• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Roma > Roma, da Totti a Dzeko: la stagione passa da un attacco... imprevedibile

Roma, da Totti a Dzeko: la stagione passa da un attacco... imprevedibile

I nomi in avanti per la squadra giallorossa rischiano di essere troppi o troppo pochi


Edin Dzeko ©Getty Images

24/02/2016 20:20

ROMA TOTTI DZEKO ATTACCANTI STAGIONE / ROMA - La Roma ha un problema di carenza o di sovrabbondanza in attacco? Può sembrare un assurdo, ma i giallorossi nella corsa al terzo posto devono ancora capire quale sia l'effettiva lunghezza della panchina quando si parla del reparto avanzato. Nomi alla mano, la Roma può contare su Diego Perotti, Iago Falqué, Mohamed Salah, Edin Dzeko, Umar Sadiq e Francesco Totti: sei nomi per tre maglie. Fin qui tutto normale, se non fosse per le situazioni straordinarie che stanno crescendo in seno alla Roma.

A far pendere l'ago della bilancia da una parte o dall'altra dell'equilibrio sono Totti e Dzeko. Il capitano sembra in rotta, potrebbe essere all'improvviso depennato dagli attaccanti disponibili (portando a una carenza), oppure tornare e sgomitare per un posto. Il bosniaco, invece, ha segnato gol liberatori col Palermo, ma senza una straordinaria continuità di qui a fine stagione rischia di diventare un nome ingombrante, che tolga ossigeno ad altri elementi forse più pronti per giocare.

Perotti, Iago e Salah adorano gli spazi e i movimenti sulla fascia, lasciando così la palma di ultimo candidato centravanti a Sadiq, che nonostante la giovane età sta dimostrando una stoffa da campione e che continua a fare le fortune della Primavera, in attesa di ritagliarsi sempre più spazio lì davanti. Ma con Totti in forse, Dzeko ancora non affidabile, e Sadiq alle prime partite da professionista, il rompicapo resta irrisolto: questa Roma, in attacco, ha troppi giocatori oppure troppo pochi? Le prossime settimane potrebbero darci la risposta.

M.T.

 

 




Commenta con Facebook