• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Pagelle > PAGELLE E TABELLINO DI MILAN-ALESSANDRIA

PAGELLE E TABELLINO DI MILAN-ALESSANDRIA

Menez in crescita: colpisce due volte. Romagnoli e' letale, Balotelli svogliato. Fischnaller si conferma giocatore interessante


Menez ©Getty Images
Stefano Carnevali

01/03/2016 22:55

Ecco le pagelle e il tabellino di MILAN-ALESSANDRIA:

 

MILAN

Abbiati 6 – Sempre qualche brivido coi piedi. Decisivo in uscita su Fischnaller al 9'. Dopo il vantaggio del Milan è ordinaria amministrazione.

De Sciglio 6 – Fa un po' di fatica in avvio. Dopo i due gol dei suoi si rasserena trascorre una serata tranquilla. Al 71' si perde Marconi in modo troppo facile, ma al 76' salva sulla linea dopo una serie di deviazioni. 

Zapata 7 - Si conferma in grande condizione. Tiene a bada la 'verve' dell'Alessandria in avvio e, anche quando la partita si indirizza, sfodera qualche intervento di rilievo. Si 'mangia' Nicco al 68'. 

Romagnoli 7 – Dopo qualche brivido in avvio, firma il 2-0 (primo gol in maglia Milan) e poi gioca in scioltezza. Non contento, si concede anche la doppietta personale. Letale sotto porta, grazie agli schemi.

Antonelli 6 - Qualche brivido dalla sua parte: Marras è un cliente scomodo per i movimenti intelligenti e la buona tecnica. In più le sovrapposizioni di Celjak non vengono protette adeguatamente. Cresce dopo che la partita è messa in sicurezza.

Honda 6 – Il gol fallito al 7' è incredibile. In generale appare eccessivamente lezioso e poco concentrato. Firma comunque l'assist per il gol di Menez. Dopo il vantaggio acquisito alza un po' il ritmo, pur senza strafare.

Poli 6 – Non lesina l'impegno, ma è sempre molto confusionario. Si ritrova anche lui dopo il vantaggio e alza la qualità delle giocate.

Kucka 7 – Sembra l'unico a fare sul serio da subito. Non molla mai e si fa apprezzare anche per rifiniture preziose. Resta negli spogliatoi dopo l'intervallo: la missione, del resto, è compiuta. Dal 46' Mauri 5,5 - Partita in discesa.  Svolge il compitino senza infamia e senza lode. Non stupisce, allora, che Mihajlovic lo impieghi con il contagocce. 

Bonaventura 5,5 – si conferma in un momento non molto brillante: rispetto a qualche settimana fa, infatti, le giocate importanti sono decisamente meno. Dal 58' Boateng 5 - Parte largo a sinistra, poi svaria su tutta la trequarti, ma combina proprio poco. 

Menez 7 – E' ancora indietro fisicamente, dopo il lungo stop. La tecnica è comunque di alto livello: al 15' scalda le mani di Vannucchi con un bel tiro da fuori e 5' lo batte con un velenoso diagonale. Il gol del tre a zero è pura formalità. Dal 75' Bacca 5,5 - Giusto il tempo di divorarsi un gol clamoroso: si conferma in un momento poco prolifico. 

Balotelli 5,5 – Approccio alla partita completamente errato, perché gioca con sufficienza, quasi da fermo, cercando solo di far valere la propria fisicità e la propria tecnica. Non gli riesce nessuna giocata, fino al gol all'ultimo minuto. 

All. Mihajlovic 7 – Dopo un po' di paura in avvio, il Milan trova due reti in rapida successione e indirizza la gara. Poi amministra. Questa è una squadra molto diversa rispetto a quella che ha disputato l'andata: più tranquilla, più compatta, con un gioco e con carattere. Mihajlovic è davvero in controllo. 

 

ALESSANDRIA

Vannucchi 5  – Un paio di parate efficaci più che eleganti, poi si arrende a Menez (due volte) e Romagnoli (due volte). Nel finale è infilato anche da Balotelli. Non dà mai sicurezza. 

Celjak 6,5 – Primi minuti eccellenti, soprattutto in fase di spinta. Poi paga dazio anche lui, ma resta tra i migliori. 

Morero 5 – Traballante. Quando viene aiutato dai compagni se la cava, ma in marcatura pura è sempre in difficoltà.

Sirri 5,5 – Meglio del compagno di reparto, soprattuto per dinamismo e attenzione. Affonda nel finale. 

Sabato 5,5 – Se ne sta a lungo sulle sue, limitando abbastanza bene Honda. Non è un caso che le giocate migliori del nipponico avvengano nella zona centrale del campo.

Loviso 5,5 – Mette ordine e dà sapienza al centrocampo dei grigi. Quando la partita si indirizza verso il successo del Milan va un po' fuori giri. Dal 70' Mezavilla 6 - Gioca con buona personalità. La partita, però, è compromessa.

Iocolano 5 – Parte con grande intraprendenza, con una serie di tagli molto rapidi che mettono in apprensione De Sciglio e Zapata. Si spegne abbastanza presto. Dal 62' Marconi 6 - Si conferma attaccante pericoloso: gli arrivano pochi palloni, ma sa sempre gestirli bene. 

Nicco 6 – Fa abbastanza bene entrambe le fasi. Ordinato e con buona tecnica. Non riesce, però, ad alzare il ritmo.

Branca 5,5 – Preoccupato di quanto avviene alle sue spalle, gestisce malamente la fase di impostazione. Dall'83' Bocalon SV -.

Marras 6 – Tutto mancino, parte da destra e taglia con regolarità per appoggiare Fischnaller. Dopo un avvio molto pimpante, si spegne un po' anche lui. 

Fischnaeller 6,5 – Veloce e pungente. Mette costantemente in apprensione la linea difensiva del Milan. Anche dopo i gol del Milan non molla. Vicino al gol, di testa, anche al 62'. 

All. Gregucci 6 – Rinuncia ai chili di Marconi e alla rapacità di Bocalon per avere la velocità di Fischnaller, viene ripagato con un avvio frenetico e frizzante. L'1-2 del Milan, però, taglia le gambe ai suoi. Quella dell'Alessandria, comunque, resta una buona partita: diginitosa, coraggiosa e soprattutto ordinata. 

 

Arbitro: Guida 6,5 – Qualche dubbio al 10' per un contatto nell'area del Milan, dopo la crota respinta di Abbiati su Fischnaller: lascia correre e non sembra errare. Qualche perplessità anche sul raddoppio del Milan: la posizione di Romagnoli è al limite, ma sembra comunque corretta. A mezz'ora dalla fine regala un corner all'Alessandria. Proteste 'grigie' per un ipotetico 'mani' di Romagnoli, al 72': il colpo è di spalla. Partita agevole. Qualche dubbio sulla posizione di Balotelli in occasione del gol. 

 

TABELLINO

MILAN-ALESSANDRIA 5-0

MILAN (4-4-2): Abbiati; De Sciglio, Zapata, Romagnoli, Antonelli; Honda, Poli, Kucka (46' Mauri), Bonaventura (58' Boateng); Menez (75' Bacca) , Balotelli. All. Mihajlovic. A DISP: Alex, Abate, Bertolacci, Calabria, Donnarumma, Crociata, Locatelli, Simic, Livieri.

ALESSANDRIA (4-1-4-1): Vannucchi; Celjak, Morero, Sirri, Sabato; Loviso (71' Mezavilla); Marras, Nicco, Branca (83' Bocalon), Iocolano (62' Marconi); Fischnaller. All: Gregucci. A DISP: Cittadina, Guerriera, Nordi, Picone, Boniperti, Sosa, Terigi, Sperotto, Vitofrancesco.

Arbitro: Guida

Marcatori: 20' e 39' Menez, 24' e 80' Romagnoli, 89' Balotelli

Ammoniti:

Espulsi:

Note:  




Commenta con Facebook