti' per i prossimi 20 anni con l’esplosione di Donnarumma, la difesa necessità di un leader carismatico sotto il quale il giovane Romagnoli possa diventare veramente il 'nuovo Nesta'. A metà campo poi, serve un giocatore capace di prendere in mano le redini della squadra: un compito che Montolivo non riesce a svolgere appieno, complice anche qualche infortunio di troppo. In quest'ottica il nome più congeniale sarebbe quello di Witsel, autentico pallino di Galliani. In avanti, infine, c’è bisogno di una spalla adeguata a Bacca, autentico fuoriclasse del ‘Diavolo’ al quale non si può chiedere sempre di togliere le castagne dal fuoco. Niang può essere una buona alternativa, mentre Luiz Adriano, Menez, Boateng e Balotelli non si stanno dimostrando all’altezza: per spiccare definitivamente il volo c’è bisogno di un vero top player in avanti. Uno alla Ibrahimovic per farci capire, che il prossimo giugno lascerà il Psg...




Commenta con Facebook