• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Milan > Milan-Genoa, rabbia Mihajlovic: "Mai più in campo chi non si sacrifica"

Milan-Genoa, rabbia Mihajlovic: "Mai più in campo chi non si sacrifica"

Il tecnico ha lanciato un messaggio molto chiaro ai propri giocatori


Sinisa Mihajlovic ©Getty Images

14/02/2016 14:44

SERIE A 25A GIORNATA MILAN GENOA MIHAJLOVIC BALOTELLI BACCA / MILANO - Terminta la sfida tra Milan e Genoa, che ha visto i rossoneri battere gli uomini di Gasperini con il risultato di 2-1. Ecco le parole del tecnico Mihajlovic al fischio finale. "Oggi dovevamo vincere. - ha dichiarato a 'Premium Sport' - Abbiamo giocato bene, senza soffrire tanto. Su sei partite abbiamo fatto 14 punti nel girone di ritorno, erano 9 in quello d'andanta. Alla fine però abbiamo rischiato, prendendo gol negli ultimi minuti. Da ora in poi chi non si sacrifica fino al termine, non entra più in campo. Non c'è bisogno che faccia i nomi, loro sanno chi sono. Non è detto che si tratti di Balotelli".

BACCA - "Ha il gol nel sangue e speriamo continui così. E' la decima volta che segna al primo tiro in porta. Lo conoscevamo e l'abbiamo pagato per questo. Sono stati soldi spesi bene".

MIGLIORAMENTI - "Si possono vedere nella gestione della partita, nel possesso palla e anche in cattiveria sotto porta. Una volta recuperati in pieno Balotelli e Menez, avremo più soluzioni e sarà difficile per gli avversari. Oggi recuperiamo punti su Inter e Fiorentina. Siamo dunque ancora in corsa".

MANCINI - "Col Mancio non faccio più battute che poi si arrabbia. Dopo il derby ho già detto che è un grande allenatore e troverà il modo per uscire fuori da questo periodo".

MIGLIORI IN CAMPO - "Non mi piace far nome, ma dico Montolivo e Honda. In passato sono stati spesso contestati, ma ora è chiaro che col sacrificio si può arrivare agli obiettivi raggiunti da loro".

NAPOLI - "Stanno bene e sono difficili da battere, ma anche noi. Andremo lì a fare la nostra partita. Non sarà facile sconfiggerci".

L.I.




Commenta con Facebook