• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Milan > Milan, da Menez a Balotelli: le indicazioni per Mihajlovic dopo la Coppa Italia

Milan, da Menez a Balotelli: le indicazioni per Mihajlovic dopo la Coppa Italia

Tante buone notizie per l'allenatore rossonero dopo la partita con l'Alessandria


Jeremy Menez ©Getty Images
Antonio Papa (twitter @antoniopapapapa)

02/03/2016 13:18

MILAN MENEZ BALOTELLI DOPO ALESSANDRIA / MILANO - Il Milan torna in Europa. A questo punto, salvo poco probabili cataclismi in campionato e in Inter-Juve di stasera, possiamo darlo quasi per certo. Con la qualificazione alla finale di Coppa Italia i rossoneri si sono praticamente assicurati l'accesso all'Europa League attraverso il trofeo di Lega, senza dover necessariamente passare per il piazzamento in campionato. Ma per Mihajlovic ben figurare anche in Serie A è un obiettivo irrinunciabile, specie se si vuole coltivare ancora il (difficile) sogno terzo posto, che cambierebbe anche le prospettive di calciomercato estivo. Dalla sfida con l'Alessandria sono emerse indicazioni importanti per diversi titolari o per calciatori che aspirano a diventarlo, con qualche nota stonata che purtroppo non manca mai. E allora, da Menez a Balotelli passando per Romagnoli, vediamo tutte le indicazioni utili che si possono trarre da Milan-Alessandria. 


IL RITORNO DI MENEZ PER IL RUSH FINALE DEL MILAN 


Il risultato è sicuramente da urlo. Ok che l’Alessandria è squadra di due categorie inferiore, ma un 5-0 fa sempre rumore ed è sempre ottimo per il morale. Le buone news Milan però non si limitano al risultato, anzi probabilmente a Mihajlovic avrà fatto ancora più piacere vedere di aver ritrovato diversi elementi importanti in vista del finale di campionato. Le pagelle di Milan-Alessandria parlano chiaro: il migliore in campo è Jeremy Menez, di ritorno da un calvario fisico che l’ha tenuto fuori dai giochi praticamente da inizio campionato, per arrivare fresco e lanciato in vista della primavera. Al termine della gara Menez si è detto soddisfatto della prestazione e ha ricordato il periodo difficile, ma ora i problemi sembrano essere alle spalle e si può guardare con ottimismo al domani. Il ritorno a buoni livelli del francese è una splendida notizia per Mihajlovic, che proprio qualche giorno fa ha perso Niang coinvolto in un terribile incidente stradale, che potrebbe tenerlo fuori fino a fine campionato. Non ci voleva, ma il vero Menez può sopperire alla grande all’assenza del classe ’94, visto che fino allo scorso anno le gerarchie erano praticamente capovolte. 


ROMAGNOLI TORNA E VA IN GOL: IL MILAN RITROVA SOLIDITA’ DIFENSIVA


L’altra lieta novella arriva da Alessio Romagnoli. Il difensore romano sta ritrovando anch’egli il campo dopo alcuni problemi fisici e la sfida con l’Alessandria era senz’altro un banco di prova importante. Se è così si può senz’altro dire che la prova è stata superata brillantemente: un avvio un po’ zoppicante, poi la sicurezza crescente e i due gol, i primi in rossonero, che tolgono un altro piccolo paletto alla crescita del giovane centrale. A rivedere gli highlights di Milan-Alessandria i tifosi sorrideranno senz’altro: tutti puntano tantissimo sul ragazzo di Anzio, riaverlo fra i titolari è importantissimo per la squadra e per la società. Intanto chi l’ha sostituito non ha fatto male, anzi. La rinascita di Cristian Zapata è una delle note liete più importanti di quest’ultimo mese: il colombiano al fianco di Alex ha ritrovato una convinzione e una fiducia nei propri mezzi che mancava da un pezzo. La società ha notato e apprezzato, infatti Galliani è pronto a proporre il rinnovo di contratto ad Alex e Zapata, perché se la difesa gioca come sta giocando in questo periodo non c’è neanche bisogno di tornare sul mercato in estate per puntellarla. Potrebbe bastare anche soltanto un jolly duttile per completare il reparto, e in tal senso Izzo del Genoa  è  più di una semplice idea per il Milan


MARIO BALOTELLI NON VA: UN PROBLEMA PER IL MILAN E PER MIHAJLOVIC


Se proprio vogliamo trovare una nota stonata nel 5-0 di ieri sera dobbiamo senz’altro nominare Mario Balotelli. L’attaccante tornava titolare dopo tanto tempo, ma l’approccio mentale non è stato di certo quello giusto. Nonostante il gol della ‘manita’ c’è tanta sufficienza, il solito gioco praticamente da fermo e la sensazione che questo ragazzo sia sempre più lontano dall’essere un vero calciatore. Mihajlovic nell’intervista post-partita l’ha difeso, prendendosela con i giornalisti, ma il problema è sotto gli occhi di tutti ed è abbastanza evidente. Galliani non si preoccupa più di tanto: in fondo la formula scelta per acquistarlo ad agosto lascia il Milan in una botte di ferro, semmai il problema sarà del Liverpool. L’addio ai Reds è praticamente certo, e a questo punto se non dà una sterzata alle sue prestazioni (ma soprattutto al suo atteggiamento) l’ipotesi Cina per SuperMario Balotelli non è poi così improbabile

 

 




Commenta con Facebook