• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Napoli > Napoli, dopo Grassi ecco Mammana e André Gomes: prosegue la 'rivoluzione verde'

Napoli, dopo Grassi ecco Mammana e André Gomes: prosegue la 'rivoluzione verde'

In vista della prossima stagione l'eta media della rosa partenopea potrebbe abbassarsi ulteriormente


Giuntoli ©Getty Images

03/03/2016 19:17

CALCIOMERCATO NAPOLI LINEA VERDE GIUNTOLI / ROMA - Il calciomercato del Napoli sembra essere ormai comandato da una sola regola: acquistare giocatori giovani e di livello. Una strada che il ds Giuntoli ha iniziato a tracciare da questo gennaio con gli arrivi di Vasco Regini (classe ’90) e Alberto Grassi (classe ’95).

Questa estate, infatti, il club partenopeo sembra intenzionato a proseguire sulla via della ‘rivoluzione  verde’ e lo si nota dai giocatori che vengono accostati: sono tutti under 25. Dopo tre stagioni, l’avventura in azzurro di Raul Albiol potrebbe essere giunta al capolinea: per sostituire l’esperto spagnolo, il Napoli ha messo nel mirino Emanuel Mammana (classe ’96) del River Plate e Marc Bartra (classe ’91) del Barcellona. Ma i movimenti principali potrebbero essere fatti a centrocampo, dove la lista di baby campioni monitorare è molto più lunga: si parte da André Gomes (classe ’93) del Valencia, a lungo corteggiato in estate, così come Davy Klaassen (classe ’93) dell’Ajax. In casa dei ‘Lancieri’ piace anche Riechedly Bazoer (classe ’96), nuovo astro nascente del calcio europeo per il quale c’è la concorrenza di tutti i maggiori top club. Ma Giuntoli tiene sempre un occhio vigile anche sulla Serie A: nella sua lista ci sono anche i nomi di Piotr Zielinski (classe ’94) e Artur Ionita (classe ’90). Il prossimo motto della truppa di Sarri sarà: "Giovani al potere".

D.G.




Commenta con Facebook