• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Inter > Inter, Materazzi: "Stavo andando al Milan. Mondiale? Speravo rientrasse Nesta". E sul 5 maggio...

Inter, Materazzi: "Stavo andando al Milan. Mondiale? Speravo rientrasse Nesta". E sul 5 maggio...

Lunga intervista all'ex nerazzurro che ripercorre tutta la sua carriera


GettyImages-180970344.jpg

15/02/2016 23:23

INTER MATERAZZI MILAN MONDIALE NESTA 5 MAGGIO / MILANO - Dagli inizi al ritiro, senza tralasciare nessun dettaglio, neanche quelli un po' più scomodi. Come quel retroscena sul trasferimento al Milan appena sfiorato, lui, Marco Materazzi, uno dei simboli degli ultimi anni dell'Inter. Parla di tutto 'Matrix' in una lunga intervista concessa ai microfoni di 'Inter Channel', di cui vi riportiamo alcuni estratti: "Prima del Mondiale 2006 stavo per andare al Milan, ma poi mi chiamò Marcello Lippi e mi disse che mi avrebbe comunque portato al Mondiale, nonostante le difficoltà all'Inter e così non andai al Milan. Sarebbe stato molto difficile, sarei stato insultato dalle persone che mi hanno amato e probabilmente avrei fatto fatica ad entrare a Milanello, ma la mia era una scelta dettata dalla voglia di andare al Mondiale".

ESORDIO IN SERIE A - "Contro l'Inter, Djorkaeff e Zamorano me li sognavo di notte. Marcavo Zamorano e ad ogni palla qualche tranvata gliela davo. Ad un certo punto mi riprese, ma io non potevo prendere gol in quella partita".

5 MAGGIO - "Avevamo quattro fenomeni che ci avevano permesso di rimanere attaccati al treno scudetto. Ancora oggi dico che darei due scudetti per vincere quello lì. Nessuno avrebbe scommesso un euro su di noi. Fummo cog***** noi, lo buttammo via nell'ultima partita. Però se riguardo ancora oggi Chievo-Inter e l'illustrissimo De Santis mi viene da ridere... Se non è uno scandalo quello, penso ci si vada molto vicini. Dovrei star qui a rielencare tutte le partite. Perdemmo a Venezia per un rigore, poi Maniero in conferenza stampa disse che non c'era niente. Poi, ovviamente, ci mettemmo anche del nostro".

MONDIALE 2006 - "Ho fatto di tutto in quel Mondiale, sia bene che male. L'Italia fu sfortunata perché perse Nesta subito, il più forte difensore italiano insieme a Maldini. Fino alla semifinale la pressione è poca, mi dicevo, ma dentro speravo rientrasse Nesta. Non perché non mi sentissi all'altezza, ma perché con lui in campo avevamo più possibilità, i fenomeni io li voglio in campo con me. Poi andò come andò, giocai io e vincemmo lo stesso".

BENITEZ - "Dicono che parlo male di Benitez. Io non giocavo già con Mourinho, ma con Benitez a livello umano non fui trattato come con José".

PASSATO - "Rifarei tutto? Ovviamente rigiocherei la partita del 5 maggio. Ma è anche il bello della rosicata non poter tornare indietro. Comunque ho visto carriere peggiori della mia".

L.P.




Commenta con Facebook