• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Juventus > Bologna-Juventus, Allegri: "Pareggio è un pezzettino di scudetto. Zaza? Mettetevi d'accordo"

Bologna-Juventus, Allegri: "Pareggio è un pezzettino di scudetto. Zaza? Mettetevi d'accordo"

Le parole del tecnico bianconero dopo il pareggio con gli emiliani


Massimiliano Allegri ©Getty Images
Lorenzo Polimanti (@oldpoli)

19/02/2016 23:18

BOLOGNA JUVENTUS ALLEGRI SCUDETTO ZAZA / BOLOGNA - Niente record, ma Massimiliano Allegri non fa drammi dopo il pareggio sul campo del Bologna che interrompe la striscia di 15 vittorie di fila della sua Juventus. Al termine dell'incontro, il tecnico bianconero interviene ai microfoni di 'Sky': "Se la vittoria era un pezzo dello scudetto il pareggio è un pezzettino. ll Bologna è una delle squadre più in condizione del campionato. Il campionato sarà una lotta fino alla fine, c'è stato un grande dispendio di energie in questi mesi e partite così le puoi sbloccare solo con un episodio. Eravamo partiti bene, così come all'ultimo siamo andati dentro la porta con Morata e Cuadrado e la palla è sfilata poco dietro. Comunque non abbiamo ancora una volta preso gol ed è importante.

Allegri, poi, prosegue: "Mandzukic dovrebbe essere a disposizione, lo stesso Khedira. Chiellini ed Alex Sandro vedremo. La Champions è diversa, si gioca su 180' e dovremo essere molto bravi a Torino e Monaco. Zaza deludente? Vi dovete mettere d'accordo. Giocare una volta a settimana non ci fa molto bene, siamo abituato a giocare ogni tre e pensare di meno. Stasera spazio non c'era per Zaza, il Bologna ha pressato e chiuso bene. Il Bologna è la terza squadra per gol nelle ripartenze, per cui dovevamo stare attenti e ci voleva il giusto equilibrio. C'è stata poca precisione negli ultimi metri, queste partite le devi aprire solo con gli episodi. E poi non ci hanno concesso neanche tiri da fuori area, sono stati bravi quelli del Bologna. Bayern? Bisogna essere cattivi perché loro sono fortissimi davanti. Questo pareggio non scombina i piani e non annulla quello fatto fino ad ora. Mancano 12 partite e dobbiamo fare un tot di vittorie ed un tot di pareggi per arrivare alla quota scudetto sapendo che il Napoli sarà sempre lì. Sappiamo che ora le partite saranno sempre più difficili. Diawara ha avuto più spazio nel secondo tempo perché la nostra idea era allargare il gioco con Cuadrado. Abbiamo recuperato un giocatore importante come Pereyra. L'ho tolto perché avevamo bisogno di freschezza".

La chiusura è sul posticipo che vedrà il Napoli impegnato con il Milan: "Non mando messaggi ai rossoneri, hanno l'obiettivo importante di centrare il terzo posto e quindi giocheranno la partita per loro, noi pensiamo a noi stessi".




Commenta con Facebook