• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Roma > VIDEO - Roma, il 'caso Totti' tiene ancora banco. Il mondo del pallone è spaccato: la situazione

VIDEO - Roma, il 'caso Totti' tiene ancora banco. Il mondo del pallone è spaccato: la situazione

C'è chi sta dalla parte del capitano giallorosso, chi invece condivide la posizione di Spalletti


Francesco Totti © Getty Images

22/02/2016 15:10

ROMA CASO TOTTI REAZIONE MONDO PALLONE / ROMA - Totti 'spacca' il mondo del calcio. La domenica appena trascorsa non verrà ricordata per la larga vittoria della Roma sul Palermo o per la prima doppietta di Dzeko in giallorosso (il bosniaco è stato protagonista anche di un errore che ha 'spopolato' sul web), ma per la 'caso Totti'. I fatti ormai sono noti: il capitano capitolino ha rilasciato un'intervista alla 'Rai' (evento che, tra l'altro, ha fatto indispettire 'Sky') dove chiedeva maggior rispetto da parte di Spalletti. La risposta del mister toscano, però, non è stata quella sperata: Totti viene escluso per la gara contro i rosanero. Una decisione che ha fatto scatenare una bufera nelle news Roma, con la società che ha poi cercato di fare chiarezza in serata attraverso le parole di Baldissoni: "Non è stata una punizione, ma semplicemente una presa di posizione in considerazione di quello che avrebbe potuto dare in campo e degli effetti sulla squadra. Lui è storia della Roma, passata presente e futura". Nonostante questo, a distanza di oltre 24 ore dal fatto il mondo del calcio continua a discutere sulla faccenda. E quello che ne risulta è un quadro decisamente spaccato. 

PRO TOTTI - "Si sapeva che la situazione Roma-Totti non fosse normale ma speciale - ha spiegato Damiano Tommasi, suo ex compagno oggi presidente dell'AIC, a 'Sky Sport' - Non è semplice trovare un posto che non sia in campo per chi ha fatto del campo il suo palcoscenico". Ancora più esplicito un altro suo ex compagno: "Con tutto il rispetto per gli altri giocatori, Totti è un Dio - ha dichiarato John Arne Riise - E' davvero difficile immaginare una Roma senza il suo re". Ma loro non sono gli unici a stare dalla parte del capitano, anche un'ex bandiera come Gianni Rivera lo ha difeso: "Un giocatore di quel livello deve decidere da solo quando smettere, non farlo decidere agli altri”, ha spiegato l'ex 'Golden Boy' a margine della cerimonia della Hall of Fame del calcio italiano. Evento dove ha parlato anche Giancarlo Abete, ex presidente della Figc oggi vicepresidente Uefa: "Penso che Totti sia un patrimonio del calcio italiano e merita grande attenzione per quello che ha dato. Rappresenta Roma, la fedeltà ai colori e alla maglia, che è un valore fondamentale che si sta perdendo". 

PRO SPALLETTI - C'è, poi, anche chi si è messo nei panni di Spalletti giustificando la sua scelta: "Non riesco a spiegarmi la presa di posizione di Totti, mentre comprendo alla perfezione la decisione dell’allenatore”, ha commentato Cesare Prandelli, suo ex tecnico per un breve periodo, sempre a margine della Hall of Fame. Più in generale, l'intera classe degli allenatori sembra aver preso la posizione del trainer di Certaldo: "E’ evidente che Totti è un’icona di Roma e che quindi viene ampliata molto la situazione creatasi. Ma Spalletti è stato chiaro e sintetico e ha fatto capire a tutti il pensiero comune degli allenatori”, ha spiegato Walter Zenga a 'Radio Anch'io lo Sport'. Tra questo sconfinato oceano di voci e commenti, c'è stato anche chi ha voluto dare un consiglio al numero 10 giallorosso: "Francesco doveva lasciare a gennaio e fare come Bobby Charlton con il Manchester United: l’ambasciatore nel mondo”, l'idea che ha lanciato Marco Tardelli.

E ORA? - Uscendo fuori dai confini del calcio, cercando un'opinione super partes, si trova infine la disamina di Achille Serra, ex Prefetto di Roma: "Totti e Spalletti hanno entrambi ragione e torto - ha dichiarato a 'Radio Roma Capitale': Totti è la storia di questa squadra, un campione che ha chiesto rispetto e mi pare un’umiliazione stare in campo 4 minuti contro il Real. Ha torto però quando passa attraverso la stampa. Spalletti pensa giustamente per prima cosa alla Roma, ma ha torto quando non cerca di ricucire la situazione e caccia da Trigoria il simbolo della Roma. Mettersi contro Totti significa mettersi contro una città". Quella stessa città che oggi si ritrova completamente spaccata: chi difende Totti a spada tratta, chi comprende le motivazioni di Spalletti. Intanto il quest'oggi giocatore è sceso regolarmente in campo, in attesa di un colloquio chiarificatore col presidente Pallotta. Un summit che potrebbe rivelarsi decisivo: rinnovo e futuro da dirigente o rottura. Ed il calciomercato intanto s'infiamma, con i molti 'amici' del Capitano' che lo aspettano a braccia aperte negli States...

GUARDA IL VIDEO

D.G.




Commenta con Facebook