• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Inter > Calciomercato Inter - Eder sì, mediano no: la scelta sta pagando?

Calciomercato Inter - Eder sì, mediano no: la scelta sta pagando?

Nel mezzo si inizia a sentire, specie a livello fisico, la mancanza di forze fresche


Eder Citadin Martins ©Getty Images
Omar Parretti (@omarJHparretti)

16/02/2016 14:00

CALCIOMERCATO INTER MANCINI CENTROCAMPO ATTACCO / MILANO - La sconfitta contro la Fiorentina brucia molto in casa Inter, ed il silenzio stampa nell'immediato post partita è più eloquente di molte parole. La decisione è arrivata verosimilmente per non parlare dell'operato dell'arbitro - giudicato non all'altezza - ma il segnale lanciato è chiaro: i nerazzurri si stanno chiudendo e stanno facendo cerchio. Il calciomercato d'altronde non ha sconvolto il gruppo o minato gli equilibri di inizio stagione, perciò gli stessi uomini che ad inizio anno parevano uniti e coesi non possono aver perso il solito spirito. La forza dell'Inter la si vedrà adesso, quando tutto pare andare storto. 

Il mercato abbiamo detto: che forse non sia stato proprio quello che sta mancando adesso ai nerazzurri? Ci sono diversi punti che portano a pensare a questo. Innanzitutto un centrocampo che pare in questo momento più che mai a corto di scelte con Melo precipitato nelle gerarchie e Medel-Kondogbia strautilizzati. Forse un innesto in mezzo al campo, che fosse stato il regista, un incursore, un altro interditore, sarebbe effettivamente servito più una mezza punta come Eder

L'ex Sampdoria non ha impattato alla grande con l'Inter, ma va anche detto che si era notata una flessione già nel vecchio club, forse complici le notizie che lo legavano al calciomercato Inter. Eder non è un fallimento, non lo può essere dopo così poche partite, ma la strategia che lo ha preferito ad un altro tipo di giocatore sarà valutata a fine stagione, e per adesso non sta pagando di certo. I lombardi infatti non hanno mai espresso un gioco spumeggiante - era questa la critica anche ad inizio campionato - ma lo strapotere fisico e la solida organizzazione in mezzo permetteva loro di imporsi contro tutti. Proprio dove adesso manca un filtro alla difesa, che ne risente in termini di gol subiti, ed un raccordo con l'attacco che infatti non è continuo.




Commenta con Facebook