• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Juventus > Juventus-Bayern, Prandelli: "Loro impressionanti, Guardiola il migliore al mondo: ecco come si batto

Juventus-Bayern, Prandelli: "Loro impressionanti, Guardiola il migliore al mondo: ecco come si battono"

L'ex ct: "Il Barcellona è quasi invincibile: il secondo posto vale la Champions"


Cesare Prandelli ©Getty Images
Marco Di Federico

17/02/2016 09:00

NEWS CHAMPIONS LEAGUE JUVENTUS ROMA PRANDELLI / MILANO - Dopo la straordinaria finale raggiunta nella scorsa edizione, la Juventus punta ad essere grande protagonista in Champions League anche in questa stagione. Ma l'ostacolo che i bianconeri dovranno superare già negli ottavi di finale è di quelli davvero tosti, il Bayern Monaco campione di Germania e semifinalista nella scorsa annata. Un'impresa difficile ma assolutameme alla portata della squadra di Allegri: di questo e di tutte le altre news Juventus ha parlato Cesare Prandelli sulle colonne della 'Gazzetta dello Sport'.

GESTIONE OCULATA - "L'anno scorso la Juve ha resistito alle avance sul calciomercato per Pogba, adesso ha anche Dybala per aprire un ciclo. Un giocatore straordinario che si è esaltato in un contesto più tecnico. Brava la Juve a osare con lui. - le sue parole - Se accettiamo di rischiare e proseguire con il progetto tecnico, possiamo colmare il gap cne le big europee. Se hai due giovani di 23 anni straordinari e li cedi al Barcellona e al Real Madrid, che ti offrono ponti d'oro, hai chiuso. Ma se hai la forza di trattenerli puoi competere, sì".

BAYERN MONACO - "È la partita più difficile degli ottavi. La Juve se la gioca, non è sfavorita: cinquanta e cinquanta. È una squadra impressionante, con un'identità ben precisa e che sa stare in campo con due moduli intercambiabili. Ha giocatori di grandissima tecnica, è giovane, ha voglia. Quella contro il Bayern è una partita che può darti la consapevolezza di essere una grande. Non sarebbe un miracolo, la Juve viene da una finale e quest'anno è un mix incredibile di vecchi esperti e giovani fenomeni. Allegri è sempre più bravo a cambiare giocatori e moduli a gara in corso. Il Bayern è fortissimo e forse ha il miglior allenatore del mondo, ma non è perfetto: se è la Juve a fare la partita, se riesce a metterla su una situazione che loro non conoscono bene, vediamo come si difendono. La Juve può inserirsi nel discorso tra Barcellona, Bayern e Real Madrid e ripetere il 2015".

BARCELLONA - "Di un'altra categoria. Più che mai. Luis Enrique sta facendo un lavoro straordinario: un gruppo che si stima e si vuole bene. Direi che è quasi invincibile: il secondo posto vale la Champions".
 




Commenta con Facebook