• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Pagelle > PAGELLE E TABELLINO DI INTER-SAMPDORIA

PAGELLE E TABELLINO DI INTER-SAMPDORIA

Icardi gladiatore, Quagliarella generoso. Male Eder ed Ivan


Inter in festa ©Getty Images
Marco Di Nardo

20/02/2016 22:54

ECCO LE PAGELLE DI INTER-SAMPDORIA:

 

INTER

Handanovic 6 – Buona parata al 10’ su tiro di Quagliarella. Bravo nei disimpegni con i piedi. Non può far nulla sul gol di Quagliarella.

Nagatomo 6  – Gioca la sua 150 esima gara in Serie A. Presta maggiore attenzione alla fase difensiva, fornendo buone diagonali.  

Miranda 7 – Sugli sviluppi di un calcio d’angolo battuto da Brozovic, su assist di Felipe Melo segna il 2 a 0 dell’Inter. Qualche sbavatura insolita nell’uno contro uno, ma si conferma il leader del pacchetto arretrato.

Murillo 6 – Bravo nel gioco aereo e nel giocare d’anticipo quando Quagliarella o Correa vanno incontro al possessore di palla.  Sbaglia nel marcare Quagliarella, consentendo all’attaccante della Sampdoria di segnare.

D'Ambrosio 6,5 – Sugli sviluppi di un calcio d’angolo al 23’ segna il suo quinto gol in Serie A. Rispetto a Nagatomo spinge con maggior continuità.  

Biabiany 6 – Al 19’ non sfrutta a dovere l’occasione avuta sugli sviluppi di un calcio d’angolo, calciando la palla alta sopra la traversa. Bravo nel fare entrambe le fasi. Dal 77’ Gnoukouri s.v.

Melo 6,5 – Cresce con il passar dei minuti anche se bada maggiormente alla fase d’interdizione che a quella di costruzione. Da un suo assist arriva il secondo gol dell’Inter.

Brozovic 6 – Sbaglia molti palloni in fase di costruzione, denotando grande sofferenza per il pressing della Sampdoria. Migliora in fase offensiva nel secondo tempo. Dall’87’ Jovetic s.v.

Perisic 6 – Sulla fascia sinistra prova a dare la giusta ampiezza ed i giusti assist a D’Ambrosio quando quest’ultimo si sovrappone.

Icardi 7 – Lotta come un leone fin dall’inizio della gara, ripiegando anche in difesa quando serve. Segna il suo undicesimo gol in stagione al 73’ regalando all’Inter il terzo gol della gara.

Éder 5,5 – Tanto movimento senza palla e scambi con Biabiany ma dimostra ancora poca concretezza sotto porta. Dal 63’ Ljajic 5,5 – Incide poco sull’andamento della gara.

All. Mancini 6,5 – La sua Inter ritorna finalmente a vincere e a convincere, dimostrando grande dimestichezza sulle palle inattive.

 

SAMPDORIA

Viviano 5 – Non può fare nulla sui tre gol dell’Inter. Bravo sia nelle uscite alte che nei disimpegni.

Cassani 6 – Nonostante non giochi nel suo ruolo abituale, presta molta attenzione a coprire dal suo lato, cercando di bloccare le folate offensive di Perisic e D’Ambrosio.  

Ranocchia 5 – Va vicino al gol dell’ex all’11’ con un colpo di testa sugli sviluppi di un calcio d’angolo. Si fa superare senza grossi problemi da Icardi che segna il terzo gol della gara.

Silvestre 5,5 – Va vicino al gol del pareggio al 50’ sugli sviluppi di un calcio di punizione battuto da Fernando. Sbaglia la marcatura su Felipe Melo, consentendo all’Inter di segnare il secondo gol.

Ivan 5 – Impreciso sia nei passaggi che nei colpi di testa. Commette molti errori dal punto di vista tattico, nella copertura della posizione in fase di non possesso palla. Dal 68’ Muriel 5 – Non incide più di tanto sulla gara della Sampdoria. Da un suo errato appoggio, nasce l'azione della terza rete nerazzurra.

Soriano 6 – Da centrocampista centrale mette a disposizione della squadra la sua capacità di costruire a due tocchi.

Fernando 6 – Cerca la via del gol con un tiro di destro dal limite dell’area di rigore all’8’ ma la palla termina abbondantemente a lato.

Dodô 5,5 – Sulla sua fascia ha un Biabiany pronto a lottare fino alla fine e, per questo motivo, offre poco supporto offensivo.

Álvarez 6  – Partita incoraggiante per l’ex Inter dopo 4 partite in panchina. Cerca spesso l’uno contro uno con D’Ambrosio per poi servire Quagliarella con cross rasoterra.

Correa 6,5 – Bravo nel verticalizzare per Quagliarella. Arretra la sua posizione in fase di costruzione. Dal 79’ Krsticic s.v.

Quagliarella 6,5 – Grande rapidità nell’effettuare il tiro al 10’ con Handanovic che devia la palla in angolo. Al 12’ va nuovamente vicino al gol, su assist di Correa. Al 92’ segna il gol dell’uno a tre.

All. Montella 5 – La sua Sampdoria gioca un buon calcio fino al primo gol dell’Inter. Dopodiché si dimostra ancora una volta fragile ed inconcludente.

 

Arbitro: Massa 5 – Non viene fischiato al 37’ un rigore per la Sampdoria, per tocco della palla con il braccio di D’Ambrosio su tiro di Correa. Al 52’ fischia un fuorigioco inesistente a Perisic che si sarebbe potuto trovare a tu per tu con Viviano.

 

TABELLINO

INTER-SAMPDORIA 3-1

Inter (4-4-2):  Handanovic, Nagatomo, Miranda, Murillo, D'Ambrosio, Biabiany (77’ Gnoukouri), Melo, Brozovic (87’ Jovetic), Perisic, Icardi, Éder (63’ Ljajic). A disposizione: Carrizo, Berni, Zonta, Juan Jesus, Santon, Popa, Manaj, Palacio. All. Mancini

Sampdoria (3-4-2-1): Viviano, Cassani, Ranocchia, Silvestre, Ivan (68’ Muriel), Soriano, Fernando, Dodô, Álvarez (85’ Christodoulopou), Correa (79’ Krsticic), Quagliarella. A disposizione: Puggioni, De Silvestri, Moisander, Brignoli, Skriniar, Barreto, Palombo, Cassano, Alejandro Rodriguez. All. Montella

MARCATORI: 23’ D’Ambrosio (I), 56’ Miranda (I), 73’ Icardi (I), 92’ Quagliarella

ARBITRO: Davide Massa (Sez. di Imperia)

AMMONITI: 17’ Ranocchia (S), 33’ Dodò (S), 42’ Brozovic  (I), 49’ Miranda (I), 72’ Nagatomo (I)

ESPULSI: -




Commenta con Facebook