• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Roma > VIDEO - Real Madrid-Roma, Spalletti: "Giocatori soddisfatti? Mi crea angoscia. Accettiamo la realtà

VIDEO - Real Madrid-Roma, Spalletti: "Giocatori soddisfatti? Mi crea angoscia. Accettiamo la realtà..."

Il commento del tecnico giallorosso al termine del match


Spalletti © Getty Images

08/03/2016 22:53

CHAMPIONS LEAGUE REAL MADRID ROMA SPALLETTI / Al termine della gara tra Real Madrid e Roma, ecco il commento del tecnico giallorosso Spalletti: "Se non segni e gli altri lo fanno, - ha dichiarato a 'Premium Sport' - è inutile recriminare. 2-0 all'andata e al ritorno. Giusta qualificazione del Real Madrid. Gli errori sono stati probabilmente dettati dalla bravura degli avversari. La realtà dice che abbiamo perso 2-0. Non partecipo ad altri discorsi. Accettiamo la realtà. Dopo l'andata ero convinto di poter lottare per il passaggio del turno. Volendo fare un'analisi profonda, è necessario crescere per mentalità, cattiveria e convinzione. In alcune cose siamo ancora deboli. Abbiamo avuto qualche occasione ma alla prima difficoltà non riusciamo ad essere al livello della squadra che dobbiamo essere. Non è un momento bellissimo per il Real Madrid. Non è una squadra irresistibile al momento".

NAINGGOLAN - "La squadra sarebbe stata questa, a livello di modulo, anche con Nainggolan".

FUTURO - "In futuro di certo metteremo a posto qualcosa. Mi angoscia però essere soddisfatti di queste due partite. Se siamo contenti dopo due sconfitte del genere, eravamo caduti a un livello molto basso. Occorre accettare la realtà, senza raccontarsi favole. Altrimenti diventa più dura".

GARCIA - "Ognuno ha il suo modo di lavorare ma non voglio tirare in ballo chi mi ha preceduto. Per quanto visto, la squadra è nella direzione giusta. Ora però servono dei balzi, non dei passettini in avanti e noi abbiamo dei giocatori che possono farlo. Vedere però i calciatori soddisfatti, perché gli verranno fatti i complimenti per la prestazione, mi crea angoscia".

MENTALITA' - "La testa è fondamentale. Occorre capire che il pensiero di far parte della Roma è importante come quello della famiglia. Credo stasera ci sia andata bene. Dopo i due gol non mi sarei meravigliato se ne avessimo presi tanti come in passato e non parlo di chi mi ha preceduto. Anche io ho subito certi risultati con la Roma. Serve ribaltare quali sono i pensieri dopo questa gara. Ci sono partite come questa, che ti offre una scorciatoia per il successo mondiale, per farti notare da tutti e devi giocartela. Stasera andava al di là delle 38 partite di campionato".

TOTTI - "L'omaggio del 'Bernabeu' a Totti? Penso sia giusto avergliela fatta, poi questo stadio ha sempre riconosciuto la qualità e la storia dei giocatori. Totti ha meritato questo applauso per come ha condotto la sua carriera, il pubblico del 'Bernabeu' sa riconoscere a chi dare i giusti tributi".

L.I.




Commenta con Facebook