• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Pagelle > PAGELLE E TABELLINO DI EMPOLI-SAMPDORIA

PAGELLE E TABELLINO DI EMPOLI-SAMPDORIA

Laurini risponde a Quagliarella. Cassano cammina, Costa è distratto


Daniele Croce ©Getty Images
Lorenzo Bettoni @lorebetto

12/03/2016 20:00

ECCO LE PAGELLE DI EMPOLI-SAMPDORIA:

 

EMPOLI

Skorupski 6 - Ferma in due tempi la fiammata improvvisa ma poco angolata di Quagliarella. Non può fare lo stesso al termine del primo tempo quando ha la meglio l’attaccante di Montella.

Laurini 6,5 - Spinge quando può, mette il piede sul tiro di Quagliarella, ma fa peggio che meglio. Si sposta al centro della difesa per l’ultima mezz’ora ed insacca di testa il suo primo gol da professionista.

Costa 5 - Il disimpegno sui piedi di Quagliarella è il preludio all’errore ancor più pesante che spalanca le  porte del vantaggio allo stesso attaccante ex Toro. Testa tra le nuvole.

Ariaudo 6 – La Samp crea un paio di palle e gol e poco più, ma mai con la sua complicità. Dal 61’ Bittante 6,5 – Dà nuova linfa e spinta sull’out di destra.

Mario Rui 6 - Rincriccato da un contrasto aereo con De Silvestri, anche un piccolo indolenzimento muscolare non gli impedisce di farsi tutta la fascia con discreta continuità. Mastino dietro.  

Zieliński 6 - Ottimo avvio di primo tempo. Meglio quando gioca semplice che non quando si incaponisce nell’uno contro uno.

Paredes 6 - Qualità tecniche e personalità da regista puro, se ci abbina pure qualche palla recuperata diventa un giocatore da top club. Cala un po’ nella ripresa. Dal 79’ Livaja s.v.

Croce 6,5 - Dinamismo a servizio della squadra. Si allarga come un esterno, si accentra come un trequartista.

Saponara 6 - L’Empoli si accende insieme a lui. Trascina i compagni e crea un paio di pericoli ad inizio gara. La palla gol più clamorosa gliela devia col piede da Viviano. Spazi e intensità si riducono col passare del tempo.

Maccarone 5,5 - Sua la prima palla gol della gara. Sceglie la potenza invece della precisione a due passi dalla porta. Dopo non ha più palle gol e nemmeno riesce a dare una mano alla manovra dei suoi. Giornata no. Dal 56’ Mchedlidze 5,5 – Un paio di palle gol che potevano essere sfruttate con più cattiveria.

Pucciarelli 6,5 - Aggancio da sogno che anticipa un svampito Viviano: c’è il palo a dirgli di no, ma è più un gol sbagliato che non sfortuna. Attivo sul tutto il fronte offensivo, imbecca Mchedlidze nella ripresa che però devia a lato. Motorino.

All. Giampaolo 6,5 – Sul piano del gioco, non c’è stato confronto. L’Empoli ha giocato e creato più della Samp, ma a volte dà l’impressione di fare troppa fatica per trovare la via della rete su azione. Infatti il pari di Laurini arriva sugli sviluppi di un calcio da fermo.

SAMPDORIA

Viviano 6 - Passeggia senza motivo fuori dall’area nel tentativo di fermare Pucciarelli che ha comunque due centrali blucerchiati di fronte a lui. Bella però la parata col piedone su Saponara. Qualche brivido in uscita.

Cassani 5,5 - Discreto nell’uno contro uno, ma si perde Laurini, non un gigante, che segna il gol del pari.

Ranocchia 6 - Sempre titolare e mai sostituito da quando è arrivato alla corte di Montella. Sorpreso dal lancio di Paredes che manda in porta Pucciarelli nel primo tempo. Attento per il resto della gara.

Mosainder 6 - Non il centrale più elegante della Serie A, ma è difficile metterne in dubbio l’efficacia. Almeno stasera.

De Silvestri 5,5 - Croce si allarga dalla sua parte e a volte ne mette a nudo i limiti difensivi,  ma cresce col passare del tempo. Rischia di uscire per un intervento orribile su Saponara nel secondo tempo. L’arbitro non lo ammonisce nemmeno.

Fernando 6,5 - Ci mette un po’ a prendere le misure a Saponara che all’inizio sbuca da tutte le parti. Piano piano si abitua all’avversario e produce un paio di buone ripartenze, diventando l’unico fanalino del centrocampo di Montella.

Soriano 5 - Raggio d’azione limitato alla mediana, nel primo tempo regala pochi inserimenti. Debole il suo tentativo nella ripresa. Intristito, si vede poco.

Dodô 5,5 - Non deve stare troppo attento alle discese di Laurini, per questo dovrebbe essere più  preciso nelle ripartenze. Dal 78’ Christodoulopoulos 5,5 - ammonito pronti via, da quel calcio di punizione scaturisce il pari dell’Empoli.

Álvarez 5 - Parte accanto a Cassano anche se di fatto è lui quello che tra i due aiuta di più il centrocampo. Nonostante questo ha poco mordente e non risulta un fattore in nessuna delle due fasi. Male.

Cassano 5 - Servirlo tra i piedi è l’unico modo per coinvolgerlo, visto il fisico non asciuttissimo. Anche se i suoi sono gli scarpini più educati in campo, gioca da fermo e a occhio ha 45 minuti di autonomia. Dal 65’ Correa 5,5 - Gira a vuoto per tutta la mezz’ora in cui sta in campo. Può fare di più.

Quagliarella 7 - Unico riferimento dell’attacco di Montella. Si danna l’anima per crearsi palle gol, come quella che trasforma a fine rimo tempo. Riesce a rendersi pericoloso a prescindere da come viene servito, che sia sui piedi o in velocità. Dall’ 89’ Barreto s.v.

All. Montella 6 – L’esperienza di alcuni dei suoi giocatori farà la differenza nella corsa alla salvezza, perché il gioco ancora latita nonostante gli sforzi apprezzabili. Una vittoria avrebbe quasi chiuso i conti, mentre adesso il margine sul Frosinone è di soli sei punti, ma con una gara in più dei ciociari.

Arbitro: Michael Fabbri 5 – Pur non avendo episodi da moviola degni di nota, la gestione dei cartellini e dei falli è decisamente discutibile. Nel finale dovrebbe espellere De Silvestri per un intervento col piede a martello dritto sul ginocchio di Saponara. Vede il fallo, ma non tira fuori il cartellino che poteva addirittura essere rosso diretto. Per fortuna è ben coadiuvato da entrambi i suoi assistenti.

TABELLINO

EMPOLI-SAMPDORIA 1-1

EMPOLI (4-3-1-2): Skorupski; Laurini, Costa, Ariaudo (dal 61’ Bittante), Mario Rui; Zieliński, Paredes (dal 79’ Livaja), Croce; Saponara; Maccarone (dal 56’ Mchedlidze), Pucciarelli. A disp. Pugliesi, Pelagotti, Camporese, Zambelli, Dioussé, Buchel, Piu, Maiello, Krunić. All. Giampaolo.

SAMPDORIA (3-4-2-1): Viviano ; Cassani, Ranocchia, Mosainder; De Silvestri, Fernando, Soriano, Dodô (dal 78’ Christodoulopoulos); Álvarez, Cassano (dal 65’ Correa); Quagliarella (dall’ 89’ Barreto). A disp. Brignoli, Puggioni, Diakité, Pereira, Silvestre, Ivan, Krstičić, Muriel, Rodríguez. All. Montella.

Arbitro: Fabbri di Ravenna.

Marcatori: 41’ Quagliarella (S), 82’ Laurini (E)

Ammoniti: 30’ De Silvestri (S), 55’ Mario Rui (E), 68’ Costa (E), 77’ Alvarez (S), 81’ Christodoulopoulos (S)

Espusli:




Commenta con Facebook