• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Pagelle > PAGELLE E TABELLINO DI NAPOLI-CHIEVO VERONA

PAGELLE E TABELLINO DI NAPOLI-CHIEVO VERONA

Ghoulam devastante, Chiriches si riscatta alla grande. Fra gli ospiti ottimi Castro e Pellissier


Faouzi Ghoulam ©Getty Images
Antonio Papa (Twitter: @antoniopapapapa)

05/03/2016 22:46

Ecco le pagelle di NAPOLI-CHIEVO VERONA:

 

NAPOLI

Reina 5,5 - Il gol del Chievo praticamente lo fa Chiriches, lui però non è piazzato benissimo ed è un po' incerto nell'uscita. Si fa trafiggere male da Rigoni. Per il resto monitora bene la situazione, gli ospiti non riescono più a tirare in porta. 

Hysaj 6,5 - Ha il compito di tenere a bada M'Poku e ci riesce bene, con tanta attenzione e una capacità di spinta in crescendo continuo. 

Chiriches 6 - L'errore che manda in gol il Chievo è enorme, davvero un disastro punito impietosamente dalla concretezza di Rigoni. Si riscatta prontamente con un gran gol e una prestazione sicura, come ogni singola partita (poche, in verità) giocata quest'anno. L'errore può capitare anche a chi finora è stato esemplare, per il resto c'è il 2-1 scaccia-fantasmi. 

Koulibaly 6,5 - Non solo è difficilissimo da superare, in più strappa l'ovazione del pubblico ogni volta che parte palla al piede in una delle consuete scorribande offensive. Un idolo per il pubblico. 

Ghoulam 7,5 - Nella prima mezz'ora è letteralmente scatenato, arriva sul fondo un'infinità di volte e anche il gol di Higuain nasce da una sua splendida iniziativa. Poi rifiata e si riprende alla grandissima nell'ultima mezz'ora, con affondi assolutamente devastanti. Il migliore in campo per distacco, forse la miglior partita da quando è a Napoli. 

David Lopez 6,5 - Sbaglia qualche appoggio elementare, nel complesso però si fa rispettare soprattutto in termini di sostanza. Anche la sua prestazione decolla col passare del tempo.  Dal 68' Allan 6,5 - Lasciato fuori giustamente per rifiatare un po', contro la Fiorentina era stato il peggiore in campo. Stasera ci mette due minuti per entrare in partita, dando una gran palla a Callejon per il 3-1. 

Jorginho 6,5 - Gli avversari lo pressano terribilmente, ma il regista italo-brasiliano trova spesso la soluzione più semplice ed efficace, smistando quasi sempre bene il pallone. Gran palla a Chiriches sul 2-1. 

Hamsik 7 - Va a strattoni, a volte spalanca praterie per i compagni con i suoi filtranti ma poi perde qualche pallone stupido di troppo, favorendo le rapide ripartenze clivensi. Cresce comunque tantissimo col passare dei minuti, limando anche i momenti-no e sciorinando il calcio che sa. Quando vuole fa la differenza. Dall'87' Chalobah s.v.

Callejon 7 - Ricorderete sicuramente il 'pendolino' Cafu, che dalla difesa all'attacco asfaltava la fascia destra senza soluzione di continuità. Lui lo fa al contrario, un Frecciarossa che parte dall'attacco e ripiega senza pause, con un peso tattico allucinante ma senza perdere la freschezza sottoporta, come dimostra il 3-1 segnato al 70mo minuto. Se pensate che è fra quelli che hanno giocato di più quest'anno capite anche perché è straordinario. 

Higuain 6,5 - Il mini-blocco di qualche settimana è sembrato un'eternità soltanto perché ci ha abituati talmente bene che non vederlo segnare è un evento. Infatti l'evento non si ripete neanche oggi: gran palla dentro di Hamsik e il Pipita è al posto giusto al momento giusto, come sempre quando sta bene. 

Insigne 6,5 - Provate a guardare quei grafici con le zone 'calde' di azione, troverete una mongolfiera nelle sue mattonelle. Crea una densità di gioco impressionante, porta sempre via l'uomo, sfiora anche il gol con la 'sua' azione. La risposta a chi dice che è in flessione. Dal 70' Mertens 6,5 - Venti minuti di grandissima qualità, contribuisce a ravvivare la situazione lì sulla sinistra e crea parecchie occasioni pericolose. E' forse la riserva più preziosa del campionato. 

All. Sarri 7 - In conferenza stampa aveva snocciolato dati incontrovertibili a testimoniare che la 'crisi' (!) era frutto solo di episodi sfavorevoli. Tutto confermato anche stasera: dopo la topica di Chiriches il Napoli si riprende con grande personalità e martella un comunque ottimo Chievo per l'intera gara, pareggiando e poi andando a vincere di giustezza. Una squadra in debito, fisico e mentale, non reagisce così. Messaggio forte e chiaro per chi è davanti e anche per chi sta inseguendo. 


CHIEVO VERONA 

Bizzarri 6,5 - Prende due gol dove ha poche responsabilità, poi però limita i danni con un paio di parate fantastiche, che limitano i danni e impediscono al Napoli di dilagare molto prima. Fenomenale la deviazione sulla traversa con Higuain a colpo sicuro. 

Frey 4,5 - Sulla destra del Chievo è in atto un agguato, con Ghoulam, Hamsik e Insigne che si uniscono e massacrano di 'botte' il francese, preso nel mezzo da tanta qualità. Una serata da incubo, ma provateci voi.  

Dainelli 5,5 - Ha l'ingrato compito di marcare Higuain e per larghi tratti sembra anche riuscirci. Poi però è un attimo, e l'argentino ti sfugge e ti castiga. Fare una figura migliore non è per niente facile, comunque le occasioni il Pipita le ha, lo spazio Dainelli glielo lascia. 

Cesar 5 - Anche lui deve guardare le spalle a Bizzarri dalle scorribande di Higuain ma anche di Callejon e infatti si ritrova spesso preso d'infilata da entrambi. Non in grandissima serata. 

Cacciatore 5 - Dalla sua parte ci sono Callejon, Hysaj e poi anche Allan. Tante occasioni per gli azzurri, lo spagnolo poi gli parte spessissimo anche perché tende ad accentrarsi. Approssimativo. 

Castro 6,5 - Grande sostanza e gran capacità di inserimento per questo jolly argentino che ha ormai completato la sua conversione a mezzala, con la particolarità che il 'cursus honorum' da incursore offensivo gli dà grande senso del tempo. Un bel giocatore, mette gran preoccupazione alla difesa azzurra. 

Radovanovic 5,5 - Vertice basso del centrocampo di Maran, si ritrova spesso schiacciato dalla pressione devastante dei centrocampisti e degli attaccanti avversari. Travolto da un non insolito destino contro la tremenda mediana azzurra. 

Rigoni 6,5 - Nei passaggi non sempre è pulitissimo, ma ha il merito di sbloccarla con un grande inserimento, dopo un regalone di Chiriches. Si trova al posto giusto al momento giusto, il resto ce lo mette lui con freddezza e grande precisione. Poi in pratica restituisce il favore al rumeno sul suo gol: a perderselo in area di rigore, incredibilmente, è proprio lui. Dal 68' Hetemaj 6 - Entra per far rifiatare il compagno e fa il suo, senza strafare. 

Birsa 6 - Comincia un po' in sordina, poi sale in cattedra pian piano e inizia a dispensare calcio come sa. Un diesel affidabile. Dal 63' Meggiorini 5,5 - Entra con la voglia di spaccare il mondo, forse troppa voglia: combina poco e prende un giallo che poteva anche essere un rosso. 

Pellissier 6,5 - Chiamarlo 'vecchietto' è irrispettoso per quest'uomo di 38 anni che corre come se ne avesse quindici in meno. Si infila in ogni spazio, punge come una zanzara, sfiora il gol a più riprese. Un esempio per tutti. Dal 55' Floro Flores 6 -  In uno stadio che ha nel cuore entra e vorrebbe dimostrare tutto. Purtroppo per lui è marcato molto bene e la vede poco. 

M'Poku 5,5 - Dalla sua parte c'è un Hysaj molto concentrato che ne limita il raggio d'azione, la sensazione è che si tenga un po' troppo largo per incidere davvero. 

All. Maran 6,5 - I punti a referto sono zero, ma nonostante ciò è un gran Chievo. Attento, concentrato, incisivo sul piano atletico e schierato molto bene in campo, con calciatori duttili che riescono a ricoprire più ruoli contemporaneamente. Il vantaggio arriva praticamente subito, poi il Napoli fa valere la sua maggiore caratura tecnica e va a vincerla. Ma nel complesso i suoi giocano una gran partita, meritavano molto di più. 


Arbitro Di Bello 7 - Ottime diverse chiamate nel primo tempo, una strepitosa del guardalinee su fuorigioco di Pellissier. Anche il gol di Chiriches suscita qualche protesta ma è regolare.Anche il regore reclamato dal Napoli non c'era. Gran prestazione. 

 

TABELLINO

NAPOLI-CHIEVO 3-1

Napoli (4-3-3): Reina; Hysaj, Chiricheș, Koulibaly, Ghoulam; David López (dal 68' Allan), Jorginho, Hamšík (dall'87' Chalobah); Callejón, Higuaín, Insigne (dal 70' Mertens). A disp.: Gabriel, Rafael; Maggio, Strinić, Luperto, Regini, Valdifiori, Chalobah, El Kaddouri, Allan, Grassi, Mertens, Gabbiadini. All.: Sarri

ChievoVerona (4-3-1-2): Bizzarri; Frey, Dainelli, Cesar, Cacciatore; Castro, Radovanović, Rigoni (dal 68' Hetemaj); Birsa (dal 63' Meggiorini); M’Poku, Pellissier (dal 55' Floro Flores). A disp.: Bressan, Seculin; Sardo, Spolli, Costa, Hetemaj, Pepe, Pinzi, Ninković, Floro Flores, Meggiorini. All.: Maran.

Arbitro: Di Bello

Marcatori: 2' Rigoni (C), 6' Higuain (N), 38' Chiriches (N), 70' Callejon (N)

Ammoniti: 11' Castro (C), 58' Cesar (C), 82' Meggiorini (C)

Espulsi: Nessuno

 




Commenta con Facebook