• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Pagelle > PAGELLE E TABELLINO DI CARPI-ATALANTA

PAGELLE E TABELLINO DI CARPI-ATALANTA

D'Alessandro inventa, Borriello pasticcia. Verdi tiene su il Carpi, Letizia annaspa


Romagnoli e Bellini © Getty Images
Lorenzo Bettoni (@lorebetto)

28/02/2016 17:00

ECCO LE PAGELLE DI CARPI-ATALANTA

 

CARPI

Belec 6 - Qualche uscita un po’ da rivedere, ma trasmette comunque sicurezza.

Poli 6 - Anticipato secco da Kurtic in occasione del vantaggio atalantino. Si rifà guadagnandosi il rigore del pari.

Romagnoli 6,5 - Attento sia su Pinilla che su Borriello.

Gagliolo 6,5 - Non si lascia mai sfuggire gli attaccanti nerazzurri. Gioca una partita di concentrazione.

Letizia 5 - E’ il difensore che ha recuperato più palloni in Serie A. D’Alessandro però lo brucia per servire a Kurtic il pallone dell’1-0. Cerca di rimettersi in carreggiata spingendo un po’ di più ma lascia qualche buco dietro.

Martinho 5,5 – Poco incisivo nell’uno contro uno, esce per un problema muscolare prima della fine del primo tempo. Dal 43’ Pasciuti 5,5 – Anche lui non ha spunti indimenticabili.

Bianco 6 - Un suo mancino improvviso nella ripresa per poco non sorprende Sportiello.

Lollo 6 - Un po’ limitato dal giallo che si prende nel primo tempo, non rende comunque la vita facile alla mediana di Reja.

Di Gaudio 6 - Ha una buona palla gol dopo la rete di Kurtic, ma calcia troppo debole. Dal 63’ Verdi 6,5  - Segna con gran personalità il rigore che rimette le cose in pari. Spariglia le carte appena entra in campo, poi gli atalantini gli prendono le misure.

Lasagna 5 - Gli tremano le gambe nel primo tempo a tu per tu con Sportiello. Da quel momento in poi l’eroe di San Siro si intristisce e non si vede praticamente più. Dal 69’ Mancosu 5,5 – Qualche buona iniziativa che però non basta per arrivare alla sufficienza.

Mbakogu 5,5 - Manda in porta Lasagna prima della mezz’ora, stacca indisturbato nella ripresa ma non trova la porta. Fisicamente c’è ma dovrebbe affinarsi. Luci e ombre.

All. Castori 6 - Il punto serve a poco soprattutto perché la Samp batte il Frosinone e prende un po’ di respiro. Manca fantasia, ma questa non è una novità. Bene invece la difesa, sempre attenta su Pinilla e l’ex Borriello. Salvarsi resta un’impresa.

ATALANTA

Sportiello 6 - Devia alta la conclusione improvvisa di Bianco nella ripresa. Attento anche sul tentativo di Di Gaudio poco dopo.

Bellini 6 - Gara equilibrata, poche discese ma anche poche buche dietro.

Masiello 6 - Qualche passaggio a vuoto. Mbakogu lo anticipa un paio di volte, ma la punta del Carpi sbaglia la mira.

Paletta 6 - Un paio di timide palle gol nel primo tempo, rischia solo sull’occasione di Lasagna nel primo tempo.

Dramé 6 - Spinge più di Bellini, ma potrebbe crossare un po’ di più.

Kurtić 6,5 - Porta avanti l’Atalanta con un grande inserimento da dietro.

de Roon 6 - E’ in calo rispetto allo scoppiettante inizio di stagione ma è comunque utile alla causa atalantina con una prestazione di sacrificio.

Cigarini 6 – Conferma anche oggi la tecnica che tutti conosciamo, ma comunque non tira mai indietro la gamba. Dal 72’ Migliaccio 6 – Si posiziona davanti alla difesa a far muro alle iniziative avversarie.

D’Alessandro 6,5 - Si inventa la rete del vantaggio atalantino saltando Letizia e mettendo un pallone perfetto sul secondo palo. Ha un’altra occasione poco dopo. Si accende a sprazzi ma almeno si accende.

Pinilla 5 - Gara di gran sacrificio nel primo tempo, cala fisicamente nella ripresa e tiene su meno palloni. Non calcia mai in porta per tutto il tempo in cui sta in campo. Dal 66’ Borriello 5 - Applaudito dai suoi ex tifosi. Sfiora l’autogol prima di stendere Poli in piena area e causare il rigore a favore del Carpi.

Diamanti 5 - Ci prova, si impegna e si danna per la causa atalantina, alla prova dei fatti però ci sono poche palle gol create ed un paio di conclusioni alte da buona posizione. Dall’ 87’ Gakpé s.v.

All. Reja 6 - Il punto serve più a lui che non a Castori. L’impressione è che l’Atalanta provi a tirare fuori il massimo facendo il minimo. In questo momento manca un po’ di brillantezza e la zona retrocessione è solo sei punti più in giù.

Arbitro: Gianpaolo Calvarese 5,5 - Entrambe le squadre chiedono un rigore nel primo tempo. Giusto non fischiare nulla in tutti e due i casi. C’è invece il contatto tra Poli e Borriello che comunque cerca la palla. Non è un rigore solare, ma ci può stare. Gestione dei cartellini un po’ strana (doveva tirarne fuori di più) ma almeno coerente. Ferma un tre contro quattro dell’Atalanta fischiando la fine della gara.

 

TABELLINO

CARPI-ATALANTA 1-1

CARPI (4-4-1-1): Belec; Poli, Romagnoli, Gagliolo, Letizia; Martinho (dal 43’ Pasciuti), Bianco, Lollo, Di Gaudio (dal 63’ Verdi); Lasagna (dal 69’ Mancosu); Mbakogu. A disp.: Brkic,Colombi, Sabelli, Cofie, Zaccardo, Porcari, de Guzmán, Crimi, Suagher. All.: Castori.
ATALANTA (4-3-3): Sportiello; Bellini, Masiello, Paletta, Dramé; Kurtić, de Roon, Cigarini (dal 72’ Migliaccio); D’Alessandro, Pinilla (dal 66’ Borriello), Diamanti (dall’ 87’ Gakpé). A disp.: Radunović, Brivio, Bassi, Stendardo, Gagliardini, Freuler, Cherubin, Monachello, Berat. All.: Reja.

Arbitro: Calvarese di Teramo

Marcatori: 52’ Kurtic (A), 75’ rig. Verdi (C)

Ammoniti: 14’ Bellini (A), 26’ Lollo (C), 74’ Diamanti (A), 78’ Gagliolo (C), 88’ Poli (C), 90’ Borriello (A)

Espulsi:




Commenta con Facebook