• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Pagelle > PAGELLE E TABELLINO DI CARPI-FROSINONE

PAGELLE E TABELLINO DI CARPI-FROSINONE

de Guzman, appena entrato, regala la speranza al Carpi proprio sul finale.Ingenuità pazzesca di Soddimo


Bianco e Gori ©Getty Images
Rocco Crea (Twitter @Rocco_Crea)

13/03/2016 17:09

ECCO LE PAGELLE DI CARPI-FROSINONE:

 

CARPI

Belec 6 – Blocca in modo sicuro un colpo di testa ravvicinato di Ciofani al 32’ ed una conclusione dalla distanza di Dionisi deviata pericolosamente da Zaccardo. Non può nulla sul pari di Dionisi.

Zaccardo 6 – Fa affidamento, come spesso accade, sull’esperienza più che sull’esuberanza. Attento in fase di contenimento, si sbilancia poco in avanti svolgendo il compitino.

Romagnoli 6,5 – Dietro garantisce buone chiusure ed un senso della posizione eccellente. Sempre puntuale a fermare sul nascere le scorribande di Dionisi su tutti.

Gagliolo 6 – Ciofani lo sovrasta in occasione del colpo di testa bloccato da Belec alla mezz’ora del primo tempo. Per il resto difende bene e senza commettere errori.

Letizia 6 – Quando prova la galoppata riesce ad andare quasi sempre sul fondo, solo che non sempre giunge al servizio per le punte.

Pasciuti 6 – Si compatta con Cofie nel difendere la retroguardia durante gli attacchi dei ciociari.

Cofie 6,5 – Due conclusioni da fuori sbilenche nei primi 10’, poi tanta corsa e sostanza nel recuperare palloni davanti la difesa. Aggredisce e raddoppia bene sui portatori di palla ospiti.

Bianco 7 – Si costruisce un gol da solo chiedendo l’uno-due a Lollo con difesa schierata, dimostrando peraltro grande personalità nell’occasione.  Cala fisicamente nel secondo tempo. Dal 65’ Crimi 6,5 – Ha il merito di procurarsi il rigore realizzato poi da de Guzman. Sfortunato sul finale, quando con un tiro da poco fuori l’area ciociara, colpisce in pieno la traversa con Leali battuto.

Di Gaudio 6 – Corre molto lì davanti ma la qualità nelle giocate latita. Serve comunque a Mancosu un pallone d’oro a pochi minuti dall’inizio della ripresa, che però la punta calcia alto.

Lollo 6 – Conclude bene l’uno-due proposto da Bianco al momento della rete del vantaggio siglata da quest’ultimo. Tuttavia sostiene poco Mancosu lì davanti. Dal 58’ Lasagna 6 – Con l’uscita di Mancosu diventa lui l’unica punta del Carpi. Prezioso più che altro sul finale quando mantiene palla in contropiede, finendo col servire a Crimi persino l’assist per la rete del tris, tuttavia negata a quest’ultimo dalla traversa.

Mancosu 5 – In una partita importante in chiave salvezza ma avara di occasioni da rete, ne spreca una a pochi minuti dall’inizio della ripresa mandando alle stelle un rigore in movimento servito da Di Gaudio. Lui sbaglia e Dionisi, poco dopo, sigla. Il Carpi alla fine non paga Dal 76’ de Guzman 6,5 – Ha il merito di regalare ai suoi una vittoria importantissima col tiro dal dischetto. Peraltro il rigore lo calcia molto bene spiazzando Leali e dimostrando grande freddezza.

All. Castori 5 – Male questo Carpi che per via della classifica avrebbe dovuto offrire qualcosa in più in termini di gioco. La sua squadra appare timida e, tutto sommato, carente di qualità nelle giocate. Poco felice la scelta di schierare Mancosu unica punta senza osare qualcosa in più. Il rigore ingenuo causato da Soddimo lo grazia.

 

FROSINONE

Leali 5,5 – Non particolarmente reattivo in occasione del gol di Bianco, fra l’altro arriva ad intervenire con i piedi prima che con le mani, non trovando comunque il pallone. Bravo a chiudere lo spazio sul tiro di Mancosu poco dopo.

Rosi 5 – Non troppo bene specialmente quando avanza palla al piede, perché spesso risulta impreciso nei cross, che fra l’altro arrivano sempre dalla trequarti e mai dal fondo. Ammonito, salterà la prossima gara.

Pryima 6 – Gioca quasi tutta la gara con una vistosa fasciatura. Difende bene ma è pur vero che il Carpi ci mette anche del suo a risultare poco pericoloso.

Ajeti 5,5 – Non segue Bianco fino alla fine nell’azione del vantaggio firmato da quest’ultimo. L’unica ma pesante pecca di una prestazione che comunque, per il resto, non lo vede sbagliare mai.

Pavlovic 5,5 – Anche lui poco convinto sulla fascia. Si limita al compitino difensivo dimostrando poco coraggio nel cercare la discesa a supporto della manovra.

Sammarco 5,5 – Non troppo brillante oggi, del resto in una gara contratta e spezzettata nel ritmo può fare poco. Ma avrebbe dovuto, considerando le buone qualità di cui dispone.

Gori 6 – Posizionato davanti alla difesa, risulta buono il contributo in fase di contenimento ma, quando si tratta di organizzare il gioco dalle retrovie appare comunque in affanno. I compagni tuttavia non lo aiutano con movimenti adeguati. Dal 63’ Soddimo 4,5 – Entra per incrementare la qualità in zona gol ed invece compie un disastro atterrando Crimi in area sul finale, e regalando tre punti fondamentali al Carpi.

Frara 5 – Ci prova a farsi vedere per accompagnare le azioni d’attacco dei suoi ma senza troppi successi. Gli inserimenti non portano a nulla di concreto.

Dionisi 6,5 – La mette dentro nella prima ghiotta occasione che gli capita, controllando bene una palla vagante in area sugli sviluppi di un calcio di punizione e calciandola a botta sicura davanti a Belec. E’ comunque il più pimpante e mobile dell’attacco ciociaro, al di là della marcatura. Dal 78’ Gucher s.v.

Ciofani 6 – Un colpo di testa bloccato da Belec alla mezz’ora della prima frazione e partita condotta con pazienza e spirito di sacrificio.

Kragl 5 – Pochissimi gli spunti sull’out di destra per lui. Il Frosinone lì davanti necessiterebbe di brillantezza e idee, ma lui viene contrastato sempre bene da Letizia nelle poche volte in cui prova a mettersi in luce. Dal 63’ Carlini 5 – Stellone spera nella sua velocità, ma lui non si vede praticamente mai lì davanti.

All. Stellone 5 – Poco gioco, quasi assente. Sembra voler accontentarsi del pareggio lontano dal Matusa e questo gli costa la gara, anche se la stessa viene decisa da un fallo inutile di Soddimo.

 

Arbitro: Banti 6 – Il rigore su Crimi c’è perché la trattenuta di Soddimo è netta. Spezzetta un po’ troppo il gioco con interruzioni continue per ogni calciatore che finisce a terra. Ed i colpi alla testa ricevuti da questi ultimi, fortunatamente, sono pochi.

 

TABELLINO

CARPI-FROSINONE 2-1

Carpi (4-4-1-1): Belec; Zaccardo, Romagnoli, Gagliolo, Letizia; Pasciuti, Cofie, Bianco (dal 65’ Crimi), Di Gaudio; Lollo (dal 58’ Lasagna); Mancosu (dal 76’ de Guzman). A disp.: Poli, Colombi, Sabelli, Suagher, Daprelà, Mbakogu, Porcari. All. Castori.

Frosinone (4-3-3): Leali; Rosi, Pryima, Ajeti, Pavlovic; Sammarco, Gori (dal 63’ Soddimo), Frara; Dionisi (dal 78’ Gucher), Ciofani Daniel, Kragl (dal 63’ Carlini). A disp.: Bardi, Ciofani Matteo, Chibsah, Crivello, Longo, Zappino. All. Stellone.

Marcatori: 27’ Bianco (C), 72’ Dionisi (F), 90’ de Guzman (C)

Arbitro: Luca Banti (Sez. di Livorno)

Ammoniti: 1’ Gori (F), 1’ Bianco (C), 60’ Pasciuti (C), 67’ Rosi (F), 89’ Soddimo (F), 95’ Letizia (C)

Espulsi:




Commenta con Facebook