• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Pagelle > PAGELLE E TABELLINO DI VERONA-SAMPDORIA

PAGELLE E TABELLINO DI VERONA-SAMPDORIA

Cassano si diverte a mandare in porta i compagni, ed è il migliore in campo. Disastro Fares nel Verona


Sampdoria ©(Getty Images)
Rocco Crea (@Rocco_Crea)

05/03/2016 19:57

ECCO LE PAGELLE DI VERONA-SAMPDORIA:

 

VERONA

Gollini 6 – Miracola due volte su Quagliarella ma in tutte le occasioni è sfortunato perché il pallone finisce sui piedi dei giocatori blucerchiati che lo fulminano. Non può proprio nulla sul tris di Christodoulopoulos.

Pisano 5,5 – Poco intraprendente nel primo tempo, si affaccia un po’ di più sulla trequarti doriana nella ripresa anche perché gli ospiti calano nei ritmi. Ad ogni modo non riesce a mettere nel mezzo nessun pallone giocabile.

Moras 5 – Nella prima mezz’ora capisce poco o nulla con Quagliarella che sguscia via da ogni dove e con Cassano ispiratissimo. Quando la Samp rallenta il ritmo può respirare. Con un allungo salva sull’insidioso pallone messo in mezzo dallo straripante De Silvestri e destinato al solitario Quagliarella a metà ripresa.

Helander 5,5 – Salva praticamente un gol con un intervento in scivolata al 34’, quando si immola per sventare un servizio di Soriano che altrimenti avrebbe raggiunto un liberissimo Quagliarella. Si ripete deviando in corner una conclusione dello stesso Quagliarella subito dopo. Ma va in bambola anche lui nei primi trenta minuti di gara, disastrosi per tutto il pacchetto arretrato.

Fares 4 – Combina un disastro quando perde palla da ultimo uomo su lancio di Christodoulopoulos, favorendo cosi la discesa solitaria di Quagliarella, che genera il raddoppio della Sampdoria.  Per Delneri tanto può bastare per sostituirlo. Dal 28’ Gilberto 5 – Se Sparta piange Atene non ride. Entrato da poco, si perde Christodoulopoulos in occasione del 3-0 e dopo pochi minuti si becca un giallo per fallo di mano. Compie una buona diagonale ad inizio secondo tempo.

Wszolek 6 – Il gioco di Delneri lo esalta. Galoppa bene sulla fascia destra rendendosi pericoloso in velocità. Tuttavia le palle messe al centro per Toni o per l’accorrente Rebic vengono spesso allontanate dai centrali della Sampdoria o, comunque, mal sfruttate dai compagni.

Ionita 5 – Un tiro finito abbondantemente sopra la traversa nel primo tempo rappresenta l’unico tentativo di rendersi pericoloso. In fase difensiva non riesce a fare da filtro assieme a Marrone per limitare i numerosi attacchi ospiti, soprattutto nel primo tempo.

Marrone 5,5 – Non riesce ad imporsi a centrocampo, dove a farla da padrone è Soriano. Combina poco per quanto riguarda l’organizzazione di gioco, ed il Verona si limita a fare uno sterile possesso palla quando la Sampdoria molla la presa.

Siligardi 5 – Prova a rendersi pericoloso sulla trequarti accentrandosi molto e provando anche il tiro da fuori. Ma senza troppa convinzione e Delneri lo sostituisce, con il Bentegodi che lo fischia. Dal 56’ Juanito Gomez 5,5 – Non riesce a dare qualità alla manovra offensiva del Verona, anche se al suo ingresso il risultato è oramai compromesso. Sul finale ha un sussulto con una conclusione deviata in corner da Viviano.

Rebic 5,5 – Avrebbe potuto dare molto di più alla causa gialloblu, risultando peraltro poco preciso quando si tratta di servire Toni o Siligardi. Corre molto ma non basta. Dal 70’ Romulo 5,5 – Una conclusione da fuori per lui deviata da Ranocchia sul fondo e nient’altro.

Toni 5,5 – Viviano gli chiude lo specchio della porta nel corso della prima frazione, mentre ad inizio ripresa devia il suo colpo di tacco su servizio di Wszolek. Vero che all’interno dell’area risulta troppo solo, ma le mezze occasioni che gli capitano non riesce a sfruttarle.

All. Delneri 4,5 – Il suo Verona si sveglia troppo tardi, soltanto dopo aver subito il gol del raddoppio e comunque soltanto fino al tris doriano che di fatto taglia le gambe alla squadra. Troppo poco per chi invece avrebbe dovuto fare di tutto per vincere una partita fondamentale per la rincorsa alla salvezza fra le mura amiche. Gli esterni corrono ma non riescono a rendersi pericolosi con buoni palloni messi al centro. Ed il suo Verona è tutto qui.

 

SAMPDORIA

Viviano 6,5 – Gioca molto bene il pallone coi piedi e, visto che ci prende gusto, difende con questi anche la sua porta. Esce bene su Toni in scivolata in due occasioni nel primo tempo. Bravo a deviare in corner un tiro di Juanito a cinque minuti dal termine delle ostilità.

Cassani 6,5 – Decisivo un suo intervento ad anticipare Toni su assist velenoso di Wszolek al quarto d’ora. Sempre puntuale e preciso in ogni chiusura.

Ranocchia 6,5 – Un passo avanti rispetto alle recenti uscite non troppo felici per lui. Si immola sulla botta da fuori di Romulo alla mezz’ora della ripresa facendosi anche male. Sfiora la rete nel recupero.

Moisander 6 – Errore sull’occasione avuta da Toni su servizio di Wszolek ad inizio ripresa, ma Viviano ci mette una pezza. Non commette altre sbavature e riesce a contenere Toni con la collaborazione dei compagni di reparto.

De Silvestri 7 – Mette in mezzo un pallone delizioso per il tris firmato da Christodoulopoulos. Sulla fascia è praticamente incontenibile ed anche nel secondo tempo si rende protagonista di una bella cavalcata con un pallone pericoloso messo al centro per Quagliarella.

Fernando 5,5 – Perde troppi palloni a centrocampo nel corso del primo tempo, favorendo i contropiedi scaligeri affidati a Rebic e Wszolek. Riceve l’undicesimo cartellino giallo della stagione, record di questa Serie A. Bello però l’uno-due con Cassano al 66’.

Soriano 7 – Sigla il gol del vantaggio doriano che, curiosità, è anche il suo quarto centro su quattro partite contro gli scaligeri. Serve a Quagliarella un pallone d’oro che Helander riesce a deviare con una disperata scivolata. Con Cassano e Quagliarella compone un trio che fa girare la testa all’intera retroguardia gialloblu, anche giocando da centrale di centrocampo. Dal 73’ Barreto s.v.

Christodoulopoulos 6,5 – La rete del 3-0 è un gran gol. Mette dentro il pallone con un destro al volo su preciso servizio di De Silvestri. E’ un ex ma esulta con piacere visto che il periodo trascorso a Verona non si è certamente rivelato dei migliori. In fase di copertura però non garantisce la dovuta protezione sull’out di destra, quindi Montella gli preferisce Silvestre per mantenere il risultato. Dal 58’ Silvestre 6 – Contribuisce a non far correre pericoli alla retrovia comunque organizzata della Sampdoria, come vuole Montella.

Cassano 7,5 – La sua marcatura incide poco sul voto, ed è tutto dire. Cassano si diverte come un ragazzino giocando con maestria spiazzante ogni pallone. Il gol di Soriano è propiziato dal suo lancio per Quagliarella, poi raddoppia raccogliendo la respinta di Gollini ancora sul tiro del solito numero 27 blucerchiato. Gioca di prima e regala spettacolo. Si divora il gol del poker davanti a Gollini al 66’. Dal 78’ Muriel s.v.

Alvarez 6 – Sfonda sulla destra nei primi minuti ma il cross messo in mezzo è spazzato via da Moras. La sua è una gara sufficiente, fatta di buoni spunti soprattutto nel primo tempo. Ma nel secondo sparisce.

Quagliarella 6,5 – Gollini gli para la qualunque, ma almeno la Sampdoria riesce a trarre vantaggio dalle sue conclusioni grazie alle ribattute in rete da parte di Soriano e Cassano. Manda di poco a lato una conclusione dal limite sul finale di primo tempo, sul quale Gollini non ci sarebbe mai arrivato.

All. Montella 7 – Il gioco offerto dalla Sampdoria nel corso della prima mezz’ora è straripante. I doriani non sembrano una squadra ipoteticamente in pericolo di retrocessione. Prepara bene la partita e mette Soriano al centro del campo, a prendersi la scena e dettare i tempi di gioco.

 

Arbitro: Cervellera 6 – Grazia Moisander per un brutto intervento su Rebic al 5’. Per il resto la gara non presenta episodi dubbi o al limite.

 

TABELLINO

VERONA-SAMPDORIA 0-3

Verona (4-4-2): Gollini; Pisano, Moras, Helander, Fares (dal 28’ Gilberto); Wszolek, Ionita, Marrone, Siligardi (dal 56’ Juanito Gomez); Rebic (dal 70’ Romulo), Toni . A disp.: Albertazzi, Gilberto, Emanuelson, Jankovic, Bianchetti, Samir, Marcone, Furman, Coppola, Greco. All. Delneri.

Sampdoria (3-4-2-1): Viviano; Cassani, Ranocchia, Moisander; De Silvestri, Fernando, Soriano (dal 73’ Barreto), Christodoulopoulos (dal 58’ Silvestre); Cassano (dal 78’ Muriel), Alvarez; Quagliarella . A disp.: Pedro Pereira, Rodriguez, Krsticic, Diakitè, Skriniar, Palombo, Brignoli, Dodò, Puggioni. All. Montella.

Marcatori: 6’ Soriano (S) , 11’ Cassano (S), 30’ Christodoulopoulos (S)

Arbitro: Angelo Cervellera (Sez. di Taranto)

Ammoniti: 6’ Christodoulopoulos (S), 44’ Gilberto (V), 57’ Marrone (V), 62’ Fernando (S), 74’ Ranocchia

Espulsi: 




Commenta con Facebook