• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Estero > PASSENGERS - Ibrahimovic vince da solo. Gomez prosegue la 'rinascita'

PASSENGERS - Ibrahimovic vince da solo. Gomez prosegue la 'rinascita'

News di mercato e top/flop degli ex stranieri della Serie A


Ibrahimovic ©Getty Images
Luca Incoronato (@_n3ssuno_)

23/02/2016 17:06

PASSENGERS CALCIOMERCATO GIOCATORI STRANIERI EX SERIE A / ROMA – Torna su Calciomercato.it l’appuntamento settimanale con Passengers. Ecco le ultime notizie di calciomercato in merito agli ex stranieri della Serie A, con i top e i flop della settimana. Llorente ha ancora voglia di Liga, dove potrebbe restare anche Sanabria. Il Psg potrebbe perdere Cavani e Marquinhos dopo l'addio di Lavezzi. Bene Ibrahimovic, Tevez e Gomez, deludono Kovacic, Torres e Iturbe.

 

PASSENGERS – NOTIZIE DI CALCIOMERCATO DEGLI EX STRANIERI DELLA SERIE A

 

FERNANDO LLORENTE (Siviglia): a 30 anni, trascorsa un'intera carriera in Spagna, con un'importante parentesi di due anni alla Juventus, Fernando Llorente, attualmente al Siviglia, continua a dare il proprio apporto in campo, con tre reti e altrettanti assist. Il 'Re leone' non ritiene ancora conclusa la sua esperienza in Europa e, a differenza di molti colleghi, ha preferito rifiutare la chance di volare in Cina o in MLS. Ignorate offerte importanti, così da concludere la stagione agli ordini di Emery, pensando magari al proprio futuro a partire dalla prossima estate.

EZEQUIEL LAVEZZI (Hebei China Fortune): come anticipato da Calciomercato.it, Lavezzi ha accettato l'offerta dell'Hebei China Fortuna. I contatti sono proseguiti a lungo ma la mancata convocazione di Blanc per Psg-Chelsea aveva lasciato intendere che i tempi fossero maturi per la partenza. Dopo Gervinho e Mbia dunque anche il 'Pocho' dice addio all'Europa per la Cina, con l'Hebei che ha battuto la concorrenza di un altro club di 'Super League', lo Shanghai Shenhua.

EDINSON CAVANI (Psg): partito Lavezzi, un altro ex Napoli potrebbe dire addio al Psg. Si parla da tempo della difficile convivenza di Edinson Cavani con Ibrahimovic e il padre del giocatore ha detto la sua in merito al futuro della punta: "Il tecnico lo sacrifica. E' un goleador e mi piacerebe vederlo nel Real Madrid, nel Manchester United o nella Juventus". Tante le opzioni per il suo futuro, qualora il club francese dovesse scegliere di privarsene. L'Atletico Madrid vorrebbe colmare con lui il vuoto lasciato da Jackson Martinez e, a conferma del fatto che Simeone apprezzi le sue doti, lo avrebbe inserito in una lista con Rakitic e Reus, presentata al Chelsea, la cui panchina lo tenta. 

ANTONIO SANABRIA (Sporting Gijón): 10 reti in stagione per Sanabria non sono un bottino che possa farlo passare inosservato. L'attaccante classe '96 è stato già richiesto da Spalletti, che lo rivuole a Trigoria a partire dalla prossima estate. La Roma dovrà però fronteggiare svariate richieste per il giovane, con Southampton e Tottenham interessate in Premier e dalla Liga il Real Madrid di Zidane.

MARQUINHOS (Psg): le ottime prestazioni con la maglia del Psg, in campionato e Champions League, hanno procurato a Marquinhos un folto numero di estimatori. Tra questi spunta il Barcellona di Luis Enrique, pronto a un assalto nella prossima sessione di mercato, forte anche delle parole dell'agente del giocatore. Bertolucci ha infatti sottolineato come il difensore voglia essere spostato al centro, 'scontrandosi' con uno tra Luiz e Silva, altrimenti a fine stagione verrà richiesta al club la cessione.
 

TOP E FLOP TRA GLI EX STRANIERI DELLA SERIE A

 

I TOP 3 DEL WEEKEND


ZLATAN IBRAHIMOVIC (Psg): a quota 73 punti in classifica, il Psg ha ormai da tempo il campionato in tasca, anche se questo non vuol dire che la squadra di Blanc tolga il piede dall'acceleratore. Lo dimostra la sfida al Reims, nella quale ancora una volta è brillata la stella di Ibrahimovic. L'attaccante svedese, dopo aver siglato il primo gol contro il Chelsea in Champions League, ne ha scagliati in rete altri due e, non pago, ha regalato due pregevoli assist a van der Wiel e Cavani. 34 anni e non sentirli, Zlatan conserva il suo stile di gioco, muovendosi con eleganza dentro e fuori dall'area, creando gioco o finalizzando.

CARLOS TEVEZ (Boca Juniors): settimana positiva per il Boca Juniors, che disputa due gare in pochi giorni contro San Martin e Newell's Old Boys, trovando due successi dopo aver ottenuto un punto nelle prime due giornate. Una 'rinascita' dovuta soprattutto al fatto che Carlos Tevez ha ritrovato la via del gol. Era apparso spento nelle prime partite, per poi segnare al 37' il gol vittoria contro San Martin e la seconda delle quattro reti al Newells. Lo stesso Tevez aveva ammesso di star giocando male, sottolineando però di potersi rialzare in qualsiasi momento. Lo ha dimostrato in campo, anche se non sono mancate polemiche dopo l'ultimo match. Lanciato verso la porta avversaria, l'attaccante è stato chiuso dal portiere Unsain, colpito poi da Tevez con una ginocchiata che gli ha procurato la frattura della mascella.

MARIO GOMEZ (Besiktas): sono 16 le reti stagionali per Mario Gomez dopo quella messa a segno ieri sera contro il Genclerbirligi. Scommessa vinta per l'ex Fiorentina e Bayern Monaco, che a 30 anni è riuscito a rilanciarsi al Besiktas, dopo una deludente parentesi in Serie A. Decisivo nel 'monday night' contro una delle ultime della classe. Tante chance per il Besiktas, con la porta che sembrava stregata e poi ecco il tocco della punta, che riceve da Sosa (altro ex 'italiano') nel cuore dell'area e mette a sedere la difesa con una rapida finta, seguita da un forte mancino che non lascia scampo a Hopf. Vittoria di misura che regala la vetta della classifica, dato il pareggio del Fenerbahce.


I FLOP 3 DEL WEEKEND


MATEO KOVACIC (Real Madrid): pareggio amaro del Real Madrid in casa del Malaga. La squadra di Zidane non va oltre l'1-1, con Kovavic che continua a scalare posizioni nelle preferenze del tecnico francese. L'ex Inter è rimasto in campo per 90', mostrando soltanto a tratti degli sprazzi del talento evidenziato in Italia. La squadra non può contare su di lu in fase offensiva, mentre in termini di gestione del gioco si ritrova molto spesso a inseguire gli avversari, dato il gran numero di palle perse e non recuperate.

FERNANDO TORRES (Atletico Madrid): il Barcellona vince e l'Atletico Madrid non riesce ad approfittarne. Match complicato contro il Villarreal, con Simeone che propone la coppa d'attacco Torres-Griezmann. I padroni di casa hanno il controllo del possesso ma effettuano soltanto tre tiri nello specchio. Torres appare spento e per lunghi tratti fuori dal gioco. Offre il meglio di sé negli ultimi 10' di gara. Palla girata in porta senza forza all'80' e tiro violento 5' dopo, sul quale Areola è bravo a superarsi. Troppo poco per sperare di fare la differenza.

JUAN ITURBE (Bournemouth): sempre più lontano dagli standard di Verona, Iturbe non sembra trovare lo spunto vincente neanche in Inghilterra. Impegnato questa settimana in FA Cup col suo Bournemouth, è uscito dal campo di casa sconfitto per due reti a zero, pagando anche il rigore sbagliato da Daniels. Prova a metterci il cuore nei primi 45', per poi spegnersi nella ripresa, rimediando un cartellino giallo e concludendo il match in 
anticipo, con Murray che prende il suo posto.




Commenta con Facebook