• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Juventus > Juventus-Napoli, Lippi: "Orsato migliore in campo, Zaza mi piace da morire. Mi rivedo in Allegri"

Juventus-Napoli, Lippi: "Orsato migliore in campo, Zaza mi piace da morire. Mi rivedo in Allegri"

L'ex ct sul futuro del tecnico: "Chelsea? Quando sei alla Juventus è difficile andare via"


Marcello Lippi ©Getty Images
Marco Di Federico

15/02/2016 09:10

NEWS JUVENTUS NAPOLI ZAZA LIPPI SERIE A / TORINO - Marcello Lippi è intervenuto questa mattina sulle frequenze di 'Radio Anch'io lo Sport' per parlare di tutte le ultime news Juventus, soprattutto dopo il big-match vinto contro il Napoli, compreso il futuro di Allegri. "Chi è uscito meglio dalla gara di sabato è stato l'arbitro Orsato, che è stato perfetto nonostante qualcuno avesse detto cose assurde durante la settimana. - le sue parole - Il Napoli finora non aveva mai affrontato una squadra forte come la Juventus, sicuramente ha fatto meno di quanto ci si aspettava, forse alcuni giocatori hanno accusato psicologicamente la partita. Al contrario i bianconeri hanno fatto la partita che tutti pensavamo, con grande compattezza".

ZAZA - "Mi piace da morire, ha un grande carattere e grinta, è incazz... sempre. Vive questo sogno della Juventus ma anche la sua rabbia, vorrebbe giocare di più ed ogni volta trasmette questa sua rabbia a tutti i compagni".

ALLEGRI - "Sono amico di Massimiliano, mi rivedo un po' in lui quando arrivai alla Juve a 46 anni. C'è la stessa concretezza e voglia di fare cose importanti. Si è subito sintonizzato sulla lunghezza d'onda della società: alla Juve se vuoi vincere qualcosa, devi provare a vincere tutto. Chelsea? Quando sei alla Juventus è difficile andare via".

GRUPPO JUVE - "La credibilità dei 'vecchi' con i nuovi è stata fondamentale. Perdi Pirlo, Tevez e Vidal, non è facile. Passare da Pirlo a Lemina è un'altra cosa. I più giovani non hanno la capacità di superare queste difficoltà, i vari Buffon, Chiellini o Barzagli servono proprio per rimettere sempre la barca nella giusta direzione".

BARZAGLI - "Dopo il Mondiale mi fece arrabbiare andando nel calciomercato estivo al Wolfsburg, mi dette fastidio e per un po' di tempo non l'ho più chiamato. Poi ha capito che l'Italia è il suo habitat normale, tornando ad essere uno dei migliori difensori del mondo".

CHAMPIONS - "Sicuramente toglie energie per il campionato ma, rispetto a quando venne fatto il sorteggio, oggi le cose sono cambiate. Sono convinto che in Germania abbiano cambiato pensiero sulla Juve ed al Bayern è diminuita l'autostima. I calciatori della Juventus sanno che non si devono fare calcoli, ora che sono tornati in testa alla classifica cercheranno anche di tornare in fondo pure in Europa".




Commenta con Facebook