• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Pagelle > IL PAGELLONE DI CALCIOMERCATO.IT: Salah devastante, Tonelli ingenuo

IL PAGELLONE DI CALCIOMERCATO.IT: Salah devastante, Tonelli ingenuo

Top e Flop della 26a giornata di Serie A secondo i voti dei nostri inviati


Mohamed Salah ©Getty Images
Lorenzo Bettoni @lorebetto

22/02/2016 07:50

PAGELLONE 26A GIORNATA SALAH TONELLI / ROMA - Fine settimana lungo di Serie A che si è aperto venerdì sera con la sfida del 'Dall'Ara' tra Juventus e Bologna (0-0) e si chiude stasera con il match del 'San Paolo' tra Napoli e Milan. Se gli uomini di Sarri riusciranno ad avere la meglio sui rossoneri, torneranno in testa alla classifica a +1 sulla Juve. Restano invariate le distanze fra le tre inseguitrici a caccia dell'ultimo posto buono per la Champions. Vince la Fiorentina 3-2 in casa dell’Atalanta, con Kalinic che torna al gol. La Roma batte il Palermo per 5-0 mettendo in pausa almeno per novanta minuti il caso Totti e godendosi la prima doppietta italiana di Edin Dzeko. L'Inter supera una depressa Samp per 3-1 a 'San Siro'. Dietro tre punti pesanti per il Genoa che batte in rimonta l’Udinese (2-1), mentre Carpi e Frosinone pareggiano 0-0 contro Toro e Lazio. Vince anche il Verona nel derby contro il Chievo, con Delneri che si trova adesso a -5 dalla salvezza. Ecco i top e flop della 26° giornata di A nelle pagelle degli inviati di Calciomercato.it.

 

TOP

 

5. Defrel (Sassuolo) - I tre gol messi a segno in campionato prima del calcio d'inizio, diventano cinque a fine partita. Grazie alla sua doppietta il Sassuolo stende l'Empoli in un match condizionato dalla severità iniziale del direttore di gara Valeri. Sfrutta al massimo gli assist di Sansone e soprattutto di Berardi. VOTO 7,5

4. Gastaldello (Bologna) - Impeccabile prova del capitano del Bologna, che annulla la strana coppia Morata-Zaza messa in campo da Allegri in vista del delicato match di Champions contro il Bayern Monaco di martedì sera. Prova pulita e senza sbavature. Impeccabile. VOTO 7,5

3. Berardi (Sassuolo) - Nonostante la doppietta di Defrel, è lui l'uomo partita del 'Mapei Stadium'. Riporta il match sul pari con uno splendido tentativo al volo dal limite dell'area, capolavoro di potenza e tecnica. Nella ripresa serve a Defrel la palla del tre a uno e lotta come un forsennato per il resto della gara. Questa versione di Berardi è da Juve. VOTO 7,5

2. Ionita (Verona) - Ormai imprescindibile nella classica linea a quattro del centrocampo di Del Neri. Qualità e dinamismo al servizio della squadra. Dopo aver sfiorato il 3-1 di testa mette il sigillo finale sul match con una bomba dalla distanza. VOTO 7,5

1. Salah (Roma) - Andelkovic e Gonzalez non lo vedono mai. L’egiziano è una vera spina nel fianco per il Palermo di Iachini. Non solo belle giocate per lui, ma anche tanta sostanza che si traduce in due reti. La seconda, poi, è spettacolare, perché Salah calcia praticamente dalla linea di fondo ed insacca alle spalle del giovane Alastra. VOTO 7,5

 

FLOP

 

5. Djordjevic (Lazio) - Terzo attaccante schierato nel giro di quattro giorni da Pioli dopo aver ruotato Matri e Klose contro il Galatasaray. Il serbo però non si vede praticamente mai, nonostante ci metta tanta buona volontà. Resta in campo per appena un'ora. VOTO 4,5

4. Peluso (Sassuolo) -  Una sciagura per la difesa di Di Francesco. Pronti-via, con i suoi in dieci, si fa trovare troppo a ridosso dei centrali aprendo la strada al vantaggio firmato da Zielinski. Quando il pallino del match passa nelle mani dei suoi, riapre la gara con un intervento sciagurato sul giovane Piu causando il rigore realizzato da Maccarone. VOTO 4,5

3. Spolli (Chievo) - In affanno costante nel duello fisico che ingaggia con Luca Toni. Causa il rigore proprio sull'attaccante ex Fiorentina e nella ripresa viene ammonito per la seconda volta riportando la parità numerica dopo che Moras era stato espulso poco prima. VOTO 4,5

2. Struna (Palermo) - Va bene che tutto il Palermo, per usare un eufemismo, non abbia proprio brillato contro la Roma di Spalletti. Fatto sta, però, che è un suo errore di posizionamento ad aprire la strada al vantaggio di Dzeko. Non si riprende più per il resto del match. VOTO 4

1. Tonelli (Empoli) - Non ne azzecca una. Ammonito dopo 10’, regala a Berardi la palla per portare avanti il Sassuolo, ma per sua fortuna viene salvato da Skorupski. Non contento commette un fallo da seconda ammonizione al 38’, dopo che i suoi erano andati in vantaggio in superiorità numerica. Irruento e ingenuo, rovina la festa all’Empoli. VOTO 4




Commenta con Facebook