• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Napoli > Palermo-Napoli, Sarri: "Se la Juve non perde, noi non possiamo farci il sangue amaro"

Palermo-Napoli, Sarri: "Se la Juve non perde, noi non possiamo farci il sangue amaro"

Il tecnico azzurro ha commentato la prestazione dei suoi ragazzi


Maurizio Sarri ©Getty Images

13/03/2016 23:09

SERIE A PALERMO NAPOLI SARRI POSTGARA / PALERMO - Il Napoli espugna il 'Barbera' e si riporta sulla scia della Juventus. Al termine della gara col Palermo, Maurizio Sarri ha commentato la prestazione dei suoi ragazzi ai microfoni di 'Sky Sport': 

Decisiva la prossima giornata? Spero di no, perché l’unico modo perché lo sia è che la Juve allunghi ancora. Noi dobbiamo pensare solo alla nostra partita, come abbiamo fatto oggi. A tratti però l’ho vista leggera, a palleggiare parecchio anche se si doveva chiudere la partita visti anche i numeri impressionati. Però va bene così: poteva essere una partita rischiosa. Però ho visto i miei molto liberi mentalmente e questo mi fa piacere. 

Mi ha fatto piacere anche non aver preso gol, visto che nelle ultime partite abbiamo sbagliato sempre qualcosina. Vedendo i giocatori in settimana li vedo anche troppo leggeri: spesso gli dico ‘Vi rendete conto che siamo secondi?’. Li vedo divertirsi in campo, essere sereni. D’altronde non possiamo farci il sangue amaro per una squadra che le vince tutte, che ultimamente ha ottenuto 55 punti sui 57 disponibili e siamo orgogliosi di riuscire a tenergli ancora testa. 

Prendere un gol a Torino all’88esimo è stato duro da digerire. Probabilmente il calo nella gioia di allenarsi c’è stato per qualche settimane, ma ora sono tornati”.

Ai microfoni di ‘Mediaset Premium’, poi, ha avuto modo di parlare di qualche singolo: "Higuain? Per Gonzalo non c'è bisogno di parlarne, snocciola i suoi numeri e questo dicono gi tutto. Stasera è stata bravissimo a venire a giocare con la squadra, molto altruista in alcune occasioni dove poteva andare alla conclusione.

Gabbiadini? Era arrivata il momento di pensare a portare a casa punti senza andare alla ricerca del 2-0, ci abbiamo provato con Mertens. Manolo sta crescendo notevolmente, l'infortunio di novembre lo ha condizionato ma adesso lo sto vedendo su grandi livelli. Può essere che lo vedremo prossimamente".

D.G.




Commenta con Facebook