• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Milan > Calciomercato Milan, Berlusconi vuole un attacco italiano: da Pellè a Pavoletti, ecco tutti i nomi

Calciomercato Milan, Berlusconi vuole un attacco italiano: da Pellè a Pavoletti, ecco tutti i nomi

Si cercano calciatori giovani, ma non solo, e di prospettiva per rinforzare il reparto avanzato


Silvio Berlusconi (Calciomercato.it)
Mario D'Amiano (Twitter: @mariodamiano93)

25/02/2016 12:22

CALCIOMERCATO MILAN BERLUSCONI PELLE' PAVOLETTI BALOTELLI / MILANO - Il Milan ha compiuto 30 anni sotto la gestione di Silvio Berlusconi. Il presidente più vincente della storia rossonera, nelle tante interviste rilasciate in questi giorni, ha parlato delle emozioni passate e degli obiettivi futuri. Il Milan di Mihajlovic si sta riprendendo da un periodo di crisi ma non rispecchia ancora a pieno la volontà del presidente, che vuole una squadra padrone del gioco e del campo. Sul calciomercato, invece, l'obiettivo è chiaro: costruire una squadra vincente e quasi interamente italiana. Galliani è stato avvisato, in estate dovrà tener conto delle volontà societarie.

PIU' ITALIANI - Berlusconi è stato chiaro: quando vede formazioni composte interamente da stranieri gli si stringe il cuore. Questo il suo commento: "Abbiamo già la difesa tutta di nazionali italiani così come la mediana - le sue parole ai microfoni della 'Mediaset' - Ci mancano solo gli attaccanti, ma abbiamo in Bonaventura uno splendido numero 10. Se Balotelli confermasse la sua maturazione avremmo anche una delle due punte già in casa e ci basterebbe un'altra punta italiana. Credo nel nostro sogno di avere una forte squadra tutta di italiani. Quando vedo le squadre importanti del nostro Paese scendere in campo con appena un giocatore italiano mi si stringe il cuore. Ho per esempio simpatia nei confronti della Juventus che schiera diversi italiani".

GLI OBIETTIVI - Se nel reparto arretrato e a centrocampo il Milan presenta già diversi calciatori del nostro paese, l'opera deve essere completata nel reparto offensivo. Con Mario Balotelli che non sembra essersi ripreso dal difficile periodo, in estate sarà fondamentale trovare una nuova punta. Stephan El Shaarawy, che a Berlusconi piaceva molto, si sta trovando bene a Roma e potrebbe essere riscattato dai giallorossi. Il mercato italiano, attualmente, sembra povero di talenti. Per l'attacco rossonero, secondo le notizie di mercato Milan, si fanno i nomi di Leonardo Pavoletti e Graziano Pellè, due prime punte dal forte fisico. Poi c'è Belotti del Torino, giovane e di buone prospettive. Ma, come sottolineato dal presidente, sarà importante crescere in casa propria i calciatori del futuro. Per questo sono da monitorare le situazioni di alcuni giovani da far crescere, come Luca Vido e Andrea Vassallo, talenti della Primavera di Brocchi. Andrea Petagna, classe '95 in prestito all'Ascoli, è stato invece ceduto all'Atalanta, mentre Giacomo Beretta è in Lega Pro con la Pro Vercelli. In casa Milan, il progetto giovani è già partito.




Commenta con Facebook