• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Italia > Panchina Italia, ESCLUSIVO Albertini: "Capello ha esperienza, Ranieri mi piace molto"

Panchina Italia, ESCLUSIVO Albertini: "Capello ha esperienza, Ranieri mi piace molto"

L'ex vice presidente federale intervistato, in esclusiva, da Calciomercato.it


Demetrio Albertini © Getty Images
ESCLUSIVO
Alessio Lento (@lentuzzo)

15/03/2016 13:11

PANCHINA ITALIA ALBERTINI CAPELLO RANIERI ESCLUSIVO ADDIO CONTE CHELSEA / MILANO - E' la giornata dell'addio di Antonio Conte alla Nazionale italiana: il presidente Tavecchio, prima del Consiglio Federale, ha ufficializzato una notizia che circolava già da parecchio tempo. Conte ripartirà, con ogni probabilità, dal Chelsea e dalla Premier League. "Ce lo aspettavamo tutti - esordisce Demetrio Albertini, ex vice presidente federale, a Calciomercato.it - anche perché quest'anno ci sarà una girandola di cambi di allenatori in tante squadre importanti d'Europa. Non ho dubbi sull'impegno e sulla concentrazione che metterà Antonio a disposizione dell'Italia. Lui sa che ogni allenatore ha una chance, una possibilità che capita una volta nella vita cioè quella di guidare la Nazionale del proprio paese in una competizione importante come l'Europeo. E non se la lascerà scappare".

PROSSIMO CT - Per quanto riguarda il futuro, sono tanti i  nomi che circolano in questo momento per la sostituzione dell'ex tecnico della Juventus sulla panchina dell'Italia. Questo il parere di Albertini: "E' uno dei momenti più delicati per un presidente federale, lo dico per esperienza. Da fuori è difficile capire la strategia che verrà adottata dal presidente Tavecchio. I nomi sono tanti, ho già detto in passato che Fabio Capello per me ha tutte le caratteristiche che deve avere un CT, ha esperienza e conoscenze. Ma ce ne sono anche altri, come Ranieri che a me piace molto. Ripeto, è un momento delicato e difficile per chi deve decidere il futuro allenatore della Nazionale".

10 ANNI DOPO #INCURVAINSIEME - Dieci anni fa, il 15 marzo 2006, Albertini dava l'addio al calcio giocato con la partita Milan-Barcellona, due dei grandi club per il quale ha giocato nella sua luminosa carriera. E il calciatore, per festeggiare questa data, ha lanciato l'iniziativa #incampoinsieme. "Credo sia un pretesto, anche perché in questi dieci anni ho fatto tante altre cose e non vivo di ricordi - spiega Albertini a Calciomercato.it - E' un evento importante, credo che poter rivivere quelle emozioni e dare l'opportunità a qualcuno di vedere la partita insieme sia una cosa bella. Oggi i calciatori, tramite i social network, sono più vicini ai tifosi. Però il contatto e la soddisfazione di poter passare del tempo insieme, vicini anche fisicamente, sia qualcosa di straordinario da fare con i tifosi".




Commenta con Facebook