• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Inter > Inter, Icardi va ko: Mancini studia le formule per sistemare il suo attacco

Inter, Icardi va ko: Mancini studia le formule per sistemare il suo attacco

Dai diversi moduli tattici, ai possibili interpreti delle prossime partite: il reparto offensivo nerazzurro cambierà sicuramente pelle


Roberto Mancini © Getty Images

14/03/2016 16:00

INTER ICARDI INFORTUNI SOLUZIONI ATTACCO / ROMA - Il responso non è stato positivo: Mauro Icardi ha riportato una distrazione al legamento collaterale del ginocchio destro. Un infortunio che lo dovrebbe tenere ai box per circa 20 giorni. Tradotto: il capitano dell’Inter salterà le sfide contro Roma, Torino e Frosinone, ma potrebbe recuperare in tempo per il match contro il Napoli in programma il 17 aprile.

Nel frattempo Roberto Mancini deve trovare un modo per sopperire alla sua pesante assenza, visto che contro i giallorossi sarà emergenza in avanti: oltre a lui mancheranno anche Palacio (squalificato) e Jovetic (ancora out per una contrattura al soleo). Le alternative, a questo punto, dipenderanno moltissimo dal tipo di modulo utilizzato: col ritorno al 4-3-3 si darebbe spazio a Eder al centro del tridente, con Ljajic e Perisic ai suoi lati. Ma un’altra soluzione è rappresentata da 4-4-2, con la coppia Biabiany-Perisic a presidiare le corsie esterne ed il peso dell’attacco affidato alle spalle di Eder e Ljajic

Col ritorno del 'Trenza' Palacio, la situazione andrà sicuramente migliorando: l'ex Genoaconferisce all'intero reparto quella giusta dose di esperienza che sarà fondamentale per questo rush finale. Grazie a lui, Mancini avrà la possibilità di svariare su più moduli: il 4-3-3, il 4-4-2, ma anche il 4-3-1-2 e il 4-2-3-1. Uno schema, quest'ultimo, che potrebbe essere quello congeniale per cercare di rigenerare anche Jovetic, giocatore dal talento indiscusso che si è perso dopo il buon inizio. 

Ma il vero 'jolly' potrebbe essere proprio Eder: l'indisponibilità del numero 9 nerazzurro potrebbe 'svegliarlo' dal torpore che lo ha colpito da quando si è trasferito a Milano. L'ex Sampdoria tornerà a giocare al centro, diventando il terminale ultimo della manovra offensiva: se riuscirà a tornare a segnare come un tempo l'assenza di Icardi potrebbe anche passare inosservata.

D.G.




Commenta con Facebook