• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Roma > Roma, Del Piero sul caso Totti: "E' stato un autogol per tutti. Sono vicino a Francesco"

Roma, Del Piero sul caso Totti: "E' stato un autogol per tutti. Sono vicino a Francesco"

L'ex dieci bianconero: "Difficile dare una valutzione fino a quando non si sapranno tutti i fatti"


Alessandro Del Piero ©Getty Images

24/02/2016 00:16

ROMA DEL PIERO TOTTI SPALLETTI/ ROMA - Caso Totti-Spalletti, parla Alessandro Del Piero. L'ex numero 10 della Juventus, a 'Sky Sport', ha detto la sua sulla vicenda che ha visto protagonista il capitano della Roma e il tecnico giallorosso alla vigilia del math con il Palermo: "La valutazione che faccio sul caso Totti è umana, di amicizia. Non voglio sminuire il caso che andrebbe valutato a fondo, per come è grande la sua storia alla Roma e la sua carriera. Umanamente sono vicino a lui, lo capisco sotto diversi punti di vista. Le nostre storie sono simili, abbiamo indossato una sola maglia per tantissimo tempo e siamo due capitani che si sono combattuti per tantissimo tempo all'ultimo sangue ma si sono rispettato. Detto ciò, tante altre cose sono diverse: le città in cui viviamo e i caratteri. Non è facile dare una valutazione del caso. Non possiamo mai avere la verità assoluta su quello che è successo fino a quando non verranno rivelati esattamente fatti e parole. Per questo sono vicino umanamente a Totti, mi auguro che questa vicenda, che io definisco un autogol da parte di tutti, possa diventare una rimonta e una vittoria per tutti quanti".

DIFFERENZE - "Se anche io ho avuto la tentazione di sfogarmi? Il mio famoso video-messaggio (in cui Del Piero disse, a febbraio 2011 di firmare il suo ultimo contratto in bianco) da una situazione molto particolare. Si era venuto a creare un certo imbarazzo da parte mia nell'attesa della scelta, e in questo periodo si parlava anche di quanto potessi pesare alla Juventus dal punto di vista economico. Io non volevo che il mio rapporto con la squadra venisse sminuito da certi discorsi. Poi abbiamo vissuto un anno fantastico, riportando lo scudetto a Torino per la prima volta dopo la Serie B da imbattuti".

S.F.




Commenta con Facebook