• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Inter > Juventus-Inter, Eder: "Sacrificio e coraggio per vincere, non c'è problema se non segno"

Juventus-Inter, Eder: "Sacrificio e coraggio per vincere, non c'è problema se non segno"

L'attaccante: "Ero consapevole delle difficoltà iniziali che ci sono nel cambiare squadra a gennaio"


Eder ©Getty Images
Marco Di Federico

27/02/2016 09:38

NEWS INTER JUVENTUS EDER MANCINI / MILANO - Quella contro la Juventus è la sfida più sentita da tutti i tifosi dell'Inter. Per Eder non c'è occasione migliore per sbloccarsi, visto che da quando si è trasferito in nerazzurro non ha ancora segnato. Di questo e di tutte le altre news Inter, l'attaccante italo-brasiliano ha parlato sulle colonne del 'Corriere dello Sport'.

DIGIUNO - "Non c'è problema se non segno, l'anno scorso con la Samp ho passato undici partite senza segnare. - le sue parole - Ma la squadra andava bene e il mio digiuno di gol veniva mascherato dai risultati. Quello che non è successo finora all'Inter: Ma è un periodo, può capitare. Sento parlare di Higuain in crisi, per quattro partite in cui non fa gol. Quando un bomber abitua troppo bene il suo pubblico, si diventa esigenti. Rischiando anche di esagerare nell'altro senso",

INTER - "Ero consapevole delle difficoltà iniziali che ci sono nel cambiare squadra a gennaio. Ambiente nuovo e modo di giocare diverso. All'Inter ho iniziato mantenendomi largo, il mister ha cambiato diversi moduli ma non credo lo abbia fatto per me. Non sono uno che sta fermo tutta la partita, aspettando il pallone giusto per segnare". 

JUVENTUS - "È una partita stimolante per tutti. Andiamo a Torino per guardare la Juventus dritta negli occhi. Bisogna giocarsela altrimenti saremmo già sconfitti in partenza. Ci vuole una partita di sacrificio e coraggio. Affrontiamo una squadra che è davanti perché ha sbagliato meno di tutti".

CHAMPIONS - "Lo Scudetto è molto difficile adesso, restiamo concentrati sul vero obiettivo della società, ovvero il terzo posto".

BARZAGLI - "Visto che sono un attaccante, è il giocatore che gli toglierei, è sempre un grande e si aiuta con l'esperienza".

SORIANO - "Alla Sampdoria l'ho visto crescere, sa interpretare bene le due fasi: è un calciatore straordinario. Sarebbe un grande acquisto sul calciomercato".




Commenta con Facebook