• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Roma > VIDEO E FOTO CM.IT - Roma-Palermo, Spalletti: "De Rossi? Colpa mia. Strootman c'è, Totti..."

VIDEO E FOTO CM.IT - Roma-Palermo, Spalletti: "De Rossi? Colpa mia. Strootman c'è, Totti..."

Le parole del tecnico giallorosso alla vigilia della sfida con i rosanero


Spalletti (Calciomercato.it)
Lorenzo Polimanti (@oldpoli)

20/02/2016 12:30

ROMA PALERMO CONFERENZA STAMPA SPALLETTI / ROMA - Giorno di vigilia in casa Roma, che prepara la sfida al Palermo e cerca il quinto successo consecutivo in campionato per cancellare la sconfitta nell'andata degli ottavi di finale di Champions League contro il Real Madrid. In conferenza stampa, il tecnico giallorosso Luciano Spalletti fa il punto sulle ultime news Roma e presenta la gara con i rosanero. Calciomercato.it segue in diretta le dichiarazioni del tecnico.

REAL MADRID - "Si riparte analizzando quello che è successo dall'evidenza dei fatti tenendo in considerazione quello che era stato la ricerca nella preparazione, i presupposti, poi viene fuori quello che è andato bene ed è andato male dopo un confronto con la squadra. Il pacchetto dell'analisi della partita ti fa ripartire, senza tener nascosto niente. Alcune cose le abbiamo fatte molto bene e lì dobbiamo appoggiarci, altre cose vanno migliorate velocemente".

SOUSA - "Le sue parole? Mi sembra una bella persona, un grande campione ed un grande allenatore. Però proprio perché è stato un grande campione vivendo momenti importanti in Italia è segno che lui le cose le sa. Quello che dice è quello che sa, probabilmente è così. Lui ne sa più di me, non sono stato un calciatore".

DE ROSSI - "Purtroppo è una cosa che mi sento addosso quella che gli è successa. Quando metti in campo un giocatore che si fa male subito c'è qualcosa che bisognava tenere in considerazione e quindi non ho fatto. Faccio mea culpa, dipende da me. Non devo cercare scusanti. L'avevo visto in allenamento, poi se il risultato è questo di conseguenza ho sbagliato. Come cambia la difesa senza De Rossi? Il fatto è che perdiamo un giocatore importante. Poi abbiamo diverse possibilità per sostituirlo. Da domani viene Strootman con noi, sta tornando bene. Poi c'è Keita, di cui tutti sappiamo il valore. Siamo coperti, c'è solo il dispiacere di non avere il supporto di un giocatore come Daniele".

ASPETTATIVE - "Mi aspettavo di poter incidere forse un po' di più sotto l'aspetto del contributo nervoso all'inizio, mentre ci abbiamo messo qualche giorno in più per andare a vedere alcuni meccanismi. In alcune partite abbiamo prestato troppo il fianco all'avversario. Sono abbastanza contento del lavoro della squadra. Tutti sono predisposti per migliorarsi ulteriormente e questo mi dà forza e fiducia per il futuro".

PJANIC - "Ha una qualità immensa. E' vero che è stato sotto livello in questa partita, però ha corso tanto. E' andato a fare quello che speravo non succedesse, perché il mio disegno era quello di mantenere più possesso palla degli avversari così fai meno fatica e lui avrebbe avuto la possibilità di esprimere le sue doti. Una volta che il possesso l'ha comandato il Real, ci siamo dovuti un po' regolare e questa copertura dei terzini spesso comportava che il centrocampista fosse costretto ad un lavoro che gli ha fatto disperdere le qualità. In generale però può e deve fare di più".

TOTTI - "I preparatori li fanno scaldare a turno. Poi gli ho chiesto al mio collaboratore di chiamarmelo poi Totti o non ha capito ed è tornato indietro, quindi sono andato io a chiamarlo per dirgli di entrare. Lo considero talmente tanto un giocatore che lo valuto al pari degli altri. Sono convinto che potrà darci una grossa mano, non deve essere troppo distante dal gruppo. Questa settimana si è allenato bene e può essere pronto per giocare. Ci può essere il contesto affinché Totti sia titolare domani. Questo non esclude Dzeko, lo dico per non creare contrasti. Possono giocare tutti e due".

DZEKO - "Quando si fa questo lavoro qui, soprattutto nella Roma, purtroppo di gente ne rimane fuori. Non è che poi io mi possa aspettare che ci rimangano benissimo, però devono essere dentro un comportamento professionale. Loro lo fanno, poi ci rimangono male. A me fa piacere, perché poi loro si fanno trovare pronti se effettivamente hanno questa voglia di dimostrare. Il discorso su Dzeko è come per tutti gli altri. Tutto si è sfilato nella maniera corretta di quella che deve essere la professionalità. Domani può giocare come possono giocare altri, non è detto che uno escluda l'altro".

IAGO - "Fino ad ora è rimasto a fare dei lavori in più perché sentiva il bisogno di incrementare la situazione fisica. Riesce a fare più ruoli, secondo me diventa forte se messo in condizioni di fare il suo ruolo. Si adatta a fare tutto. Lo tengo in considerazione come tutti".

CASTAN - "Si sta impegnando in maniera straordinaria. Dopo diverse considerazioni ha preferito rimanere e quindi lo guardo come un altro calciatore e valuto in conseguenza di quello che vedo".

SALAH - "Ha grande velocità, ma quando arriva sul fondo perde un po' di lucidità".
 



Luciano Spalletti se ne esce così su Totti, Dzeko e Strootman!

Pubblicato da Calciomercato.it su Sabato 20 febbraio 2016

Commenta con Facebook