• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Serie A > Calciomercato Chelsea, non solo Pogba: con Conte spesa in Italia

Calciomercato Chelsea, non solo Pogba: con Conte spesa in Italia

L'eventuale approdo del commissario tecnico sulla panchina dei Blues potrebbe avere riflessi di mercato


Conte © Getty Images

23/02/2016 18:00

CALCIOMERCATO CHELSEA CONTE POGBA BONUCCI / ROMA - Continua la trattativa tra il Chelsea e Antonio Conte per l'approdo dell'attuale commissario tecnico azzurro sulla panchina dei 'Blues': è di oggi la notizia di un accordo di massima tra il club londinese e l'allenatore italiano, con Abramovich che ora dovrà decidere se affidare la rinascita del Chelsea proprio al tecnico pugliese. 

Se dovesse andare effettivamente così, il calciomercato della Serie A potrebbe risentirne e non poco: Conte sicuramente chiederà qualche calciatore di fiducia, come del resto fanno quasi tutti gli allenatori, e in cima alla lista dei desideri c'è Paul Pogba, lanciato sulla scena del grande calcio internazionale proprio dal ct ai tempi della Juventus

Sempre in casa bianconera potrebbe far comodo al Chelsea un uomo come Bonucci: del trio di difesa dei campioni d'Italia è quello più giovane, Conte lo conosce dai tempi del Bari e i 'Blues' lo hanno messo sotto osservazione già in passato. Tre fattori che potrebbero spingere il club londinese a far partire l'assalto in estate.

Altro calciatore gradito al tecnico pugliese è Antonio Candreva della Lazio: già cercato alla Juventus e tra i punti fermi dell'Italia (ha saltato una sola convocazione), l'esterno della Lazio piace a Conte per la sua duttilità e per lo spirito di sacrificio. Certo per convincere i due club italiani a cedere i propri calciatori serviranno proposte allettanti, ma questo per Abramovich non è certo un problema. 

B.D.S.




Commenta con Facebook