• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Pagelle > PAGELLE E TABELLINO DI MARSIGLIA-PSG

PAGELLE E TABELLINO DI MARSIGLIA-PSG

Ibra inventa, Lucas delude. Dja Djedje da dimenticare, Cabella non basta


Ibrahimovic ©Getty Images
Giorgio Valentino Rossi

07/02/2016 23:00

ECCO LE PAGELLE DI MARSIGLIA-PSG

 

MARSIGLIA

Mandanda 5 – Portiere di grande esperienza e carattere. Incolpevole sul gol a freddo di Zlatan, mai impegnato con pericolosità nel resto della gara. Ingenuo però in occasione del secondo gol del Psg, lasciando la porta sguarnita e permettendo a Di Maria di concludere a rete.

Dja Djedje 4,5 – Parte male, si dimentica Maxwell dopo solo due minuti e arriva il gol del Psg. Copre male su Di Maria anche in occasione del secondo gol. Negativo in fase difensiva, molto meglio in quella offensiva, dove sulla corsia di destra, spinge molto fino al fondo portando rifornimenti continui per gli attaccanti. Abituato a giocare largo sulla fascia in un 3-5-2, fa fatica in una difesa a quattro a contenere le folate offensive avversarie. Dal 86 Sarr s.v.

N’Kolou 6,5 – Dirige la difesa con senso tattico e concentrazione massimo, facilitato oggi, dalla scarsa vena degli attaccanti parigini. Salva al 54’ un gol sicuro di Ibra su assist di Aurier.

Rolando 5,5 – Fa il suo in posizione centrale ma si dimentica Ibra in occasione del gol parigino.

Manquillo 6 – Bravo in fase difensiva a limitare Lucas e Di Maria, pericoloso anche in attacco con serpentine e percussioni centrali a bucare la difesa ospite.

Diarra 6,5 – Ordine e tempi per la mediana del Marsiglia. La sua esperienza mette in difficoltà i centrali di centrocampo avversari.

Isla 6 – Tra i migliori in questo campionato per la squadra di casa. Bravo in fase di rottura, intraprendente in quella di costruzione.

Barrada 6 – Uomo di quantità e qualità. Va spesso al tiro dalla distanza ma si divora al 22’, un gol praticamente fatto dall’altezza del dischetto del rigore, sparando alto e scatenando l’ira del suo coach Michel. Dal 73’ Alessandrini 6 – Tocca pochi palloni ma al 92’ va vicino al gol con un tiro dalla distanza di poco a lato alla destra di Trapp.

Cabella 7 – Straordinario. Dimostra per tutto il match una grande condizione fisica, dotato di corsa e tecnica mette spesso in difficoltà la difesa parigina. Confeziona un gioiellino al minuto 26. Parte dalla sua trequarti, salta Motta, elude anche l’intervento di T. Silva e lascia partire una rasoiata ad incrociare che buca Trapp.

N’Koudou 6 – Grande duello sull’out di sinistra con Aurier. Corsa e determinazione, spesso va al cross dal fondo creando pericoli. Al minuto numero 89’ si divora con un diagonale il gol del pareggio.

Batshuayi 5,5 – Punto di riferimento dell’attacco di casa, si vede poco anche perché poco servito dai suoi compagni di squadra. Gioca bene però di sponda per l’inserimento dei centrocampisti. Al 41’ Maxwell gli nega il gol salvando sulla linea un suo tiro da distanza ravvicinata. Dal 80’ Fletcher s.v.

All. Michel 6 – La sua squadra soffre il primo quarto d’ora poi prende coraggio e mette sotto il Psg. Gioco e preparazione atletica, caratteristiche per puntare sempre con più convinzione al raggiungimento almeno del terzo posto. Ciò non basta per fermare gli avversari ed evitare la sconfitta.

 

PSG

Trapp 6 – Bravo su Dja Djedje alla mezz’ora deviando in corner un bolide dell’esterno avversario. Qualche responsabilità sul gol di Cabella, forse tuffatosi in leggero ritardo. Rivedibile.

Aurier 6 – Cuore e polmoni. Soffre molto ma limita le percussioni di N’Koudou.

D. Luiz 6 – Rischia poco, limita senza molta fatica Batshuayi.

T. Silva 6 –Si fa saltare da Cabella in occasione del gol dell’OM al 26’, si rifà poco dopo salvando in scivolata una percussione in area di Manquillo. Grande reattività nella ripresa per salvare due volte su due, le imbucate di Cabella al limite della propria area di rigore.

Maxwell 6,5 – Ottima gara dell’esterno brasiliano. Fa l’assist per Ibra dopo 120 secondi, si sovrappone spesso sulla sinistra cercando il fondo, salva sulla linea al 41’ un tiro di batshuayi destinato in fondo al sacco.

T. Motta 5,5 – Poco reattivo in mediana, sbaglia molti palloni e non riesce a dettare le geometrie della squadra.

Matuidi 6,5 – Il migliore del centrocampo di Blanc. Inventa assist per i compagni, recupera palloni in quantità industriali, fa da raccordo tra i reparti. Dal 82’ Marquinhos s.v.

Rabiot 5 – Timido e poco brillante, dal giovane talento francese ci si aspetta sicuramente di più. Non riesce ad essere efficace in fase difensiva, non riesce a costruire, perde troppe volte la palla rischiando le ripartenze avversarie. Dal 90’ Stambouli s.v.

Ibrahimovic 7 – Gli bastano due minuti per esultare, gol numero 96 in 111 gare di Ligue 1, poi però soffre come tutti i compagni, la verve agonistica degli avversari. Poco aiutato dai compagni di reparto. Si divora un gol da pochi passi al minuto 60. Manda Di Maria in gol al minuto 71, con una giocata degna del suo nome. Anche quando non brilla, dimostra di essere di n’altra categoria.

Di Maria 6 – Parte esterno, spesso si sposta nel ruolo di trequartista ma non riesce mai ad incidere come suo solito. Al 10’ spreca un’invenzione di Matuidi, che lo mette solo davanti al poritere avversario, ma spara fuori. Segna però il gol vittoria su assist di Ibrahimovic.

Moura 5 – Scelto da Blanc al posto di Cavani, sembra partire bene poi si spegne e non riesce a creare pericoli alla retroguardia della squadra di Michel. Sbaglia un gol clamoroso al 32’ solo davanti a Mandanda mandando la palla a lato. Impalpabile la sua prestazione in questa partita che sicuramente farà riflettere il tecnico in vista delle prossime gare. Dal 69' Cavani 5 – Non gli arrivano palloni giocabili e non riesce ad entrare in partita. Avulso dal gioco.

All.Blanc 5 – Le tante assenze e le continue divergenze con Cavani, lo portano a fare scelte quasi obbligate. Non riesce a scuotere i suoi nei momenti di difficoltà creati dal Marsiglia. Ma la differenza tecnica dei suoi con gli avversari alla fine viene fuori.

 

Arbitro Buquet 6 – Partita sentita, bella agonisticamente, ma corretta e priva di casi da moviola. La gestisce con estrema tranquillità e autorevolezza.

 

TABELLINO

MARSIGLIA-PSG 1-2

Marsiglia (4-2-3-1): Mandanda; Dja Djedje (dal 86' Sarr), N’Kolou, Rolando, Manquillo; Diarra, Isla; Barrada (dal 73’ Alessandrini), Cabella, N’Koudou; Batshuayi (dal 80’ Fletcher). A disp.: Pelè, Rekik, Sarr, Romao, De Ceglie. All.: Michel.

PSG (4-3-3): Trapp; Aurier, D. Luiz, T. Silva, Maxwell; Motta, Matuidi (dal 82’ Marquinhos), Rabiot (dal 90’ Stambouli); Ibrahimovic, Di Maria, Lucas (dal 69’ Cavani). A disp.: Sirugu, Kurzawa, Augustin, Nkunku. All.: Blanc.

Arbitro: Sig. Buquet di Amiens

Marcatori: 2’ Ibrahimovic (P), 26’ Cabella (M), 71’ Di Maria (P)

Ammoniti:

Espulsi:




Commenta con Facebook