• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Serie A > Serie A, Lippi: "Il Napoli mi ricorda il Barcellona. Sulla Juve avevo avvisato..."

Serie A, Lippi: "Il Napoli mi ricorda il Barcellona. Sulla Juve avevo avvisato..."

L'ex ct della Nazionale ha parlato anche del terzo posto


Marcello Lippi ©Getty Images
Andrea Della Sala (Twitter: @dellas8427)

10/02/2016 11:33

SERIE A JUVENTUS NAPOLI FIORENTINA INTER LIPPI / ROMA - In questo weekend ci saranno due sfide importanti una per il testa a testa in cima alla classifica, l'altra per il terzo posto. Le news Serie A, infatti, vedranno la Juventus di fronte al Napoli e l'Inter sul campo della Fiorentina. Su questi due big match si è espresso Marcello Lippi a 'Il Giornale'; queste le sue parole riportate da Calciomercato.it

NAPOLI - "Non credo sia il miglior Napoli di sempre, ricordo ancora la squadra di Maradona, Careca e Giordano. C'è una differenza: quella squadra dipendeva dall'estro dei fuoriclasse, questo invece esalta i suoi campioni. Sarri è uno che non può non piacere e che ha sovvertito un luogo comune del calcio secondo cui ci vogliono 7-8 mesi per modificare le caratteristiche di una squadra. L'anno scorso il Napoli segnava tante reti, ma ne subiva parecchie e in tre mesi il tecnico ha sistemato la situazione. Gli azzurri puntano tutto sul gioco: i difensori non lanciano mai lungo e hanno dei tagli in attacco, tipo Insigne che rientra e mette Callejon davanti alla porta, mi ricordano il Barcellona".

JUVENTUS - "Ero tra quelli che avvisava: attenti perché la Juve non è spacciata, attenti perché torneranno a lottare per le prime posizioni, io li conosco bene. I bianconeri sono concreti, si compattano sempre e verticalizzano parecchio. La Juve ha una rosa di grandissimo livello e di solito chi sta davanti fatica di più, soprattutto se non ha abitudine a lottare per lo Scudetto". 

TERZO POSTO - "Mi ha stupito l'Inter. Una squadra che parte a razzo, dopo aver cambiato tanto in estate, e che arriva ad avere 4 punti di vantaggio sul Napoli, non credevo potesse scivolare al quarto posto. Il Milan ha fatto il percorso opposto: ha cominciato tra mille difficoltà e adesso, grazie all'intelligenza di Mihajlovic, sta lentamente risalendo la china. Mi piace molto Niang, stravedo per Bonaventura e Bacca mi sembra un fenomeno".

CINA - "Non mi aspettavo tutti questi grandi acquisti dalla Cina. Ho parlato spesso con i vertici federali di quel paese e ho spiegato loro che per migliorare il movimento calcistico, più che le grandi firme, serviva un progetto teso a formare i settori giovanili". 




Commenta con Facebook